Translate

sabato 26 novembre 2016

Referendum: comitato No denuncia, fotografate schede estero


Referendum: comitato No denuncia, fotografate schede estero


ZCZC2844/SXA
XPP16934_SXA_QBXB
U POL S0A QBXB
Referendum: comitato No denuncia, fotografate schede estero
Secondo Viminale non c'e' reato. Pronti a esposti in sede penale
(ANSA) - ROMA, 26 NOV - "Il Comitato per il No ha segnalato"
alla Farnesina "casi di elettori che hanno ricevuto due plichi e
altri nessuno, di cittadini privi di nazionalita' italiana che
pero' hanno ricevuto le schede per votare, o di cittadini che
hanno scoperto di non essere iscritti nelle liste elettorali.
Rilievi ai quali" la Farnesina "ha risposto con la dovuta
sollecitudine, andando a verificare caso per caso". Lo si legge
in una nota del Comitato per il No.
"Tranne che per quello che appare come il caso piu' grave: gli
elettori che hanno fotografato e postato sui loro profili social
la scheda con il voto espresso, rendendo cosi' evidente la loro
scelta e facendo quindi venir meno la segretezza del voto",
denuncia il Comitato. "La Farnesina si e' limitata a girare la
questione al Viminale, secondo il quale la riservatezza del voto
deve essere preservata, salvo non sia l'elettore stesso a
dichiarare spontaneamente il suo voto non intravedendo quindi un
reato nel fatto che un elettore dichiari pubblicamente il
proprio voto". Ma il Comitato sulla questione si riserva di
presentare "esposti" in sede penale. (SEGUE).
MAT-COM
26-NOV-16 14:03 NNNN
Referendum: comitato No denuncia, fotografate schede estero (2)

ZCZC2853/SXA
XPP17003_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB
Referendum: comitato No denuncia, fotografate schede estero (2)
(ANSA) - ROMA, 26 NOV - "E' fitta la corrispondenza tra il
Comitato per il No e l'Ufficio centrale per i Servizi agli
italiani all'estero della Farnesina. Come promesso nel corso
dell'incontro che si e' svolto alcuni giorni fa, il ministro
Gentiloni ha fornito un indirizzo mail al quale inviare
segnalazioni di anomalie e irregolarita' nello svolgimento delle
procedure di voto da parte dei connazionali residenti fuori
dall'Italia", spiega il Comitato per il No al referendum.
Ma sulle foto del voto da parte degli italiani all'estero, il
Viminale non ha intravisto gli estremi di un reato: "Peccato che
un conto e' dichiarare il proprio voto, un altro e' fotografare la
scheda, cosa che e' espressamente vietata dalla legge italiana
perche' potrebbe prefigurare il voto di scambio. Benche'
autorevole, il parere del Viminale non puo' considerarsi
esaustivo su una questione di carattere costituzionale e dunque
il Comitato per il No insiste a chiedere approfondimenti e
verifiche, anche utilizzando le denunce piu' circostanziate e
corredate da foto che saranno presto inviate. Riservandosi
comunque di presentare esposti penali alla magistratura per
garantire a tutti la certezza che un voto cosi' importante,
quello sulla Costituzione, si sia svolto in modo regolare e
senza indebite pressioni".(ANSA).
MAT-COM
26-NOV-16 14:04 NNNN