Translate

sabato 16 novembre 2013

MEDICINA: CON IMPIANTO RETINICO 8 PERSONE CIECHE RICONOSCONO OGGETTI =


MEDICINA: CON IMPIANTO RETINICO 8 PERSONE CIECHE RICONOSCONO OGGETTI =
ARGUS II PRIMA PROTESI IMPIANTABILE APPROVATA IN USA

Roma, 16 nov. (Adnkronos Salute) (EMBARGO ALLE 16.00) Dalle
tecnologie un'arma contro la retinite pigmentosa. E' la storia di un
successo quella presentata oggi al meeting dell'American Academy of
Ophthalmology a New Orleans. Uno speciale dispositivo hi-tech ha
aiutato infatti otto persone che avevano perso la vista a causa di
questa malattia genetica, a riconoscere alcuni oggetti comuni. Il
device, chiamato Argus II, e' la prima protesi retinica approvata
dalla Fda (Food and Drug Administration) Usa per adulti con retinite
pigmentosa.

Si tratta di un gruppo di malattie genetiche che colpiscono la
capacita' della retina di rispondere alla luce. La malattia, che e'
ereditaria, causa la lenta perdita della vista, a cominciare dalla
riduzione della visione notturna, fino alla cecita'. Argus II e' un
sistema in cui una videocamera in miniatura, sistemata negli occhiali
del paziente, invia le informazioni a un'unita' di elaborazione video:
qui l'immagine catturata dalla telecamera viene elaborata in
istruzioni trasmesse in modalita' wireless a una retina impiantata,
dotata di 60 elettrodi. Questi elettrodi con i loro impulsi stimolano
le cellule nella retina, trasmettendo le informazioni visive lungo il
nervo ottico fino al cervello, e ricreando la percezione di pattern di
luce.

Nello studio, gli otto pazienti grazie alla protesi retinica
hanno potuto identificare alcuni oggetti bianchi o metallici.
"Nonostante la piccola dimensione del campione, i risultati sono
significativi a causa della differenza nella performance di ogni
soggetto", spiega Yvonne Luo, ricercatore principale dello studio.
"Inoltre, questi soggetti rappresentano proprio le persone con la
forma piu' grave della malattia". Argus II e' per ora l'unico
dispositivo attualmente in commercio negli Stati Uniti per questo tipo
di cecita', mentre altri device e terapie in fase di sviluppo
includono un microchip impiantabile, la stimolazione elettrica,
capsule impiantabili con farmaci a rilascio temporizzato e terapie
geniche per fermare o invertire la retinite pigmentosa.

(Mal/Zn/Adnkronos)
16-NOV-13 13:53

Nessun commento:

Posta un commento