Translate

lunedì 13 marzo 2017

Inviato 'Striscia la Notizia' aggredito da ambulanti Caserta


Inviato 'Striscia la Notizia' aggredito da ambulanti Caserta

ZCZC1605/SXB
ONA91243_SXB_QBXB
R CRO S0B QBXB
Inviato 'Striscia la Notizia' aggredito da ambulanti Caserta
Per un servizio sul mercatino gestito da immigrati africani
(ANSA) - CASERTA, 13 MAR - L'inviato di 'Striscia la Notizia'
Luca Abete e' stato aggredito a Caserta da alcuni venditori
ambulanti africani mentre effettuava riprese nella centrale
Piazza Pitesti. Nell'area, la domenica sera, si tiene un
mercatino in cui viene venduta merce contraffatta accanto a
prodotti etnici. I venditori sono perlopiu' di nazionalita'
senegalese e la maggior parte e' da anni in Italia in possesso di
regolari permessi di soggiorno con licenza di ambulante.
Le riprese effettuate ieri erano collegate a un servizio
andato in onda su Canale 5 lo scorso 15 dicembre che mostrava
piazza Pitesti completamente invasa da venditori immigrati.
Abete e' stato aggredito da alcuni ambulanti che hanno distrutto
a bastonate una telecamera e colpito la troupe; l'inviato ha poi
tentato, grazie all'aiuto di alcuni presenti che hanno cercato
di dissuadere il gruppo di aggressori, di rifugiarsi in un bar
vicino ma con scarsi risultati; e?stato infatti raggiunto e, una
volta caduto a terra, e?stato preso a calci.
Subito dopo sono intervenuti gli agenti della Polizia di
Stato e gli aggressori si sono dileguati. I poliziotti hanno poi
scortato l'ambulanza al pronto soccorso dell'ospedale dove i
medici hanno confermato per Abete e i suoi operatori la presenza
di contusioni. Tutti sono stati dimessi. Intanto due immigrati
sono stati portati in Questura ma poi rilasciati perche' Abete
non li ha riconosciuti. La Polizia acquisira' le immagini riprese
dalla telecamera per provare a identificare gli aggressori. La
vicenda del mercatino di piazza Pitesti fu affrontata anche dal
sindaco Carlo Marino che, poche settimane dopo l'insediamento,
nel giugno 2016, ordino' un blitz della Municipale contro gli
ambulanti in quanto la loro presenza non era autorizzata. Piu'
volte le forze dell'ordine hanno sequestrato merce contraffatta
ma gli ambulanti sono sempre tornati anche perche' il mercatino
trova il gradimento di molti cittadini, e nell'attesa che il
dialogo tra Comune e comunita' dei senegalesi sull'ubicazione
della fiera - dialogo che va avanti da tempo - trovi uno sbocco
concreto.
Mamadou Sy, presidente della comunita' dei senegalesi a
Caserta, spiega di aver fatto richiesta all'amministrazione per
l'organizzazione "di un tavolo tecnico in cui discutere le
proposte alternative a piazza Pitesti. Vogliamo trovare
soluzioni - dice - i venditori sono da anni regolarmente in
Italia e anche loro cercano una situazione stabile". (ANSA).
YEC-PTR
13-MAR-17 11:38 NNNN