Translate

sabato 2 settembre 2017

Cannabis: studio, per meta' fumatori dispnea e tosse cronica =


Cannabis: studio, per meta' fumatori dispnea e tosse cronica =

(AGI) - Milano, 2 set. - Fumare hashish o marijuana fa male anche ai
polmoni e non solo ai neuroni. Lo rivela uno studio presentato da un
gruppo di ricercatori turchi al Congresso Europeo di Salute
Respiratoria (ERS Congress) a Milano. I ricercatori hanno condotto i
loro studi su un gruppo di sedicenni ospiti presso un centro di
disintossicazione di Istanbul che avevano consumato quotidianamente
cannabis per circa 4 anni. Gli effetti negativi sulla salute dei
giovani fumatori di cannabis sono risultati evidenti. Intanto ?
apparso subito evidente un un deterioramento dei parametri
spirometrici, quelli cio? che misurano l'idoneit? delle vie
respiratorie nel trasporto dell'ossigeno - rispetto ai risultati del
gruppo di controllo su maschi sani della stessa et? e citt?. Sia la
FVC (che misura il volume massimo di aria espirata), che la FEV1, che
indica invece il volume massimo d'aria espirata in un secondo,
risultavano statisticamente pi? basse rispetto al gruppo di non
fumatori di valori compresi fra il 25 e il 75 per cento. Inevitabili
poi gli effetti sulla salute. Il 56 per cento di loro soffre di
congestione nasale, il 76 per cento di catarro, il 75 per cento di
loro ha difficolt? nello svolgere attivit? fisica, il 51 per cento
soffre di dispnea, uno dei principali sintomi di affaticamento
respiratorio, e il 57 per cento convive quotidianamente con una tosse
cronica. Anche la marijuana contiene sostanze cancerogene, i cui
effetti non sono ancora ben noti a causa della mancanza di studi
sull'argomento. "Fumare da giovani significa costruirsi un futuro
pieno di problemi di salute" ricorda Roberto Boffi dell?istituto
nazionale dei tumori di Milano. "In primo luogo il fumo peggiora la
qualit? della vita, producendo a lungo termine difficolt?
respiratorie anche a riposo, spesso come conseguenza di una scarsa
abitudine all'attivit? fisica che risulta pi? difficoltosa anche nei
fumatori abituali pi? giovani. Per non parlare delle malattie
respiratorie ostruttive, come asma e BCPO molto pi? frequenti in chi
fuma, e del tumore al polmone, per il 90 per cento dei casi provocato
dal fumo". C?e' inoltre un rischio in pi? per i fumatori di cannabis.
Spiega Boffi: "Uno studio di qualche anno fa condotto ad Amsterdam
aveva dimostrato che i fumatori abituali di cannabis hanno
statisticamente pi? episodi di pneumotorace (cio? la rottura
improvvisa di un polmone), a causa delle continue manovre
inspiratorie forzate che sono implicite nell'atto di fumarla e che
determinano un precoce consumo dei polmoni, specie nelle zone
apicali". (AGI)
Pgi
021100 SET 17
NNNN    

Nessun commento:

Posta un commento