Translate

domenica 6 novembre 2016

REFERENDUM: L'UOMO WEB DI FI, CAMPAGNA VIRALE A COSTO ZERO PER IL NO/ADNKRONOS



REFERENDUM: L'UOMO WEB DI FI, CAMPAGNA VIRALE A COSTO ZERO PER IL NO/ADNKRONOS =
REFERENDUM: L'UOMO WEB DI FI, CAMPAGNA VIRALE A COSTO ZERO PER IL NO/ADNKRONOS =
Palmieri spiega 'strategia social', con Internet non si vincono
elezioni ma senza si perde...
Roma, 6 nov. (AdnKronos) - "Con internet non si vincono le elezioni,
ma senza si perde...''. Parola di Antonio Palmieri, l'uomo web di
Forza Italia, che sin dal '94 ha curato tutte le campagne elettorali
di Silvio Berlusconi. Questa considerazione sul 'ruolo elettorale'
della grande rete, spiega il deputato azzurro, ora responsabile
Internet del partito, vale anche per il referendum del 4 dicembre.
Senza l'arma dei social networks, infatti, difficilmente prevarrà il
No (come vorrebbe il partito del Cav) o il Si. Un'efficace campagna on
line, anche a colpi di tweet e video messaggi su Facebook, insomma,
può fare la differenza. Palmieri lo dice chiaramente nel suo ultimo
saggio 'Internet e comunicazione politica', edito dalla Franco Angeli,
dove spiega strategie e tattiche sui nuovi media per affrontare ogni
sfida elettorale, dando la caccia a indecisi, astenuti e delusi.
La "partita referendaria -assicura all'Adnkronos l'esponente forzista-
si gioca certamente anche on line. Fi è partita diversi mesi fa con il
sito del 'Comitato per il No'. E da un mese facciamo un'infografica
che ogni mattina distribuisco via Whatsapp ai nostri deputati e
senatori, coordinatori regionali e responsabili locali". Poi "ciascun
parlamentare, a sua volta, la veicola nei propri spazi online,
generando una catena di Sant'Antonio fino alla vigilia del
voto".Palmieri rivela i segreti della campagna azzurra contro il ddl
Boschi, che definisce virale e a costo zero. (segue)
(Vam/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
06-NOV-16 16:04
NNNN
REFERENDUM: L'UOMO WEB DI FI, CAMPAGNA VIRALE A COSTO ZERO PER IL NO/ADNKRONOS (2) =
Tra obiettivi ribadire che partito e leader davvero in campo
contro riforma
(AdnKronos) - Per lo sprint finale Fi alternerà infografiche che
spiegano i "singoli punti deboli della riforma Renzi'' con quelle che
"riprendono concetti espressi da Silvio Berlusconi", altre "ironiche"
con alcune che "puntano sul cosiddetto 'instant marketing'". Palmieri
cita un esempio su tutti: "la domenica auguriamo appunto buonadomenica
a tutti, inserendoci nel flusso dei messaggi della festa e proponendo
un conto alla rovescia rispetto alle settimane che mancano alla
domenica giusta, quella in cui si andrà a votare No".
"Sembra una sciocchezza -sottolinea- ma in realtà è un modo di
comunicare che crea simpatia". Rispetto alla "roboante comunicazione
del Pd e del premier Renzi la nostra è una campagna carsica, a costo
zero, che però quotidianamente raggiunge con una comunicazione diversa
e potenzialmente virale centinaia di migliaia di persone, ciascuna
delle quali può diventare a sua volta un punto di comunicazione".
Fi si propone innanzitutto due obiettivi. Il primo:"motivare il suo
elettorato con argomentazioni in grado di vincere la martellante
propaganda renziana e di metterli in grado di convincere amici e
conoscenti". Il secondo: "ribadire ai nostri elettori che Fi e il suo
leader sono davvero in campo e impegnati per il No, a dispetto di
tutti i retroscena giornalistici". (segue)
(Vam/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
06-NOV-16 16:04
NNNN
REFERENDUM: L'UOMO WEB DI FI, CAMPAGNA VIRALE A COSTO ZERO PER IL NO/ADNKRONOS (3) =
Rete e' diventata luogo ideale per campagna permanente
(AdnKronos) - Il web nasce come "luogo principe delle relazioni":
ognuno deve fare la sua parte, dagli esperti del settore ai militanti
ai parlamentari. C'è bisogno, quindi, sottolinea Palmieri, del
"contributo di tutti per intercettare il maggior numero di elettori".
Nell'era digitale il segreto della comunicazione Internet è creare
sulla rete "l'equivalente del passa parola o dell'incontro fisico". E
dall'ascolto della 'nostra gente', assicura, tramite la pagina Fb,
twitter, un sito ad hoc e l'uso di tutti i new media, "nasce la
'nostra risposta' e la mobilitazione, che porta a iniziative fuori".
Internet, dice Palmieri, "vale tanti voti quanti gli altri mezzi di
comunicazione e strumenti di marketing a disposizione dei leader e dei
partiti". Questo perché "oggi il web non è un mondo a parte ma è un
ambito della nostra vita e la distinzione tra virtuale e reale è
superata". (segue)
(Vam/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
06-NOV-16 16:04
NNNN
REFERENDUM: L'UOMO WEB DI FI, CAMPAGNA VIRALE A COSTO ZERO PER IL NO/ADNKRONOS (4) =
(AdnKronos) - La rete, dunque, è diventata il "luogo ideale della
campagna elettorale permanente". E in più ha il pregio di "costare
molto meno di una pianificazione pubblicitaria sui media tradizionali
e di avere quelle condizioni di flessibilità che nessun altro media
possiede". Spetta poi al leader politico di turno adoperare internet
come "uno strumento di marketing, in sinergia con gli altri mezzi di
comunicazione e in base all'impostazione della campagna elettorale".
"Ciò gli consente di andare in cerca, di trovare e di mantenere, a
seconda del contesto politico del momento, il grosso del capitale del
consenso". Una "buona presenza online, a misura delle proprie
caratteristiche, perché la comunicazione è un 'abito su misura', è
essenziale per tenere uniti i sostenitori, formarli, preparare la loro
mobilitazione in campagna elettorale".
Un aspetto che può essere determinante, perché se la "partecipazione
al voto diminuisce sempre di più -ragiona il deputato azzurro- di
conseguenza cala l'importanza del voto di opinione e cresce il valore
del voto organizzato". Vale a dire di quello che si fonda
sull'attività dei partiti e dei militanti.
(Vam/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
06-NOV-16 16:04
NNNN