Translate

martedì 4 agosto 2015

PA: APPROVATA LA DELEGA, DAL SILENZIO-ASSENSO AL WI-FI/ADNKRONOS =



PA: APPROVATA LA DELEGA, DAL SILENZIO-ASSENSO AL WI-FI/ADNKRONOS =
 Accesso libero agli archivi pubblici, numero unico per le
emergenze e c.i. digitale

 Roma, 4 ago. (AdnKronos) - Via libera definitivo alla delega sulla
riforma della Pubblica amministrazione. Il provvedimento, festeggiato
dal premier Matteo Renzi con "un abbraccio agli amici gufi" a voler
evidenziare un nuovo passo nel percorso delle riforme strutturali,
introduce una serie di novità che, con l'approvazione dei decreti
attuativi, hanno l'ambizione di rivoluzionare il rapporto fra Stato e
cittadini: dall'apertura degli archivi pubblici via web al
silenzio-assenso che impone tempi rapidi per la concessione delle
autorizzazioni, fino al numero unico per le emergenze, il 112, al
libretto unico per la proprietà e la circolazione delle auto e
all'accorpamento del Corpo forestale in un altro corpo di polizia.

 Silenzio-assenso. Arrivano tempi certi per le autorizzazioni che deve
concedere la pubblica amministrazione: dopo 30 giorni, 90 in alcuni
casi, in caso di mancata risposta, via libera per l'opera oggetto
della richiesta di autorizzazione.

 Valutazione dirigenti. Possono essere licenziati ma solo se sono stati
valutati negativamente per un incarico ricevuto. In alternativa
all'uscita dalla Pa, il dirigente può chiedere il demansionamento a
funzionario. Stop alle proroghe automatiche degli incarichi
dirigenziali: dovranno essere 'giustificati' da giudizio positivo. (segue)

 (Sec-Fin/AdnKronos)
04-AGO-15 15:36

PA: APPROVATA LA DELEGA, DAL SILENZIO-ASSENSO AL WI-FI/ADNKRONOS (2) =

 (AdnKronos) - Archivi pubblici. I dati e i servizi della pubblica
amministrazione saranno accessibili direttamente, anche via web, a
imprese e cittadini. Le risorse pubbliche potranno essere monitorate
direttamente, all'insegna di una maggiore trasparenza.

 Numero emergenze. Stop a 113, 118 e 115. Ci sarà un unico numero per
le emergenze, il 112, e sarà o stesso in tutta Europa. Prevista
l'istituzione di centrali regionali in grado di smistare le chiamate
ai servizi interessati.

 Pra e libretto unico auto. Il Pubblico registro automobilistico, oggi
gestito dall'Aci, passa al ministero Infrastrutture e Trasporti, a cui
fa già capo la Motorizzazione. Si va verso un'unica banca dati per la
circolazione e la proprietà, con un solo libretto. Stop, quindi, al
certificato di proprietà.

 Corpo Forestale. Nell'ambito della riorganizzazione
dell'amministrazione, è prevista la fusione in un'altra forza di
polizia. (segue)

 (Sec-Fin/AdnKronos)
04-AGO-15 15:36

PA: APPROVATA LA DELEGA, DAL SILENZIO-ASSENSO AL WI-FI/ADNKRONOS (3) =

 (AdnKronos) - Multe e bollette. Sarà più facile effettuare i
pagamenti: potranno essere fatti entro i 50 euro attraverso l'addebito
sul conto telefonico, anche tramite sms.

 Sblocco cantieri. Viene tagliato fino al 50% il termine previsto per
le procedure che riguardano 'opere di interesse generale o l'avvio di
attività imprenditoriali'.

 Wi-Fi negli uffici pubblici. Diventano obbligatori, dalle scuole alle
biblioteche, fino agli sportelli aperti al pubblico. E dopo la
chiusura degli uffici le reti wifi diventano hotspot al servizio dei
cittadini.

 Carta d'identità digitale. Ogni cittadino avrà una sua identità
digitale per comunicare con lo Stato.

 (Sec-Fin/AdnKronos)
04-AGO-15 15:36







PA. DE PETRIS (SEL): ESATTO OPPOSTO DI QUEL CHE SERVE AL PAESE


(DIRE) Roma, 4 ago. - "Una riforma della Pa era certamente
necessaria. Purtroppo questa riforma non risolve nessun problema
e rischia anzi di peggiorare la situazione in molti punti
fondamentali". Lo afferma la presidente del Gruppo Misto-SEL
Loredana De Petris.
 "Prima di tutto- prosegue la presidente De Petris- si tratta
ancora una volta di una delega in bianco concessa al governo, e
questo e' particolarmente grave in materia di riordino dei
servizi pubblici. Una materia del genere dovrebbe infatti
quant'altre mai essere sottoposta all'esame attento e dettagliato
del Parlamento".
 "Questa riforma- aggiunge la senatrice di SEL- rischia di
avere effetti devastanti per quanto riguarda la tutela
dell'ambiente e del patrimonio culturale, cioe' della principale
ricchezza del nostro Paese. L'aula, anziche' migliorarlo, ha
ulteriormente peggiorato il testo su punti chiave come la
Conferenza dei servizi e il meccanismo del 'silenzio/assenso'.
Con il nostro emendamento sull'unitarieta' del Corpo forestale
abbiamo appena limitato il danno enorme comportato
dall'assorbimento di quel Corpo nella Polizia di Stato".
 "Assolutamente miope la scelta di sopprimere i segretari
comunali, che non servira' a tenere sotto controllo la legalita'
e non e' certamente a favore del controllo di legittimita', che
e' la vera emergenza di questo Paese. La riforma fa della Pa una
piramide, dove tutto e' deciso dal vertice e sacrifica la
terzieta' della Pa rispetto al potere politico, sola garanzia di
reale efficienza. E' l'opposto esatto- ha concluso De Petris- di
cio' che si sarebbe dovuto fare".
 (Com/Sil/ Dire)
14:26 04-08-15





P.A.: M5S, solo tagli e deleghe in bianco persa un'occasione =
(AGI) - Roma, 4 ago. - "Ci saremmo aspettati una riforma che
mettesse al centro il ruolo della Pubblica amministrazione e
invece ci troviamo davanti all'ennesima norma che contiene solo
tagli e deleghe in bianco al governo". Lo afferma il senatore
M5S Vito Crimi, nella sua dichiarazione di voto sul disegno di
legge sulla PA.
 "In questo provvedimento - continua Crimi - non si parla di
formazione del personale e riorganizzazione dei ruoli, di
valorizzazione del merito, ne' dell'immissione di risorse per
rendere la PA piu' efficiente. Il governo pensa solo ad abolire
il Corpo forestale dello Stato, la polizia provinciale, i
segretari comunali e la partecipazione degli enti locali alle
procedure partecipative, e a ridurre gli strumenti di
partecipazione dei cittadini ai processi autorizzativi in nome
di una velocita' spacciata per efficienza, ma la velocita' non
e' amica dell'interesse pubblico. Si e' persa, ancora una
volta, un'occasione per fare bene, per riformare davvero in
maniera efficiente per il cittadino la macchina organizzativa
dello Stato", conclude il grillino. (AGI)
Red/Ser
041408 AGO 15



PA. M5S: SOLO TAGLI E DELEGHE IN BIANCO, PERSA OCCASIONE


(DIRE) Roma, 4 ago. - "Ci saremmo aspettati una riforma che
mettesse al centro il ruolo della Pubblica amministrazione e
invece ci troviamo davanti all'ennesima norma che contiene solo
tagli e deleghe in bianco al governo". Lo afferma il senatore M5S
Vito Crimi, nella sua dichiarazione di voto sul disegno di legge
sulla Pa.
 "In questo provvedimento- continua- non si parla di formazione
del personale e riorganizzazione dei ruoli, di valorizzazione del
merito, ne' dell'immissione di risorse per rendere la PA piu'
efficiente. Il governo pensa solo ad abolire il Corpo forestale
dello Stato, la polizia provinciale, i segretari comunali e la
partecipazione degli enti locali alle procedure partecipative, e
a ridurre gli strumenti di partecipazione dei cittadini ai
processi autorizzativi in nome di una velocita' spacciata per
efficienza, ma la velocita' non e' amica dell'interesse pubblico.
Si e' persa, ancora una volta, un'occasione per fare bene, per
riformare davvero in maniera efficiente per il cittadino la
macchina organizzativa dello Stato".
 (Com/Vid/ Dire)
13:40 04-08-15


P.a: Cisl, smembramento corpo forestale e' una sciagura =
(AGI) - Roma, 4 ago. - "Lo smembramento del Corpo forestale
dello Stato previsto dal Ddl Madia e' una sciagura per il Paese
e per l'ambiente". Lo dichiara Pompeo Mannone, segretario
generale della Federazione nazionale della sicurezza della
Cisl, che chiede al premier Matteo Renzi di aprire un confronto
per trovare le soluzioni piu' idonee ed evitare che prevalga
"la logica della scorciatoia mediatica attraverso l'inutile
quanto dannoso accorpamento dell'unica forza di polizia
specializzata nella sicurezza ambientale ed agroalimentare".
"Il Corpo forestale - sostiene Mannone - deve essere
riorganizzato, ottimizzate le funzioni superando anche
sovrapposizioni con altri Corpi dello Stato ma non
destrutturato ed accorpato ad un altro corpo di polizia ed
addirittura in un Corpo ad ordinamento militare. Riteniamo che
i decreti delegati che scaturiranno dal ddl Madia non possano
che percorrere la linea di salvare il Cfs e le sue funzioni
ambientali". (AGI)
Ing
041312 AGO 15



P.A: Lega Nord, soppressione CFS scelta scellerata =
(AGI) - Roma, 4 ago. - "Lo scioglimento del Corpo forestale
dello Stato previsto nella riforma della Pubblica
amministrazione e' l'agnello sacrificale per la campagna
demagogica di Matteo Renzi, a cui interessa solo twittare la
riduzione da cinque a quattro delle forze di polizia spacciando
risparmi inesistenti. Con questo provvedimento si e' persa
l'occasione di costituire una vera polizia ambientale". Lo
scrivono in una nota congiunta i senatori della Lega Nord,
Paolo Arrigoni e Stefano Candiani.
 "Il passaggio del Corpo forestale dello Stato nell'Arma dei
Carabinieri, per la quale nutriamo massimo rispetto, e'
un'ipotesi discutibile che se sara' confermata dimostrera'
dimostra tutto il pressappochismo di questa cattiva riforma.
Militarizzare uomini e donne di un corpo ad ordinamento civile
e' una strada scivolosa. Come puo' essere chiesto
all'improvviso a chi ha abbracciato una professione civile, sia
pure di servizio all'interno di un Corpo armato dello Stato, di
accettare un penalizzante cambiamento di status? La Lega Nord,
che si e' sempre battuta contro questa scellerata decisione,
vigilera' affinche' il governo mantenga almeno l'impegno di
garantire lo status civile del personale del Corpo, contenuto
nel nostro ordine del giorno approvato all'unanimita'". (AGI)
Ted
041235 AGO 15


P.A.: M5S, Renzi fa regalo alle ecomafie =
(AGI) - Roma, 4 ago. - "Il governo Renzi ha detto no alla
creazione di una Polizia ambientale ed al tempo stesso ha
depotenziato il Corpo Forestale dello Stato senza toccare gli
sprechi clientelari dei forestali nelle Regioni a statuto
speciale come in Sicilia. Le ecomafie ringraziano". Cosi' il
capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senato, Gianluca Castaldi,
al termine dell'approvazione della riforma della Pubblica
Amministrazione. (AGI)
red/sim
041217 AGO 15

ùP.a:Bruni(Cr), mix occasioni sprecate e interventi dannosi

 (ANSA) - ROMA, 4 AGO - "Il ddl Madia contiene una serie di
deleghe al governo che colpisce per la sua disomogeneit…. Stiamo
per mettere capo ad un provvedimento che si distingue solo per
incongruenza e ingenuit…, ancora una volta siamo di fronte ad
un'occasione sprecata". Cos il senatore dei Conservatori e
Riformisti Francesco Bruni nel suo intervento in Aula a palazzo
Madama, dichiarando il voto contrario del gruppo.
 "Ne Š un esempio - spiega - l'obiettivo della
digitalizzazione della Pa di cui si parla in questo testo, che
per• fa a pugni con le scarse risorse che gi… oggi rendono
impossibile la manutenzione e l'utilizzo degli strumenti
informatici in possesso delle scuole. E ancora - aggiunge Bruni
- l'abolizione delle Prefetture, ipotizzata senza riconoscerne
le funzioni. Per non parlare della parziale abolizione delle
Camere di commercio, di cui incomprensibilmente viene
riconociuta la funzione, ma solo in alcuni territori". "Lo
smantellamento del Corpo forestale dello Stato, - prosegue - i
cui componenti verranno relegati probabilmente nei Commissariati
di polizia o nei comandi dei Carabinieri, con la dispersione
delle preziosissime competenze maturate in materia di reati
ambientali, Š addirittura dannoso. Sarebbe stato meglio - ha
concluso - fare in modo che la Forestale assorbisse le polizie
provinciali e locali per diventare un corpo specializzato nella
tutela dell'ambiente".(ANSA).

 DEZ
04-AGO-15 12:09 NNNN
PA. VIA LIBERA DEFINITIVO SENATO, IL DDL IN PILLOLE / SCHEDA


(DIRE) Roma, 4 ago. - Via libera definitivo del Senato, in terza
lettura, al ddl di deleghe al Governo in materia di
riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche.
 Tra i capitoli principali della riforma, digitalizzazione,
silenzio-assenso, autotutela, Conferenza dei servizi, delega su
servizi locali e societa' partecipate, riforma della dirigenza.
 L'articolo 1, conferisce una delega al Governo con la
finalita' di garantire il diritto di accesso dei cittadini e
delle imprese ai dati e ai servizi di loro interesse in modalita'
digitale.
 L'articolo 2, reca una delega per il riordino della disciplina
in materia di conferenza di servizi.
 L'articolo 3, introduce, nella legge sul procedimento
amministrativo, il nuovo istituto del silenzio assenso tra
amministrazioni pubbliche che la Camera ha esteso anche ai
gestori di beni e servizi pubblici e alle amministrazioni
preposte alla tutela dell'ambiente, dei beni culturali e della
salute dei cittadini.
 L'articolo 4, introdotto dalla Camera, prevede l'emanazione di
un regolamento di delegificazione per la semplificazione e
accelerazione dei procedimenti amministrativi relativi a
insediamenti produttivi rilevanti e opere di interesse generale.
I termini dei procedimenti sono ridotti fino alla meta' e sono
attribuiti poteri sostitutivi al Presidente del Consiglio dei
ministri o a un suo delegato. (SEGUE)
 (Vid/ Dire)
11:54 04-08-15
PA. VIA LIBERA DEFINITIVO SENATO, IL DDL IN PILLOLE / SCHEDA -2-


(DIRE) Roma, 4 ago. - L'articolo 5, reca una delega per
l'individuazione dei procedimenti oggetto di segnalazione
certificata di inizio attivita' (SCIA) o di silenzio assenso.
 L'articolo 6, introduce modifiche alla legge generale sul
procedimento amministrativo, con particolare riferimento
all'esercizio dei poteri di autotutela da parte delle pubbliche
amministrazioni.
 L'articolo 7, reca una delega per riformare la disciplina
della pubblicita', trasparenza e diffusione di informazioni da
parte delle pubbliche amministrazioni.
 L'articolo 8, conferisce una delega al Governo per la
riorganizzazione dell'amministrazione statale. Uno specifico
principio riguarda il riordino delle funzioni di polizia
ambientale con la conseguente riorganizzazione del Corpo
forestale dello Stato e il suo eventuale assorbimento in altra
Forza di polizia.
 L'articolo 9, introdotto dalla Camera, modifica la disciplina
del Consiglio dell'Ordine al merito della Repubblica italiana.
 L'articolo 10, reca una delega per la riforma
dell'organizzazione, delle funzioni e del finanziamento delle
camere di commercio. (SEGUE)
 (Vid/ Dire)
11:54 04-08-15
PA. VIA LIBERA DEFINITIVO SENATO, IL DDL IN PILLOLE / SCHEDA -3-


(DIRE) Roma, 4 ago. - L'articolo 11, delega al Governo la
revisione della disciplina in materia di dirigenza pubblica e di
valutazione dei rendimenti degli uffici. E' prevista la
realizzazione di tre ruoli unici in cui sono ricompresi i
dirigenti dello Stato, i dirigenti regionali e i dirigenti degli
enti locali. La Camera ha specificato che dal ruolo unico dei
dirigenti dello Stato sono esclusi magistrati, avvocati,
personale militare e delle Forze di polizia di Stato, personale
della carriera diplomatica e della carriera prefettizia,
professori e ricercatori universitari. E' previsto l'obbligo per
gli enti locali di nominare un dirigente apicale - in
sostituzione del segretario comunale - con compiti di attuazione
dell'indirizzo politico, coordinamento dell'attivita'
amministrativa e controllo della legalita' dell'azione
amministrativa, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza
pubblica.
 L'articolo 12, aggiunto dalla Camera dei deputati, detta
disposizioni relative a incarichi direttivi presso l'Avvocatura
dello Stato.
 L'articolo 13, detta principi di delega finalizzati a
semplificare le attivita' degli enti pubblici di ricerca.
 L'articolo 14, reca norme per favorire e promuovere la
conciliazione dei tempi di vita e di lavoro nelle amministrazioni
pubbliche. (SEGUE)
 (Vid/ Dire)
11:54 04-08-15
PA. VIA LIBERA DEFINITIVO SENATO, IL DDL IN PILLOLE / SCHEDA -4-


(DIRE) Roma, 4 ago. - L'articolo 15, introdotto dalla Camera,
riguarda il procedimento disciplinare del personale militare.
 Gli articoli 16, 17, 18 e 19 contengono principi per
l'adozione di tre testi unici nei settori seguenti: lavoro alle
dipendenze delle amministrazioni pubbliche; partecipazioni
societarie delle amministrazioni pubbliche; servizi pubblici
locali di interesse economico generale.
 L'articolo 20, introdotto dalla Camera, concede un'ampia
delega per il riordino e la ridefinizione della disciplina
processuale delle diverse tipologie di contenzioso davanti alla
Corte dei conti.
 L'articolo 21, delega il Governo ad abrogare o modificare
disposizioni legislative che prevedono provvedimenti non
legislativi di attuazione.
 Gli articoli 22 e 23, recano la clausola di salvaguardia per
le Regioni a statuto speciale e le province autonome di Trento e
di Bolzano e la clausola di invarianza finanziaria.
 (Vid/ Dire)
11:54 04-08-15

NNNN

Nessun commento:

Posta un commento