Translate

mercoledì 12 aprile 2017

SALUTE, OGGI GIORNATA NAZIONALE LOTTA A TROMBOSI





9CO762168 4 CRO ITA R01
SALUTE, OGGI GIORNATA NAZIONALE LOTTA A TROMBOSI
(9Colonne) Roma, 12 apr - ALT (Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle malattie cardiovascolari), in occasione della sua sesta Giornata nazionale per la lotta alla trombosi di oggi invita a partecipare alla campagna social #saltodiqualità "per diffondere scienza, buonsenso e buone abitudini per mettere ko infarto, ictus ed embolia polmonare, malattie gravi e subdole, ma evitabili in 1 caso su 3". Partecipare è semplice: basta pubblicare su Facebook o Instagram una foto dei salti più divertenti, interessanti, buffi, allegri, che si sono fatti taggando @ALT- Associazione per la lotta alla Trombosi - Onlus e aggiungendo gli hashtag #ALTonlus #saltodiqualità, invitando i propri amici a fare altrettanto. Fare un "salto di qualità", infatti, è importante e non più procrastinabile: le malattie cardiovascolari da trombosi sono il killer numero uno in Europa, responsabili del 45% di tutte le morti europee con un costo di oltre 210 miliardi di euro ogni anno (pari al 33% del budget della Unione Europea per il 2017). Negli ultimi 25 anni, in particolare, più di 85 milioni di persone in Europa sono state colpite da una malattia cardiovascolare: numeri destinati ad aumentare di oltre il 5% ogni anno nei prossimi 10 anni. L'Italia, nello specifico, ha tassi di mortalità peggiori rispetto a quelli del Regno Unito e della Francia per tutte le cause cardiovascolari. E ad ammalarsi non sono solo gli adulti: se la fascia di età che subirà il più ripido incremento di queste malattie è quella compresa fra i 45 e i 64 anni, anche i bambini non sono esenti dalla Trombosi a causa, soprattutto, di diabete, obesità e vita sedentaria, basti pensare che il tempo medio trascorso da ogni bambino a guardare la Tv o usare il Pc è in media di 271 minuti al giorno, oltre 4 ore in Italia, in assoluto il più alto fra tutti i Paesi della UE.
(red)
121125 APR 17
SALUTE: ALT, OLTRE 230 MILA MORTI L'ANNO IN ITALIA PER MALATTIE DA TROMBOSI =
Oggi la 6 giornata nazionale, in 1 caso su 3 possono essere
evitate
Roma, 12 apr. (AdnKronos Salute) - In Italia ogni anno più di 230 mila
persone muoiono a causa di ictus, infarto e malattie cardiovascolari
da trombosi. E negli ultimi 25 anni il numero di nuovi casi è in
aumento: più di 85 milioni di persone in Europa è affetta da una
malattia cardiovascolare, con una ricaduta drammatica sull'aumento dei
costi per l'assistenza e i ricoveri e la riabilitazione. Si stima che
l'Europa spenda ogni anno per queste malattie 210 miliardi di euro,
cifra che corrisponde al 33% del budget dell'Ue per il 2017. E' quanto
afferma l'Associazione per la lotta alla trombosi e alle malattie
cardiovascolari (Alt), in occasione della VI Giornata nazionale per la
lotta alla trombosi.
Si tratta di malattie che in 1 caso su 3, con l'aiuto di "scienza" e
"buonsenso" possono essere evitate, osserva l'Associazione, che
ricorda come in "Europa troppe persone ancora muoiono per colpa di
infarto del miocardio, ictus cerebrale e scompenso cardiaco. Malattie
che colpiscono in maniera disomogenea le regioni europee - afferma Alt
- Sono malattie molto gravi, spesso mortali e fortemente invalidanti,
strettamente correlate a stili di vita inadeguati e pericolosi e a
patologie come ipertensione, diabete, alti livelli di colesterolo,
sovrappeso, inattività fisica. I fattori di rischio presentano picchi
di incidenza e prevalenza nei Paesi dell'est e centro Europa mentre
sembrano meno presenti nei Paesi del nord-ovest-sud Europa". (segue)
(Fli/Adnkronos)
ISSN 2465 - 1222
12-APR-17 13:26
NNNN