Translate

lunedì 8 ottobre 2012

NOBEL: CELLULE ADULTE RINGIOVANISCONO COME STAMINALI, SCOPERTA PREMI MEDICINA 2012


NOBEL: CELLULE ADULTE RINGIOVANISCONO COME STAMINALI, SCOPERTA PREMI MEDICINA 2012 =

Roma, 8 ott. (Adnkronos Salute) - Cellule adulte, e gia'
differenziate, possono essere riprogrammate, facendole tornare
'bambine'. Si possono sviluppare cosi' in qualunque tipo di tessuto
del corpo umano. E' questa la scoperta che ha valso il Premio Nobel
per la Medicina e la fisiologia 2012 al britannico John B. Gurdon e al
giapponese Shinya Yamanaka. Una scoperta, sottolinea l'assemblea nelle
sue motivazioni, che ha rivoluzionato la comprensione di come le
cellule e gli organismi si sviluppano.

Gurdon ha dimostrato nel 1962 che la differenziazione delle
cellule e' un processo reversibile. Sostituendo il nucleo di una
cellula uovo immatura di una rana con il nucleo di una cellula
intestinale matura, la prima anche se modificata si sviluppa in un
normale girino. Lo scienziato aveva trovato la prova che il Dna di una
cellula matura ha tutte le informazioni necessarie per dare vita a
tutti gli altri tipi cellulari. Oltre 40 anni dopo, nel 2006, Yamanaka
ha scoperto che cellule adulte nei topi possono essere riprogrammate a
uno stadio di immaturita', rendendole staminali pluripotenti, in grado
di differenziarsi nei tessuti desiderati. Sorprendentemente, bastava
introdurre un pugno di geni per ottenere queste simil-staminali.

Due scoperte che sono delle pietre miliari, evidenzia
l'assemblea: da allora i libri di testo sono stati riscritti e si sono
aperti e consolidati nuovi filoni di ricerca. Riprogrammando le
cellule adulte dell'organismo umano, gli scienziati hanno creato nuove
opportunita' per studiare le malattie e soprattutto mettere a punto
nuovi strumenti di diagnosi e cura. (segue)

(Mad/Ct/Adnkronos)
08-OTT-12 12:29

NNNN
NOBEL: MEDICINA A YAMANAKA-GURDON PER STAMINALI "RIPROGRAMMATE" =
(AGI/REUTERS/AFP) - Stoccolma, 8 ott. - Il premio Nobel per la
medicina e stato assegnato al giapponese Shinya Yamanaka e al
britannico John Gurdon per il contributo alla ricerca sulla
riprogrammazione delle cellule staminali. I due scienziati sono
in pratica riusciti a rimandare indietro l'orologio della vita,
trasformando delle cellule adulte in embrionali e aprendo la
strada alla medicina rigenerativa.
Il 78enne Gurdon, che dirige a Cambridge, in Inghilterra,
un istituto che porta il suo nome, e' stato un pioniere della
ricerca sulle cellule staminali. Yamanaka, 50 anni, e' un
professore dell'universita' di Kyoto.
I due medici hanno consentito di scoprire che "le cellule
mature possono essere riprogrammate per diventare pluripotenti"
ovvero non piu' differenziate per un particolare tipo di
tessuto. Secondo il Comitato i due medici hanno rivoluzionato
"la comprensione dello sviluppo e della specializzazione delle
cellule". Riprogrammando le cellule umane, Yamanaka e Gurdon
hanno creato nuove opportunita' di studiare le malattie e lo
sviluppo di metodi di diagnosi e di terapie", si legge nelle
motivazioni. A causa della crisi economica il valore economico
del premio e' stato ridotto da 1,2 milioni di euro a 930mila
euro. (AGI)
Zec
081259 OTT 12
##Nobel/ I premi per la Medicina degli ultimi dieci anni - scheda
Premio 2012 a Shinya Yamanaka e John Gurdon

Stoccolma, 8 ott. (TMNews) - Di seguito i vincitori del Premio
Nobel per la Medicina degli ultimi dieci anni.

2012: Shinya Yamanaka (Giappone) e John B. Gurdon (Gran Bretagna)

2011: Bruce Beutler (Stati Uniti), Jules Hoffmann (Francia),
Ralph Steinman (Canada)

2010: Robert Edwards (Gran Bretagna)

2009: Elizabeth Blackburn (Australia-Stati Uniti), Carol Greider
e Jack Szostak (Stati Uniti)

2008: Harald zur Hausen (Germania), Françoise Barré-Sinoussi e
Luc Montagnier (Francia)


2007: Mario Capecchi (Stati Uniti), Oliver Smithies (Stati Uniti)
e Martin Evans (Gran Bretagna)

2006: Andrew Z. Fire (Stati Uniti) e Craig C. Mello (Stati Uniti)

2005: Barry J. Marshall (Australia) e J. Robin Warren (Australia)

2004: Richard Axel (Stati Uniti) e Linda B. Buck (Stati Uniti)

2003: Paul C. Lauterbur (Stati Uniti) e Peter Mansfield (Gran
Bretagna)

Mgi

081236 ott 12

Nessun commento:

Posta un commento