Translate

venerdì 2 settembre 2016

Usa 2016: continua stillicidio email Hillary su fondazione


Usa 2016: continua stillicidio email Hillary su fondazione

ZCZC5603/SXB
ONY55121_SXB_QBXB
R EST S0B QBXB
Usa 2016: continua stillicidio email Hillary su fondazione
Consigliere Bill chiese passaporto diplomatico ma non lo ottenne
(ANSA) - WASHINGTON, 2 SET - Continua lo stillicidio di
email legate al periodo in cui Hillary Clinton, ora candidata
democratica alla Casa Bianca, era segretario di Stato.
Tra le ultime diffuse da Judicial Watch, un gruppo
conservatore in prima fila per la pubblicazione delle email
della Clinton, ce n'è una in cui un consigliere dell'ex
presidente Bill Clinton, Douglas J. Band, legato alla fondazione
dei Clinton, chiese inusualmente nel 2009 un passaporto
diplomatico per se' ed altri due consiglieri. Huma Abedin, che
anche allora era il braccio destro di Hillary, non chiese il
perche' e promise di risolvere il problema. In realta' il
dipartimento di Stato non rilascio' i passaporti diplomatici,
non essendo i richiedenti titolati ad averlo. In ogni caso una
fonte ha spiegato al Nyt che Band e gli altri due consiglieri
dovevano accompagnare Bill Clinton in Corea del nord per dei
negoziati segreti per il rilascio di due giornalisti americani.
Tra le altre email diffuse, inoltre, una in cui la Abedin fa
da ponte alla richiesta di Bill per assicurarsi nel luglio 2009
che la moglie incontrasse Andrew Liveris, il chief executive di
Dow Chemical, in un evento la sera successiva. La stessa fonte
ha sostenuto con il Nyt che l'email era legata al medesimo
viaggio in Corea del Nord perche' Liveris aveva offerto a Bill
di usare il proprio aereo privato. In una terza email Band cerca
di mettere un ricco donatore della fondazione Clinton in
contatto con l'ex ambasciatore in Libano.
(ANSA).
SAV
02-SET-16 17:05 NNN