Translate

venerdì 20 gennaio 2017

Sanita': ambulanze sporche e senza assicurazione, blitz a Catania =


Sanita': ambulanze sporche e senza assicurazione, blitz a Catania =

(AGI) - Catania, 20 gen. - Ambulanze illegali, prive di
assicurazione, sporche, con personale non formato o utilizzato
in nero. Riflettori su un lato oscuro del 'sistema di emergenza
sanitaria parallelo', gestito dai privati. Agenti del
commissariato Borgo Ognina su disposizione del questore di
Catania Marcello Cardona, hanno effettuato dei controlli nei
pressi degli ospedali "Vittorio Emanuele", "Cannizzaro" e
"Garibaldi", riguardo l'utilizzo improprio di ambulanze per
trasferimenti da e per i nosocomi. Vicino al pronto soccorso
del Garibaldi di piazza Santa Maria di Gesu' e' stato notato un
giovane con la divisa da soccorritore a bordo di un'ambulanza
che recava la scritta "Sos Catania Onlus" e un numero
telefonico di cellulare per le chiamate d'emergenza. Nello
stesso ospedale e' stato notato anche un altro soccorritore
uscire con molti biglietti pubblicitari, poco prima distribuiti
all'interno della struttura. Effettuando il controllo e' stato
accertato che l'ambulanza era totalmente abusiva in quanto
priva della prevista autorizzazione sanitaria e i due
soccorritori non erano in possesso dei prescritti corsi di
formazione specifici, neanche il Basic Life Support e il Basic
Life Support Defibrillation che sono obbligatori per chi svolge
il delicatissimo compito di fornire il primo soccorso e
comunque trasportare persone in precarie condizioni di salute.
I soccorritori inoltre hanno riferito di non avere un regolare
contratto di lavoro. L'ambulanza era attrezzata e pronta al
trasporto dei degenti (aveva anche le bombole d'ossigeno), ma
era in cattive condizioni igienico-sanitarie; gli estintori
erano scaduti e non vi era alcun titolo attestante l'idoneita'
di dette bombole. Il titolare del servizio e' stato denunciato
e l'ambulanza e' stata sequestrata. Il conducente, infine, e'
stato sanzionato. Nel corso di un altro controllo sempre al
Garidaldi gli agenti hanno scoperto che un'ambulanza con la
scritta "Croce Gialla" era priva di autorizzazione sanitaria e
con gli operatori senza i requisiti richiesti. Anche in questo
caso, si e' proceduto al sequestro del veicolo e alla denuncia.
Infine, nei pressi di piazza Trento, e' stata fermata
un'ambulanza recante la scritta "Associazione Marinai D'Italia"
i cui soccorritori, che al momento del controllo non erano in
grado di fornire gli attestati di formazione, avevano
accompagnato una persona non in grado di deambulare da
Sant'Alfio all'Inps: l'ambulanza era priva di assicurazione
responsabilita' civile, autorizzazione sanitaria e documenti di
circolazione. Il mezzo e' stato sequestrato e il titolare
indagato per esercizio abusivo della professione. (AGI)
Ct1/Mrg/Mzu
201302 GEN 17
NNNN