Translate

lunedì 29 agosto 2016

RICERCA: L'AUSTRALOPITECO LUCY MORI' CADENDO DA UN ALBERO



ICERCA: L'AUSTRALOPITECO LUCY MORI' CADENDO DA UN ALBERO =
Roma, 29 ago. (AdnKronos Salute) - Il celebre australopiteco Lucy, il
più famoso fossile di un antico antenato dell'uomo, con grande
probabilità morì dopo essere caduta da un albero. A chiudere questo
'cold case' è uno studio condotto da ricercatori dell'università del
Texas a Austin, pubblicato su 'Nature'. Lucy, una femmina di
Australopithecus afarensis vissuta 3.18 milioni di anni fa, è tra i
più antichi e completi scheletri, giunti fino a noi, di un ominide
adulto che camminava eretto. Dal momento della sua scoperta nella
regione di Afar in Etiopia (nel 1974) da parte dell'antropologo
dell'Arizona State University Donald Johanson, Lucy è stata al centro
di un acceso dibattito sul fatto che questa antica specie trascorresse
del tempo anche sugli alberi.
"E' ironico che il fossile al centro di un dibattito sul ruolo della
vita sugli alberi nell'evoluzione umana probabilmente sia morto per le
ferite subite per una caduta da un albero", commenta l'autore della
ricerca, John Kappelman. Lo scienziato aveva studiato per la prima
volta Lucy durante un tour nel 2008, sottoponendo lo scheletro a una
scannerizzazione completa per creare un archivio digitale. Così
l'antropologo notò che l'omero destro di Lucy presentava delle
fratture insolite. Un tipo di lesioni che si ottengono quando "una
mano tocca il terreno durante una caduta dall'alto". (segue)
(Mal/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
29-AGO-16 19:45
NNNN
RICERCA: L'AUSTRALOPITECO LUCY MORI' CADENDO DA UN ALBERO (2) =
(AdnKronos Salute) - Così Kappelman ha deciso di indagare, consultando
Stephen Pearce, un chirurgo ortopedico dell'Austin Bone Joint Clinic,
e usando oltre agli esami anche un modello dei resti di Lucy stampato
in 3 D. Pearce ha confermato i sospetti del 'collega': la lesione era
coerente con una frattura dell'omero causata dalla caduta da
un'altezza considerevole, un episodio durante il quale la vittima,
consapevole di ciò che le stava accadendo, aveva allungato un braccio
nel tentativo di interrompere la caduta.
L'antropologo ha osservato fratture simili ma meno gravi nella spalla
sinistra di Lucy, e altre lesioni a livello della caviglia destra, del
ginocchio sinistro e della pelvi, oltre alle tracce di una frattura
della prima costola. Tutti elementi coerenti con una caduta. Lesioni
che non presentano segni di riparazione, dunque l'esperto ha concluso
che i traumi si verificarono intorno al momento della morte. Insomma,
Lucy sarebbe caduta da un albero alto, dove probabilmente si rifugiava
per la notte.
(Mal/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
29-AGO-16 19:45