Translate

lunedì 19 agosto 2019

Usa: analisti australiani,hanno perso predominio militare Pacifico =

LUNEDÌ 19 AGOSTO 2019 09.27.35

Usa: analisti australiani,hanno perso predominio militare Pacifico =

(AGI/AFP) - Sydney, 19 ago. - Gli Stati Uniti non hanno piu' una predominio militare nel Pacifico e potrebbero avere sempre piu' difficolta' a difendere i loro alleati contro la Cina, la cui influenza sta crescendo nell'area. E' quanto afferma il Centro di studi sugli Stati Uniti dell'Universita' di Sydney, stimato think-tank, in un duro rapporto pubblicato oggi. Nell'analisi, il centro studi descrive le forze armate statunitensi come una "forza in appassimento" le cui capacita' sono "pericolosamente superate" e "poco preparate" per uno scontro con la Cina. Se e' corretta, la valutazione ha serie implicazioni per molti alleati degli Stati Uniti, siano essi Australia, Taiwan o Giappone, che fanno molto affidamento sulle garanzie di sicurezza di Washington. L'arrivo di Donald Trump alla Casa Bianca, con il suo credo di "America first", ha poi aumentato i timori di un disimpegno dagli Stati Uniti che sarebbero meno inclini a difendere i loro alleati in caso di un'ipotetica aggressione cinese. Secondo il rapporto, pero', anche se volessero intervenire, gli Stati Uniti potrebbero avere difficolta' a farlo. Gli autori dello studio evocano persino l'"insolvenza strategica" di Washington, sostenendo che decenni di guerra e impegno in Medio Oriente e investimenti insufficienti nel Pacifico hanno esposto gli alleati degli Stati Uniti in Oceania. "La Cina, al contrario, e' sempre piu' in grado di sfidare l'ordine regionale a causa dei suoi investimenti su larga scala in sistemi militari avanzati", si legge nell'analisi. (AGI) Bra (Segue) 190927 AGO 19 NNNN   

Gb, Corbyn: elezioni generali fermerebbero crisi sulla Brexit

LUNEDÌ 19 AGOSTO 2019 08.06.28


Gb, Corbyn: elezioni generali fermerebbero crisi sulla Brexit

Gb, Corbyn: elezioni generali fermerebbero crisi sulla Brexit Il Labour farà tutto il necessario Roma, 19 ago. (askanews) - La Gran Bretagna sta fronteggiando una "crisi" sulla Brexit e Jeremy Corbyn promette di fare "tutto il necessario" per impedire che il Paese esca dall'Unione Europea senza un accordo (No deal). È quanto affermerà oggi - riporta il sito internet della Bbc - il leader laburista. Il partito conservatore - dirà il leader del Labour - ha fatto fallire il Paese e le elezioni generali sono il "cambio di direzione di cui il Paese ha bisogno". La presa di posizione di Corbyn si inserisce nel contesto della fuga di notizie su un rapporto di governo che lancia l'allarme su carenza di prodotti alimentari e farmaci in caso di no deal. Anche se Michael Gove ha avvertito che questo rappresenta "lo scenario peggiore". (Segue) Fco 20190819T080630Z
LUNEDÌ 19 AGOSTO 2019 08.06.34


Gb, Corbyn: elezioni generali fermerebbero crisi sulla Brexit -2-

Gb, Corbyn: elezioni generali fermerebbero crisi sulla Brexit -2- Roma, 19 ago. (askanews) - Gove, ministro incaricato di coordinare i preparativi per una possibile Brexit senza accordo, ha dichiarato che lo studio - sotto il nome in codice Operation Yellowhammer - era vecchio e che quel piano sulla Brexit ha subito un'accelerazione da quando è diventato primo ministro Boris Johnson. Una fonte del numero 10 di Downing Street ha riferito alla Bbc che il documento è stato passato al Sunday Times da un ex ministro scontento nel tentativo di influenzare le discussioni con i leader dell'Ue. (Segue) Fco 20190819T080637Z  
LUNEDÌ 19 AGOSTO 2019 08.06.41


Gb, Corbyn: elezioni generali fermerebbero crisi sulla Brexit -3-

Gb, Corbyn: elezioni generali fermerebbero crisi sulla Brexit -3- Roma, 19 ago. (askanews) - Un ex capo del servizio civile, Lord Kerslake - che ha descritto il documento come "credibile" - ha invece affermato che il dossier "mette a nudo la portata dei rischi che stiamo affrontando". Fco 20190819T080644Z  

MIGRANTI: MEDICO LAMPEDUSA, 'SU OPEN ARMS NO EMERGENZA SANITARIA, AVEVAMO RAGIONE NOI' =

LUNEDÌ 19 AGOSTO 2019 10.31.50

MIGRANTI: MEDICO LAMPEDUSA, 'SU OPEN ARMS NO EMERGENZA SANITARIA, AVEVAMO RAGIONE NOI' =

ADN0134 7 CRO 0 ADN CRO NAZ RSI MIGRANTI: MEDICO LAMPEDUSA, 'SU OPEN ARMS NO EMERGENZA SANITARIA, AVEVAMO RAGIONE NOI' = Cascio, 'Dalla relazione emerge che non ci sono patologie importanti, come avevamo detto noi' Palermo, 19 ago. (AdnKronos) - "Sono felice che non ci sia emergenza igienico-sanitaria a bordo della nave Open Arms, come emergerebbe dalla relazione dell'ispezione sanitaria, in fondo non avevamo tutti i torti, anche se siamo stati attaccati da più parti...". Lo ha detto all'Adnkronos Francesco Cascio, il medico di Lampedusa, tornato ieri sera dalle vacanze per prendere servizio al Poliambulatorio. Nei giorni scorsi Cascio, ex deputato nazionale di Forza Italia, era finito al centro delle polemiche per avere affermato che i 13 migranti evacuati dalla nave Open Arms per motivi sanitari "stavano bene". "Mi spiace molto che i 107 migranti rimasti sulla nave debbano ancora stare a bordo - prosegue Cascio - mi piacerebbero che potessero scendere dalla nave". Ma ribadisce: "Secondo i medici della Sanità marittima e la Squadra mobile non c'è emergenza igienico-sanitaria, proprio come avevamo detto noi al Poliambulatorio e siamo finiti per questo nel tritacarne mediatico. Non risultano patologie particolari, come sembra". E conclude: "Tre settimane in mare sono troppi, ora dovrebbero scendere dalla nave...". (Ter/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 19-AGO-19 10:31 NNNN 

AUTO, NOLEGGIO A LUNGO TERMINE: QUANDO CONVIENE

LUNEDÌ 19 AGOSTO 2019 10.29.37


AUTO, NOLEGGIO A LUNGO TERMINE: QUANDO CONVIENE

9CO991952 4 CRO ITA R01 AUTO, NOLEGGIO A LUNGO TERMINE: QUANDO CONVIENE (9Colonne) Roma, 19 ago - Quando conviene optare per il noleggio a lungo termine invece dell'acquisto di un'auto? Il noleggio a lungo termine è una formula alternativa all'acquisto che permette di affittare un'auto, per un periodo che va dai due ai quattro anni, pagando un canone mensile e che prevede alcuni servizi inclusi, quali ad esempio bollo auto, assicurazione RCA, manutenzione ordinaria, cambio gomme e assistenza stradale e auto sostitutiva se necessario. Si tratta di una formula alternativa all'acquisto e disponibile per i privati, anche se non possiedono partita Iva. "Esistono delle condizioni alle quali è maggiormente conveniente noleggiare a lungo termine un'auto - spiega una analisi di Automobile.it -: è il caso di quanti percorrono mediamente più di 15.000 km in un anno o hanno l'abitudine, per necessità o per piacere, di cambiare macchina almeno una volta ogni 4 anni. Per entrambe le tipologie di fruitori vale peraltro il vantaggio di non dover gestire le 'incombenze burocratiche' connesse al possesso di un'automobile". Il noleggio a lungo termine può essere una soluzione anche per chi è alla ricerca di auto usate: "Si tratta ovviamente di un usato garantito che permette di risparmiare fino al 20% sul canone mensile". Nella maggior parte dei casi è previsto il versamento di un anticipo: questa soluzione permette di ottenere una rata più bassa rispetto al caso in cui non si voglia versare alcuna somma prima della sottoscrizione del contratto. (red) 191029 AGO 19    

l'uso dei social

Riceviamo e pubblichiamo



domenica 18 agosto 2019

IL PUNTO = Brexit: Londra sotterra leggi Ue, ma prevede catastrofe

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 22.23.25 


= IL PUNTO = Brexit: Londra sotterra leggi Ue, ma prevede catastrofe = 

(AGI) - Roma, 18 ago. - Boris Johnson procede a passi decisi verso la Brexit, sebbene tra i parlamentari covi una rivolta contro il premier britannico e lo stesso governo preveda uno scenario da dopoguerra per il giorno dopo il 31 ottobre, data fissata per l'uscita di Londra dall'Unione europea. Il governo britannico ha emesso un decreto che mette fine dal prossimo 31 ottobre a tutte leggi dell'Ue in vigore nel paese. Si tratta di un passaggio burocratico, dal carattere soprattutto simbolico, con cui probabilmente Johnson intende mettere pressione su Bruxelles, affinche' torni al negoziato sulla Brexit. L'European Communities Act fu emanato 46 anni fa, e fece di Londra uno dei Paesi protagonisti dell'unita' politica del continente: esso consente alle leggi europee di confluire direttamente nel sistema normativo britannico. Quello di oggi, ha affermato il ministro della Brexit, Stephen Barclay, e' "una pietra miliare per la riappropriazione del controllo sulla legislazione da parte del Regno Unito. E' un segnale chiaro che il popolo non torna sui propri passi, e che, come promesso, lasceremo l'Unione europea il 31 ottobre, qualsiasi cosa accada". Le ipotesi sui vari problemi che il Regno Unito dovra' affrontare in caso di un'uscita dalla Ue senza accordo sono parte del piano battezzato col nome in codice 'Operation Yellowhammer', ha affermato il Sunday Times, rivelando un rapporto segreto del Cabinet Office, in cui viene messa a punto "la valutazione piu' completa sulla preparazione del Paese al no-deal". Il dossier prevede che l'85% dei camion che passano per il Canale della Manica "potrebbero non essere pronti" per la dogana francese, cosa che causerebbe forti disagi nei porti, che durerebbero fino a tre mesi. Il governo, inoltre, ritiene sia molto probabile un confine "duro" tra le 'due Irlande', in quanto gli attuali piani per evitare la fioritura di posti di blocco si dimostreranno insostenibili. La fornitura di medicinali potrebbe poi "essere suscettibile di gravi e lunghi ritardi", che colpirebbe anche quella di generi alimentari e carburante. Insomma, un "collasso catastrofico nelle infrastrutture" del Paese. "Penso - ha detto il ministro dell'Energia, Kwasi Kwarteng - che ci sia molto allarmismo e che molte persone stiano giocando al 'Progetto Paura'". Una fonte di Whitehall ha, pero', spiegato al Sunday Times che "questo non e' un 'Progetto Paura', ma la previsione piu' realistica di cio' che la gente dovra' affrontare in caso di no deal. Si tratta di scenari ragionevoli e basilari, non certo del peggiore dei casi". Con quasi 1/3 del cibo consumato in Gran Bretagna che arriva dai paesi dell'Unione Europea, ha dal canto suo affermato Coldiretti in una analisi del piano britannico, "uno scenario preoccupante e' giustificato". (AGI) Fab/All (Segue) 182223 AGO 19 NNNNDOMENICA 18 AGOSTO 2019 22.23.31 


= IL PUNTO = Brexit: Londra sotterra leggi Ue, ma prevede catastrofe (2)= 

(AGI) - Roma, 18 ago. - La rivelazione del documento arriva alla vigilia della prima visita in Francia e Germania di Boris Johnson nella veste di premier; il capo del governo britannico vedra' il presidente francese, Emmanuel Macron, e la cancelliera tedesca, Angela Merkel, e sara' ao' G7 di Biarritz. A tentare di sbarrare la strada a Johnson e' un fronte anti-No deal alla Camera dei Comuni. Un gruppo di oltre 100 parlamentari di tutti i partiti a Westminster, tranne gli unionisti del Dup, ha chiesto al primo ministro di richiamare il Parlamento dalla pausa estiva. I Tory Dominic Grieve e Guto Bebb sono tra i firmatari della lettera inviata a Johnson, accusato di "insidioso e inquietante populismo" per la gestione delle trattative con la Ue. L'appello e' sostenuto anche dalla leadership del maggiore partito di opposizione, il Labour. "Il mio messaggio a tutti i parlamentari e' semplice e urgente - ha detto detto Jeremy Corbyn, capo del Labour - solo lavorando insieme possiamo fermare il 'No deal'". Nei giorni scorsi Corbyn aveva chiesto ai parlamentari di appoggiare una mozione di sfiducia contro il governo Johnson e di conferirgli l'incarico di premier di un governo a tempo, con l'obiettivo di evitare una Brexit senza accordo, chiedendo un'altra proroga a Bruxelles. (AGI) Fab/All 182223 AGO 19 NNNN

BREXIT. COLDIRETTi: CON 1/3 CIBO DA UE RISCHIO PANICO SU SCAFFALI UK

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 22.46.18 


BREXIT. COLDIRETTi: CON 1/3 CIBO DA UE RISCHIO PANICO SU SCAFFALI UK 

DIR0106 3 ECO 0 RR1 N/POL / DIR /TXT BREXIT. COLDIRETTi: CON 1/3 CIBO DA UE RISCHIO PANICO SU SCAFFALI UK (DIRE) Roma, 18 ago. - Con quasi 1/3 del cibo consumato in Gran Bretagna che arriva dai paesi dell'Unione Europea e' giustificato lo scenario preoccupante a cui si prepara a far fronte il governo britannico nel caso il Regno Unito in autunno dovesse lasciare l'Unione europea senza alcun accordo. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti in riferimento alle indiscrezioni sul piano Operation Yellowhammer in caso di No deal. A spaventare- sottolinea la Coldiretti- sono gli effetti degli eventuali i dazi e dei ritardi doganali che scatterebbero con il nuovo status di Paese Terzo rispetto all'Unione Europea. La Gran Bretagna- evidenzia la Coldiretti- produce appena la meta' del cibo che consuma ed e' costretta pertanto a ricorrere alle importazioni dall'Unione Europea (30%), dalle Americhe (8%), dall'Africa (4%), dall'Asia (4%), da altri paesi del mondo. L'Italia- precisa la Coldiretti- ha importanti relazioni nell'agroalimentare con forniture che nel 2018 hanno raggiunto i 3,4 miliardi di euro e classificano la Gran Bretagna la quarto posto tra i partner commerciali del Belpaese nell'agroalimentare. Dopo il vino che complessivamente fattura sul mercato inglese quasi 827 milioni di euro, spinto dal boom del Prosecco Dop con 348 milioni di euro, al secondo posto tra i prodotti agroalimentari italiani piu' venduti in Gran Bretagna c'e' proprio l'ortofrutta fresca e trasformata come i derivati del pomodoro con 234 milioni, ma rilevante- continua la Coldiretti- e' anche il ruolo della pasta, dei formaggi e dell'olio d'oliva. Importante anche il flusso di Grana Padano e Parmigiano Reggiano per un valore attorno ai 85 milioni di euro. Senza accordo - denuncia la Coldiretti -un problema riguarda anche la tutela giuridica dei marchi con le esportazioni italiane di prodotti a indicazioni geografica e di qualita' (Dop/Igp) che incidono per circa il 30 per cento sul totale dell'export agroalimentare Made in Italy e che senza protezione europea rischiano di subire la concorrenza sleale dei prodotti di imitazione da Paesi extracomunitari. Non vanno infatti dimenticati - conclude la Coldiretti - i casi, smascherati in passato, della vendita in Gran Bretagna di falso prosecco alla spina, in lattina o in polvere nei wine kit. (Pol/ Dire) 22:45 18-08-19 NNNN

Migranti: Spagna ha offerto porti di Palma di Maiorca e Minorca =

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 22.54.45 

= Migranti: Spagna ha offerto porti di Palma di Maiorca e Minorca = 

(AGI/EFE) - Madrid, 18 ago. - Il governo spagnolo ha offerto alla nave di Open Arms, che si trova davanti alla costa di Lampedusa, i porti di Palma di Maiorca e Minorca. Lo hanno riferito alle Efe fonti della Moncloa, che ne hanno parlato alla presidente del governo delle Isole Baleari, Francina Armengol. I porti offerti sono, su una eventuale rotta di Open Arms verso la Spagna, piu' vicini di quello di Algeciras, offerto in precedenza e rifiutato dalla ong. (AGI) Fab 182254 AGO 19 NNNN

Open Arms: Toninelli, grazie a Spagna anche se molto ritardo

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 20.57.46 


Open Arms: Toninelli, grazie a Spagna anche se molto ritardo 

ZCZC2990/SXA XCI67842_SXA_QBXB U POL S0A QBXB Open Arms: Toninelli, grazie a Spagna anche se molto ritardo 'E' necessario e impellente cambiare Regolamento di Dublino' (ANSA) - ROMA, 18 AGO - "Un Paese che consente ad una Ong di issare la propria bandiera su una nave, poi non si puo' girare dall'altra parte. Grazie dunque alla Spagna per aver offerto un porto alla Open Arms, anche se con troppi giorni di ritardo". Lo puntualizza il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli in un post su Fb. Secondo il ministro pentastellato ora "e' quanto mai necessario e impellente cambiare il Regolamento di Dublino".(ANSA). TEO 18-AGO-19 20:57 NNNN

>>>ANSA/ Chi c'e' dietro la furia di Trump contro i migranti

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 19.29.09

>>>ANSA/ Chi c'e' dietro la furia di Trump contro i migranti

ZCZC2616/SXB ONY66717_SXB_QBXB R EST S0B QBXB >>>ANSA/ Chi c'e' dietro la furia di Trump contro i migranti Miller il fedelissimo che scrive i discorsi, "c'e' solo lui" (ANSA) - NEW YORK, 18 AGO - E' l'uomo dietro alle politiche dell'immigrazione e a discorsi di Donald Trump contro gli immigrati: convinto che la "cittadinanza americana sia qualcosa di sacro" e che il suo lavoro punti all'obiettivo di "salvare la societa'" dalla "decadenza", Stephen Miller e' l'architetto 'furia' del presidente americano contro gli immigrati. A soli 33 anni e' uno dei fedelissimi del tycoon, uno dei piu' longevi all'interno di un'amministrazione che perde pezzi, uno dei pochi non membri della famiglia del presidente che gode di un'attenzione assoluta quando entra nello Studio Ovale. Non ha ambizioni personali e non guarda al futuro: per Miller c'e' solo Trump. "Ogni giorno ringrazio Dio per avermi concesso il privilegio di lavorare con questo presidente e la sua missione" dice Miller in un'intervista al Washington Post, respingendo chi lo attacca e lo definisce un razzista. "Chi lo dice e' un pazzo ignorante che non trova posto in una societa' civilizzata" spiega. Poi aggiunge: "e' una bugia dire che sono razzista" perche' mostra di "non capire i danni causati da un'immigrazione non controllata di gente di diversa estrazione sociale". nel mirino di Miller - secondo alcuni che lavorano a stretto contatto con lui - non ci sono solo gli immigrati illegali: al giovane 33enne non vanno giu' neanche coloro che cercano di entrare per vie legali. Ridurre i visti e', per Miller, un elemento centrale dell'agenda di Trump contro il "globalismo" e contro i capitalisti che spostano oltreoceano le loro attivita' a caccia di un costo del lavoro piu' basso. Miller si definisce un populista repubblicano, che non ha nulla a che vedere con la sua famiglia democratica della California. "Tutti i miei parenti, sia lontani sia vicini, sono dei liberal democratici. Non penso di aver mai incontrato un conservatore nella mia famiglia" racconta Miller, ricordando il rapporto difficile con i suoi professori al liceo di Santa Monica, roccaforte liberal della California. Lo studente Miller trovava i corsi di storia inadeguati perche' scoraggiavano il patriottismo e non promuovevano l'identita' comune e condivisa dell'America. "Il sistema dell'istruzione era concentrato nel mettere in evidenza le cose che ci distinguevano non quelle che ci univano. L'immigrazione per funzionare deve avere l'enfasi sull'e pluribus unum, e creare una coesione nazionale". Dalla Casa Bianca di Trump ora Miller punta a realizzare le sue idee dando voce, e' la sua convinzione, a quell'America rimasta tagliata fuori e che vede nel tycoon l'ancora di salvezza.(ANSA). DRZ 18-AGO-19 19:28 NNNN 

= Brexit: emanato decreto che mette fine a leggi Ue dal 31 ottobre =

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 19.09.00

= Brexit: emanato decreto che mette fine a leggi Ue dal 31 ottobre =

(AGI/AFP) - Londra, 18 ago. - Londra ha emesso un decreto che mette fine dal prossimo 31 ottobre a tutte leggi dell'Ue in vigore in Gran Bretagna. Si tratta di un passaggio burocratico, dal carattere soprattutto simbolico, con cui probabilmente il premier Boris Johnson intende mettere pressione su Bruxelles, affinche' torni al negoziato sulla Brexit. L'European Communities Act fu emanato 46 anni fa, e fece di Londra uno dei Paesi protagonisti dell'unita' politica del continente: esso consente alle leggi europee di confluire direttamente nel sistema normativo britannico. Quello di oggi, ha affermato il ministro della Brexit, Stephen Barclay, e' "una pietra miliare per la riappropriazione del controllo sulla legislazione da parte del Regno Unito. E' un segnale chiaro che il popolo non torna sui propri passi, e che, come promesso, lasceremo l'Unione europea il 31 ottobre, qualsiasi cosa accada". (AGI) Fab 181908 AGO 19 NNNN   

>>>ANSA/ Brexit:'Se sara' no deal,a rischio stock farmaci e cibo'

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 19.39.49


>>>ANSA/ Brexit:'Se sara' no deal,a rischio stock farmaci e cibo'

ZCZC2688/SXB XAI67172_SXB_QBXB R EST S0B QBXB >>>ANSA/ Brexit:'Se sara' no deal,a rischio stock farmaci e cibo' Documento segreto del governo. Johnson vola da Merkel e Macron (di Benedetta Guerrera) (ANSA) - ROMA, 18 AGO - Gravi carenze di cibo, medicine, carburante. Confine rigido con l'Irlanda, caos nei porti, difficolta' per i viaggiatori britannici negli aeroporti, aumento della tensione sociale. E' un futuro apocalittico quello che aspetta la Gran Bretagna nel caso di una Brexit senza accordo stando a un documento segreto del governo pubblicato dal Sunday Times. Un dossier "ufficiale e sensibile" diffuso secondo una fonte di Downing Street da un ex ministro proprio alla vigilia del primo viaggio all'estero da premier di Boris Johnson per due cruciali colloqui con Angela Merkel ed Emmanuel Macron in vista del summit del G7 di Biarritz. E nel giorno in cui il governo, con un gesto atteso ma con un forte valore politico, ha firmato la misura per annullare l'atto del 1972 che sanciva l'adozione delle leggi europee da parte del Regno Unito. Chiamato in codice 'Operation Yellohammer' (il nome in inglese di un uccellino, lo zigolo giallo), il piano era in realta' gia' trapelato a settembre dell'anno scorso ma solo in forma di foto rubata a qualcuno che usciva dagli uffici del governo a Whitehall tenendolo sotto il braccio. Poco si riusciva a capire dall'immagine sfocata se non che si trattava di "piani di emergenza in caso di no-deal". E notizie di possibili carenze o aumenti vertiginosi dei prezzi di beni essenziali si erano rincorse negli ultimi mesi. Il piano rivelato dal Sunday Times, e poi anche dal Guardian, risalirebbe pero' ad un mese fa e descrive un quadro molto piu' dettagliato e di conseguenza piu' preoccupante. Soprattutto alla luce del termine del 31 ottobre, data definitiva del divorzio del Regno Unito da Bruxelles, e degli incontri tra Johnson come Merkel e Macron mercoledi' e giovedi' prossimi. Nel documento si parla, ad esempio, del rischio che l'85% dei camion che attraversano la Manica non siano pronti per la dogana francese in caso di mancato accordo e potrebbero generare caotiche file di attesa di giorni, mandando i porti in tilt per almeno tre mesi. Dopo poco si farebbe sentire la penuria di molte merci primarie. Secondo Whitehall, la fornitura di medicinali e cibo potrebbe "essere suscettibile di gravi e lunghi ritardi", con un aumento dei prezzi e ricadute sui redditi delle persone piu' povere. Il documento mette in evidenza inoltre il pericolo che le imposte sulle importazioni di benzina portino alla chiusura di due raffineria con la conseguente perdita di "2.000 posti di lavoro". Una fonte di Downing Street ha spiegato alla Bbc che il documento e' stato diffuso da un ex ministro per "influenzare i colloqui" tra il premier e "i leader europei" ed e' stato elaborato "quando i ministri stavano facendo ostruzionismo su cio' che andava fatto per prepararsi all'uscita e i fondi non erano disponibili". Michael Gove, il ministro delegato dal per intensificare preparativi dei piani di emergenza in vista dell'eventuale hard Brexit, prova a gettare acqua sul fuoco commentando su Twitter che il documento in questione si riferisce al "peggiore dei casi" ed "e' vecchio". Ma una fonte di Whitehall che ha parlato con il Sunday Times sostiene tutto il contrario. "Non si tratta di un 'Progetto Paura', ma la previsione piu' realistica di cio' che la gente dovra' affrontare in caso di no deal. Si tratta di scenari ragionevoli e basilari". Intanto 100 deputati hanno scritto una lettera al primo ministro chiedendogli di riconvocare immediatamente il parlamento e di tenerlo in seduta permanente fino al giorno in cui il Regno Unito lascera' l'Ue. "Siamo sull'orlo di una crisi economica", scrivono i parlamentari. "Bisogna che la voce del popolo britannico sia ascoltata e che il suo governo sia sottoposto ad un controllo adeguato". Sull'edizione domenicale del Guardian e' tornato a parlare il leader dell'opposizione laburista Jeremy Corbyn ribadendo che la sua nomina a premier ad interim "e' la soluzione piu' semplice e democratica per evitare il no deal". GUE 18-AGO-19 19:39 NNNN 

Brexit, governo firma legge su abolizione norme europee

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 19.51.47


* Brexit, governo firma legge su abolizione norme europee

* Brexit, governo firma legge su abolizione norme europee "Poteri legislativi tornano al Regno Unito" Roma, 18 ago. (askanews) - Il governo britannico ha varato un provvedimento che cancella l'adozione nell'ordinamento nazionale delle norme europee. Lo annuncia Downing Street con una nota. L'atto del 1972 sanciva l'applicazione diretta in Gran Bretagna delle norme varate dagli organi legislativi dell'Unione. Si tratta, si legge nel comunicato del governo britannico "di un passo storico per riportare il potere legislativo da Bruxelles al Regno Unito. Stiamo riprendendo il controllo delle nostre leggi come il popolo ha chiesto nel 2016". (segue) Fgl 20190818T195146Z
DOMENICA 18 AGOSTO 2019 19.58.50


Brexit, governo firma legge su abolizione norme europee -2-

Brexit, governo firma legge su abolizione norme europee -2- Roma, 18 ago. (askanews) - L'abolizione dell'European Communities Act del 1972 sarà efficace nel momento in cui la Gran Bretagna lascerà formalmente l'UE, il prossimo 31 ottobre. "Questo è un chiaro segnale al popolo di questo Paese che non si torna indietro - ha commentanto il segretario alla Brexit Steve Barclay - lasceremo l'UE il 31 ottobre, come promesso, qualsiasi cosa accada dando seguito a quanto stabilito nel 2016". "Il voto di 17,4 milioni di persone che ha stabilito si lasciare l'UE è il mandato democratico più forte mai dato ad un governo britannico. I politici non possono decidere quale voto rispettare e quale no" ha aggiunto. Fgl 20190818T195853Z  

ANSA/ Affidi: bimba sotto il temporale perche' non cita abusi

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 20.19.30

>>>ANSA/ Affidi: bimba sotto il temporale perche' non cita abusi

ZCZC2824/SXA OBO67683_SXA_QBXB R CRO S0A QBXB >>>ANSA/ Affidi: bimba sotto il temporale perche' non cita abusi Nuove intercettazioni, madre affidataria la sbatte fuori da auto (di Stefania Passarella) (ANSA) - BOLOGNA, 18 AGO - Una bambina che non capisce perche' non puo' piu' vedere i genitori, martellata di frasi e domande per instillarle dubbi. La stessa bimba sgridata perche' non parla di abusi subiti - ma che non sarebbero mai avvenuti - e cacciata per punizione dall'auto dalla madre affidataria mentre fuori c'e' un temporale. Il quadro sui presunti affidi illeciti della Val d'Enza, il 'caso Bibbiano', descritto dall'inchiesta 'Angeli e Demoni' della Procura di Reggio Emilia si arricchisce di nuovi dettagli: gli audio delle intercettazioni di alcuni indagati. Dopo le due professioniste che ridono di un maresciallo dei carabinieri, ora ci sono gli aspri rimproveri di questa madre affidataria a una bimba tolta alla sua famiglia naturale. Con tanto di punizione sotto la pioggia. "Scendi, non ti voglio piu'. Io non ti voglio piu', scendi, scendi!", cosi' grida la donna, indagata dalla Procura reggiana, in un'intercettazione ambientale mandata in onda dal TgR Emilia-Romagna in un servizio di Luca Ponzi. La testimonianza audio amplifica la drammaticita' di un episodio che era gia' emerso dalle carte dell'inchiesta. I giudici descrivono una bambina oggetto di vessazioni psicologiche del tutto gratuite, dettate dall'esigenza di denigrare i genitori naturali. La piccola viene sbattuta fuori dall'auto in una giornata di pioggia del 20 novembre, come punizione per il fatto che non voleva ammettere di 'pensare' quello che la madre affidataria riteneva che Anna (nome di fantasia della bimba, ndr), stesse 'pensando'. La donna intima alla bambina di rivelare il male fattole dai genitori naturali. "Pensi che? - dice - Anna pensa che??? (urlando sempre di piu', ndr) Daii! Quando mi vedi davanti al telefono Anna pensa che??? Dai dillo!!!" La bimba dice che non riesce a parlare con la donna e che ritiene di avere ragione. A questo punto l'affidataria ferma la macchina e urla "Porca puttana... porca puttana vai da sola a piedi... porca puttana! Scendi! Scendi! Non ti voglio piu'". Si sente aprire lo sportello e si sente lo scrosciare della pioggia. La donna continua: "Io non ti voglio piu', scendi!". La bimba appare impaurita e dice con voce tremolante: "Perche'..." C'e' poi un altro audio mandato in onda oggi. E' la stessa donna che parla alla medesima bambina, ma stavolta le rimprovera di non mettere nero su bianco su un quaderno gli abusi che avrebbe subito in passato: "Tu non ci scrivi - dice - perche' c'hai paura di scrivere, perche' le cose che devi scrivere adesso sono talmente profonde che non ti va piu' di scriverci. Non ci vuoi neanche andare vicino". E dagli atti la conversazione prosegue, sempre urlando: "Anziche' dire... io sono cosi' perche' mi e' successo questo! Piuttosto che dare la colpa a quelli che ti hanno fatto male dai la colpa a quelli che ti vogliono bene!". "Anziche' dire sono stati loro (i genitori naturali, ndr) a farmi male no... sono Michela e Andrea (nomi di fantasia della coppia affidataria, ndr) che mi sgridano... troppo comodo". Abusi che pero', stando all'inchiesta, la piccola non avrebbe in realta' mai subito. La bambina e' infatti protagonista di un altro dialogo intercettato e citato nell'ordinanza per spiegare come i bambini venissero di fatto plagiati, in modo da formare false relazioni. "Ma io non mi ricordo perche' non li posso piu' vedere", diceva la bambina nell'ottobre 2018. "Ma non ti ricordi che hai detto che (tuo padre, ndr) non lo volevi piu' rivedere? Io ricordo questo", risponde una psicologa, indagata. Ma la bambina: "Non ho detto questo". "Si', hai detto che non volevi vederlo perche' avevi paura che ti facesse del male", le rispondeva l'affidataria. L'inchiesta ha portato a fine giugno a 18 misure cautelari e si e' concentrata su 6-7 casi e alcune figure chiave. Uno scandalo diventato terreno di scontro politico perche' tra gli indagati, ora ai domiciliari, c'e' anche il sindaco Pd di Bibbiano, Andrea Carletti, accusato di abuso d'ufficio e falso ideologico. Il leader della Lega Matteo Salvini oggi torna a gridare "vergogna", "sono dei mostri, non esseri umani. Per loro tanta galera e nessuna pieta'". Il Movimento 5 Stelle, in una fase politica di equilibri sul filo del rasoio, pero' lo incalza e gli chiede con quale "coraggio" parli, sostenendo che con la scelta di provocare la crisi ha "mandato in fumo le speranze delle vittime di questo sistema illecito". Il riferimento e' alla task force per il monitoraggio nazionale sugli affidi avviata dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e ora "bloccata perche' Salvini desidera piu' poltrone in Parlamento". (ANSA). PSS 18-AGO-19 20:18 NNNN 

Dorme su materassino e corrente lo porta da Scilla a Messina, salvato =

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 20.25.27

Dorme su materassino e corrente lo porta da Scilla a Messina, salvato =

(AGI) - Messina, 18 ago. - Si e' conclusa con lieto fine l'avventura di un ventottenne reggino uscito in mare su un materassino a Scilla, in Calabria, e rintracciato parecchie ore dopo nei pressi della costa di Messina. Molto probabilmente si era addormentato e la corrente lo ha trascinato verso la costa siciliana. E' accaduto ieri pomeriggio. Il giovane, al tramonto, si e' tuffato in mare con il materassino gonfiabile dalla spiaggia di uno stabilimento balneare di Scilla. Un amico, non vedendolo piu' tornare, ha dato l'allarme chiedendo aiuto alla Capitaneria di Porto. Sono state avviate le ricerche in mare con quattro motovedette delle Capitanerie di Porto di Messina e Reggio Calabria. Nel frattempo anche a terra si e' cercato il giovane ed inoltre e' intervenuto un elicottero per le ricerche dall'alto, ricerche rese piu' difficili dalla scarsa visibilita'. Alla fine il giovane e' stato intercettato in mare a circa due miglia dalla costa davanti a Scilla mentre era ancora sul materassino. Recuperato, e' stato riportato a Scilla (Reggio Calabria) ed affidato alle cure dei medici del 118, e successivamente e' tornato a casa. (AGI) Me2/Vic 182025 AGO 19 NNNN   

Lecco: mangiano a casa di amico, intossicati da funghi, 12 ricoverati =

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 20.32.12

Lecco: mangiano a casa di amico, intossicati da funghi, 12 ricoverati =

(AGI) - Lecco, 18 ago. - Una dozzina di persone sono state ricoverate in ospedale per aver mangiato funghi risultati tossici. E' accaduto a Barzio, in Valsassina. I dodici intossicati erano a tavola a casa di un amico quando hanno accusato i primi malesseri gastrointestinali. Chiamato il 118, tutti sono stati ricoverati in ospedali in osservazione. (AGI) Bs1/Vic 182032 AGO 19 NNNN   

= Migranti: Madrid offre a Open Arms porto piu' vicino di Algeciras =

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 20.38.14

= Migranti: Madrid offre a Open Arms porto piu' vicino di Algeciras =

(AGI/EFE) - Madrid, 18 ago. - Il governo spagnolo ha offerto alla nave Open Arms, che si trova davanti alla costa di Lampedusa, un porto piu' vicino rispetto a quello di Algeciras, che era stato rifiutato dalla ong. Lo hanno roferito alla Efe finti della Moncloa.(AGI) Fab 182038 AGO 19 NNNN   

ANSA/ Norme e tecnologia per allungare la vita del cibo fresco

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 17.04.25


ANSA/ Norme e tecnologia per allungare la vita del cibo fresco

ZCZC1934/SXA XSP54088_SXA_QBXB R ECO S0A QBXB ANSA/ Norme e tecnologia per allungare la vita del cibo fresco Nuovi imballaggi contro lo spreco alimentare (di Alessandra Moneti) (ANSA) - ROMA, 18 AGO - Passa per la tecnologia e l'aggiornamento normativo la lotta agli sprechi alimentari e la spinta all'acquisto consapevole di cibo. "La durata del latte fresco e' definita da una normativa di 30 anni fa che e' diventata obsoleta perche' non tiene conto dei miglioramenti in stalla e nella trasformazione" ha lamentato il ministro delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio in un recente incontro Granarolo, preannunciando incontri tecnici al Mipaaft per ragionare sulla shelf-life degli alimenti nell'ambito delle politiche contro lo spreco alimentare e a favore della competitivita' delle imprese e del Made in Italy. "Siamo sollecitati a un cambiamento, - ha risposto il presidente Granarolo Gianpiero Calzolari - come industria dobbiamo produrre meglio. Ma servirebbe anche una premialita' per i comportamenti virtuosi". Intanto, tra i banchi frigo dei supermercati, il consumatore trova gia' innovazioni salva-freschezza. Con una operazione-trasparenza promossa Tartare, tagliate, bistecche, e altri tagli pregiati di bovino. Bovinmarche, Associazione di Produttori della Filiera Agroalimentare Carni della Marca, con i suoi 2,5 milioni di euro di fatturato, propone a scaffale, per la prima volta a Roma, la carne di razza Marchigiana Ig "Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale" in un particolare tipo di packaging trasparente, lo "skin pack". Con questo metodo la pellicola alimentare viene fatta aderire attorno alla carne come una seconda pelle ("skin" appunto) sottovuoto e chiusa ermeticamente. La carne non rilascia quindi acqua durante il ciclo di vita sullo scaffale, e mantiene tutte le sue caratteristiche. "Lo skin - dice Paolo Laudisio, direttore Bovinmarche - e' oggi un trend consolidato nell'industria della carne fresca. Il suo piu' grande vantaggio e' che i prodotti, confezionati senza utilizzo di aria, hanno una shelf life molto piu' lunga - circa 10 giorni in piu' - rispetto a quelli trattati con le tradizionali tecnologie di confezionamento. Siamo entusiasti - aggiunge - dell'ottimo risultato ottenuto tra i consumatori romani. Iniziata qualche giorno fa come test, la fornitura alla grande distribuzione organizzata di Roma, sta diventando in pochi giorni una realta' stabile: i 6 quintali di bovino di Marchigiana consegnati sono stati subito recepiti come prodotto di qualita' certificata". Arriva poi un imballaggio all'avanguardia per l'ortofrutta: "opo un primo test effettuato sulle fragole confezionate nell'imballaggio Attivo, stiamo continuando a monitorare l'utilizzo di questo imballo su pesche e nettarine - dichiara Emanuele Tulli, responsabile ortofrutta di Ce.Di Marche - con l'obiettivo di offrire ai nostri clienti prodotti ortofrutticoli con una shelf-life maggiore". Con il confezionamento in imballaggio Attivo la shelf-life e' superiore di 24-36 ore. I test di laboratorio hanno dimostrato che, rispetto ad altre tipologie tradizionali di confezioni, la quantita' di prodotto da scartare si riduce dal 25 al 20% per pesche e nettarine e dal 18 al 13% nel caso delle albicocche. L'utilizzo in Italia di imballaggi Attivi in cartone ondulato Bestack consentirebbe di evitare di sprecare 84 mila tonnellate di pesche e nettarine per un valore di 134 milioni. E di 12 mila tonnellate di albicocche per un valore di 27,9 milioni. "Sono i fatti che confermano la bonta' della nostra intuizione - fa notare Claudio Dall'Agata, direttore di Bestack -. E le esperienze degli operatori che stanno impiegando l'imballaggio Attivo sono la migliore premessa per auspicare una crescente diffusione. Diversi gruppi distributivi, leader a livello italiano, si stanno infatti interessando direttamente". E L'innovativo imballaggio Attivo di Bestack cresce in Gdo (grande distribuzione organizzata), come dimostrano le adesioni al suo utilizzo di Dimar, Ali' e Ce.Di. Marche. (ANSA). MON 18-AGO-19 17:03 NNNN 

Usa: la provocazione di Elon Musk, bombardare Marte

DOMENICA 18 AGOSTO 2019 17.24.15

Usa: la provocazione di Elon Musk, bombardare Marte

ZCZC2011/SXB ONY66557_SXB_QBXB R EST S0B QBXB Usa: la provocazione di Elon Musk, bombardare Marte In modo da renderlo abitabile per gli umani (ANSA) - NEW YORK, 18 AGO - Bombardare Marte con una bomba nucleare per renderlo un pianeta abitabile per gli esseri umani. Elon Musk, il miliardario visionario dietro a Tesla e SpaceX, torna a rilanciare la sua idea provocatoria. Lo fa su Twitter presentando anche delle maglietta ad hoc con la scritta "bombardare marte" a soli 25 dollari l'una. Non e' la prima volta che Musk lancia l'idea di bombardare il pianeta rosso: gia' nel 2017 aveva illustrato come, a suo avviso, gli umani avrebbero potuto installare una colonia da 1 milione di persone su marte in meno di 100 anni.(ANSA). DRZ 18-AGO-19 17:23 NNNN 

Carenza medici: Cimo, anarchia in corsia e allarme sicurezza



DOMENICA 18 AGOSTO 2019 17.35.02


Carenza medici: Cimo, anarchia in corsia e allarme sicurezza

ZCZC2062/SXB XSP66560_SXB_QBXB R CRO S0B QBXB Carenza medici: Cimo, anarchia in corsia e allarme sicurezza Il sindacato si riserva la verifica delle norme (ANSA) - ROMA, 18 AGO - E' "anarchia nelle corsie e allarme per la sicurezza dei pazienti": il sindacato dei medici CIMO ritiene infatti giunto oltre il livello di guardia il ricorso, ormai dilagante in alcune regioni, a medici a partita iva, pensionati e specializzandi non adeguatamente formati per sopperire alle carenze di personale nel SSN, causate da anni di disinteresse politico per la sanita'. CIMO si riserva una verifica giudiziale riguardo la legittimita' delle differenti scelte intraprese oggi dalle varie amministrazioni locali. "Soluzioni affrettate, opportunistiche e senza certezza giuridica, in un contesto che richiederebbe invece maggiore responsabilita' istituzionale e l'adozione di un quadro di regole certe. Per questo CIMO rilancia e chiede al piu' presto un serio confronto in sede di Conferenza Stato - Regioni con il contributo della Federazione dei medici e delle OO.SS. di categoria, per ridurre l'attuale caos orchestrando un saggio governo di tali delicati processi di reclutamento e con l'obiettivo di una maggiore tutela dei professionisti cui e' delegato il compito di garantire, nella massima competenza, la sicurezza nelle cure dei cittadini", scrive il sindacato. "Vediamo chiaramente il rischio che, dietro al paravento dell'autonomia differenziata, si tenti di 'far saltare il banco' delle regole fondamentali sulla tutela del lavoro condivise a livello nazionale e del livello di professionalita' medica che dobbiamo garantire ai pazienti in ogni angolo del Paese", spiega il Presidente nazionale CIMO, Guido Quici che ritiene sia in gioco la sicurezza delle cure. (ANSA). BR 18-AGO-19 17:34 NNNN