Translate

domenica 8 maggio 2016

RAI: SIDDI, BENE DALL' ORTO SU BONOLIS E CROZZA, SFIDA E' RILANCIO PRODUZIONE


RAI: SIDDI, BENE DALL' ORTO SU BONOLIS E CROZZA, SFIDA E' RILANCIO PRODUZIONE


Roma, 8 mag. (AdnKronos) - Il proposito di portare in Rai fuoriclasse
come Paolo Bonolis e Maurizio Crozza manifestato dal direttore
generale Antonio Campo dall' Orto non può che avere "l' appoggio e il
sostegno convinto". Un obiettivo importante da perseguire nel quadro
di un "rilancio della produzione industriale della Rai". Lo dice
all' Adnkronos il consigliere Rai Franco Siddi. "L' obiettivo del Dg
-afferma- mi pare quello di avere il meglio per la Rai.
Un' impostazione sicuramente da condividere e sostenere e comunque da
inquadrare all' interno di un progetto generale di rilancio del
servizio pubblico radiotelevisivo".

"In passato -spiega Siddi- si erano sottovalutate alcune sfide. Basti
pensare alla fiction che va anche sulla rete. Si tratta di una sfida
di non poco conto che impone un rilancio della Rai anche come motore
industriale. Sulla fiction vi è una linea strategica delineata dal
direttore generale fin dal primo giorno che noi abbiamo incoraggiato e
condiviso. Deve diventare un motore per tutte le reti e non solo per
una". (segue)

(Vgr/AdnKronos)

ISSN 2465 - 1222
08-MAG-16 19: 25
RAI: SIDDI, BENE DALL' ORTO SU BONOLIS E CROZZA, SFIDA E' RILANCIO PRODUZIONE (2)

(AdnKronos) - Per Siddi fondamentale è il discorso del canone e più in
generale delle risorse. "Occorre -spiega- riportare il discorso su un
piano di concretezza. In Italia abbiamo il canone più basso in
assoluto rispetto ai principali paesi europei in relazione all' offerta
proposta. Perciò occorre mettersi d' accordo: non si può chiedere una
Rai senza pubblicità e senza canone. Le risorse sono fondamentali. Si
può anche rinunciare alla pubblicità ma occorre aumentare le risorse
che arrivano dal canone. La Rai senza risorse non può essere chiamata
ad affrontare le sfide che ha davanti come si chiede".

Quanto ai talk show, sottolinea ancora Siddi, "aspettiamo la proposta
del Dg. Tutti dicono che si tratta di un genere superato e da
rivisitare. Di certo la Tv non può essere solo reality. Occorre una
offerta multipla e plurale. Personalmente sogno una grande web Tv
civica nazionale che sappia parlare ai nuovi e ai vecchi cittadini".

(Vgr/AdnKronos)

ISSN 2465 - 1222
08-MAG-16 19: 25 

Nessun commento:

Posta un commento