Translate

domenica 11 novembre 2012

Maltempo/ Bomba d'acqua in Lunigiana, danni anche in zona Aulla


Maltempo/ Bomba d'acqua in Lunigiana, danni anche in zona Aulla
Crollato un ponte a Serricciola. In piena l'Aulella

Firenze, 11 nov. (TMNews) - A un anno di distanza, c'è di nuovo
Aulla nel mirino del maltempo che ha colpito la Lunigiana, anche
se con effetti non paragonabili a quelli di allora. Ad ogni modo,
è crollato un ponte a Serricciola, per la piena del torrente
Aulella. Il crollo ha spezzato le condutture del gas che
correvano lungo la struttura del ponte. Di conseguenza, alcune
frazioni di Aulla si ritrovano senza gas, oltre alla mancanza di
luce e acqua potabile. A Fivizzano, frane e smottamenti. Chiusi
diversi sottopassaggi e anche una parte della strada statale
Aurelia.

Xfi



111202 nov 12
MALTEMPO: FORTI PIOGGE,VALCELLINA IRRAGGIUNGIBILE DAL FRIULI
ARTERIE INTERROTTE, STRARIPATO IL TORRENTE VARMA; FRANA SU SP1
(ANSA) - PORDENONE, 11 NOV - Le insistenti piogge che
continuano a cadere da ieri sera in tutta la provincia hanno
causato lo straripamento del torrente Varma che a sua volta ha
determinato in queste ore l'interruzione del transito sulla
strada regionale 251, tra Pordenone e Belluno, chiusa
all'altezza di Barcis. La Valcellina e' irraggiungibile dal
Friuli dunque; in zona, infatti, stanno operando i vigili del
fuoco di Belluno.
In tutto il pordenonese forti disagi e i vigili del fuoco
hanno gia' compiuto decine di interventi mentre tutti i tecnici
del comune sono all'opera per facilitare il deflusso dell'acqua.
Una frana e' caduta in nottata sulla carreggiata della Strada
provinciale 1 'Regina Margherita' determinandone la chiusura
all'altezza di Vito d'Asio. Sul posto sono intervenuti anche i
tecnici della Provincia. Sono isolati piccoli centri come
Pielungo e San Francesco. Numerosi sono gli allagamenti tra
Salice, Caneva e Pasiano.
Costanti monitoraggi vengono compiuti lungo i due fiumi piu'
importanti di Pordenone, il Meduna e il Noncello; preoccupa la
situazione di un altro fiume, il Livenza.(ANSA).

YT8-DO
11-NOV-12 12:04 NNNN
MALTEMPO: ALLAGAMENTI A CIVITAVECCHIA, AL LAVORO VIGILI DEL FUOCO =

Civitavecchia, 11 nov. (Adnkronos) - Allagamenti a Civitavecchia
a causa delle piogge che stanno interessando la zona. Numerose le
richieste di intervento ai vigili del fuoco che sono sul posto con
diverse squadre e con i sommozzatori per risolvere le criticita'. Le
zone colpite sono il litorale, il centro citta' e alcuni tratti della
via Aurelia.

(Sod/Col/Adnkronos)
11-NOV-12 12:49

NNNN
MALTEMPO: A VENEZIA MAREA 149 CM,LA SESTA PIU' ALTA DAL 1872

(ANSA) VENEZIA, 11 NOV - La massima di marea oggi a Venezia
ha raggiunto i 149 centimetri alle ore 9.25, sul medio mare, ed
e' durata circa un'ora nella fase massima per effetto del
deflusso rallentato dal vento di scirocco.
E' la sesta marea di questa portata nella storia della
citta' lagunare dal 1872 - spiega il responsabile dell'Istituto
centro previsioni maree del Comune di Venezia,Paolo Canestrelli
- da quando cioe' esistono le registrazioni numeriche moderne.
(segue)

BE
11-NOV-12 12:36 NNNN
MALTEMPO: ORDINE GEOLOGI TOSCANA, RICOSTRUIRE ALTROVE QUARTIERI A RISCHIO =
''CI SONO ZONE CHE NON POSSONO PIU' ESSERE MESSE IN SICUREZZA''

Firenze, 11 nov. - (Adnkronos) - ''Deve nascere una nuova
mentalita', nelle aree a fortissima criticita' occorre trovare
soluzioni alternative alla semplice prevenzione. Come spostare altrove
interi quartieri a rischio''. E' il messaggio che arriva dall'Ordine
dei Geologi della Toscana mentre dalla zona di Massa Carrara e Pisa si
susseguono notizie di nuovi dissesti, allagamenti e frane a un anno
esatto da quanto accaduto l'ultima volta. ''E' necessario un
cambiamento di filosofia'', commenta la presidente dei Geologi
toscani, Maria Teresa Fagioli.

Demolire e ricostruire. ''Ci sono zone che non possono piu'
essere messe in sicurezza. Il tentare di farlo costa caro - dichiara
Fagioli - e sposta solo il problema ad altre aree. Ecco che ci vuole
il coraggio di riconoscere che molte delle scelte urbanistiche del
dopoguerra non sono piu' sostenibili e che il nostro territorio ha
bisogno di manutenzione continua se no ci salta addosso e ci fa male".
La soluzione e' quella di spostare gli edifici dalle zone ad elevato
rischio e ricostruirli altrove.

"Per gli insediamenti idro-geologicamente insostenibili e'
necessario avviare un processo economico che ne consenta la
ri-localizzazione: un nuovo piano Marshall che ponga fine al
tormentone pioggia-disastro-cordoglio-oblio. Una ricostruzione del
paese in termini di sostenibilita' idrogeologica- idrogeotecnica e
sismica puo' essere l'occasione che manca per far ripartire
un'economia, migliore di tante opere tanto faraoniche quanto
inutili'', osserva Fagioli. (segue)

(Xio/Col/Adnkronos)
11-NOV-12 15:13

NNNN
MALTEMPO: FRANE SU BINARI,CHIUSA FERROVIA DELLA VAL PUSTERIA

(ANSA) - BOLZANO, 11 NOV - E' stata sospesa la circolazione
sulla ferrovia della Val Pusteria per la caduta di alcune frane
provocate dalle piogge intensissime delle ultime ore.
La prima frana e' caduta poco prima di mezzogiorno tra gli
abitati di Valdaora e di Monguelfo. La pioggia ha anche causato
l'allagamento della stazione di Villabassa.
Un'altra frana, poi, e' caduta alle 12.30 all'altezza della
stazione di San Lorenzo. Per liberare la sede ferroviaria sono
al lavoro squadre di tecnici della Rete ferroviaria italiana,
dei vigili del fuoco e della protezione civile. Per i
viaggiatori sono stati predisposti servizi sostitutivi di
autobus. (ANSA).

TT
11-NOV-12 15:26 NNNN
MALTEMPO: TRACIMA IL MIGNONE, ALLAGAMENTI NELLA TUSCIA

(ANSA) - VITERBO, 11 NOV - Il fiume Mignone e' tracimato in
piu' punti a Tarquinia, in provincia di Viterbo. L'acqua
fuoriuscita si e' riversata in parte verso le campagne e in
parte verso il centro abitato. La rete fognaria non riesce a
raccogliere l'acqua che in alcuni punti ha raggiunto i 35-40
centimetri d'altezza.
Situazione critica anche a Viterbo, dove le strade d'accesso
alla citta' sono state a tratti trasformate in veri e propri
pantani. Problemi per la circolazione sono stati segnalati sulla
Cimina, sulla Teverina all'altezza del sottopasso, sulla Cassia
nord e sull'Aurelia. A complicare la situazione, alla pioggia
battente si sono aggiunti rami ed alberi abbattuti dal vento e
piccoli smottamenti.
I vigili del fuoco stanno smaltendo decine di chiamate per
allagamenti di locali e scantinati soprattutto sulla costa e nel
capoluogo. Al momento non si registrano danni alle persone.
(ANSA).

YJ6-RO/STA
11-NOV-12 15:40 NNNN

Nessun commento:

Posta un commento