Translate

lunedì 31 dicembre 2012

LIBERAZIONE CALEVO: OPERAZIONE CONGIUNTA POLIZIA-CARABINIERI =



LIBERAZIONE CALEVO: OPERAZIONE CONGIUNTA POLIZIA-CARABINIERI =
(AGI) - Roma, 31 dic. - L'operazione che ha portato alla
liberazione di Andrea Calevo, l'imprenditore rapito nella
serata del 16 dicembre a Lerici (La Spezia), e' il risultato di
una complessa e articolata attivita' svolta dalle forze
dell'ordine, Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri,
coordinati dalla Procura Distrettuale Antimafia di Genova.
La Direzione centrale anticrimine, diretta da Gaetano
Chiusolo, ha messo in campo sin dall'inizio del sequestro tutte
le migliori risorse a disposizione, con l'impiego di personale
del Servizio centrale operativo, del Servizio Polizia
Scientifica, per lo svolgimento delle attivita' di accertamento
di natura tecnica, e del Servizio Controllo del Territorio con
l'invio degli equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine. (AGI)
Bas
311305 DIC 12
SEQUESTRO CALEVO: FERMATI TRE UOMINI, DUE ITALIANI =
(AGI) - La Spezia, 31 dic. - Per il sequestro di Andrea Calevo
sono stati fermati 3 uomini, due italiani e uno straniero. Al
momento il capo della squadra mobile di La Spezia, Girolamo
Ascione sta accompagnando a casa il giovane. " Il giovane - ha
detto Ascione - sta bene". (AGI)
Sp1/Sep
311317 DIC 12

NNNN

LIBERAZIONE CALEVO: IMPRENDITORE,CREDEVO FOSSE GIA' PRIMO GENNAIO =
(AGI) - La Spezia, 31 dic. - "Credevo fosse gia' il primo
gennaio perche' mi e' sembrato di sentire i fuochi d'artificio.
Ho perso diversi chili e quando la mattina mi alzavo facevo
qualche flessione ma mi trovato in un posto molto piccolo e
chiuso e non sapevo dove ero". Cosi' Andrea Calevo,
l'imprenditore 31enne, liberato oggi alle 12,35 nel corso di un
blitz della Polizia di Stato insieme ai Carabinieri, in via del
Corso 31, a Sarzana, dove era sequestrato in una cantina.
L'imprenditore ha salutato amici e giornalisti davanti al
cancello qualche minuto fa dove e' stato accolto da un grande
applauso ed e' apparso in buone condizioni di salute, poi e'
rientrato a casa. (AGI)
Sp1/Dib/cav
311412 DIC 12
Imprenditore rapito/ Calevo liberato dopo 15 giorni - scheda
Fermati 2 italiani e un albanese, imprenditore "Grazie, sto bene"

Roma, 31 dic. (TMNews) - Andrea Calevo, 30 anni erede di una nota
famiglia di imprenditori edili della provincia della Spezia,
viene sequestrato la sera del 16 dicembre in una villa sulle
alture di Lerici, in cui vive con la madre. Nell'abitazione c'era
anche l'anziana donna, immobilizzata e legata.

Dopo aver rubato denaro e oggetti preziosi, le tre/quattro
persone che hanno fatto irruzione nella villa (a volto coperto e
armati di pistola) fuggono portando con loro il giovane
imprenditore: "Non si preoccupi, portiamo via suo figlio solo per
pochi minuti poi lo liberiamo", dice uno dei banditi, che dalle
testimonianze della madre ha un marcato accento dell'Est Europa.
L'auto dell'imprenditore (un'Audi A3 con la quale si erano
dileguati) viene trovata la mattina del giorno dopo, nel letto
del fiume Magra. Del caso si occupano i carabinieri, che subito
attivano una serie di posti di blocco nella zona ma finora senza
esito.

Gli inquirenti - coordinati dalla Dda di Genova - propendono per
l'ipotesi di un sequestro a scopo di estorsione. Per giorni si
riconcorrono voci di una richiesta di riscatto da parte dei
sequestratori, mai confermata nè smentita dal procuratore capo di
Genova Michele Di Lecce, che con la Dda del capoluogo ligure ha
coordinato le indagini sul rapimento.(Segue)

Sav

311451 dic 12

Imprenditore rapito/ Calevo liberato dopo 15 giorni - scheda -2-


Roma, 31 dic. (TMNews) - Il 26 dicembre la sorella di Andrea,
Laura, indirizza un appello ai rapitori: "Abbiamo bisogno in
questo momento di sapere come sta Andrea, se è vivo e per avere
la serenità abbiamo bisogno di saperlo. Questa è la preghiera che
facciamo. Ad Andrea voglio dire di non avere paura, di essere
coraggioso e qui siamo in tanti ad aspettarti".

Questa mattina la liberazione del giovane imprenditore, trovato
in un 'vano bunker' in una villa a Sarzana, vicino Lerici.
Fermate tre persone (due italiani, parenti, e un albanese,
muratori), mentre sono al vaglio le responsabilità di altre 4/6
persone che potrebbero aver partecipato alla rapina nella villa
dei Calevo. "Sto bene, grazie a tutti. Ora voglio rivedere mia
madre", le sue prime parole, pronunciate tra le lacrime ai
poliziotti e ai carabinieri che lo hanno liberato.

Sav

311451 dic 12
Calevo/Pellizzari (Sco): Era in catene, ha segnalato sua presenza
"Non è stato trattato male, in ottime condizioni anche mentali"

Roma, 31 dic. (TMNews) - Andrea Calevo è stato trovato "da solo,
in catene, in una cantina nel sotterraneo della villetta a
Sarzana: quando ha sentito i rumori della polizia ha capito che
lo stavamo liberando e ha fatto rumore battendo sul pavimento per
richiamare l'attenzione. Ha collaborato per segnalare la sua
presenza". Lo ha detto il capo dello Sco (Servizio Centrale
Operativo della Polizia di Stato) Maria Luisa Pellizzari durante
la conferenza stampa sulla liberazione di Andrea Calevo alla
Procura di Genova.

"Alla stanza, dove c'era una brandina, si accedeva attraverso
una porta mimetizzata con dei mobili davanti. Calevo - ha detto
ancora Pellizzari - è in ottima salute, di ottimissimo umore. È
stato trattato non particolarmente male, solo all'inizio è stato
un po' maltrattato, qualche schiaffo ma non ha nemmeno un livido.
Sono ottime anche le sue condizioni mentali".

Red/Cro

311632 dic 12

 Calevo/ Il covo trovato grazie a una pizza ordinata a domicilio
Parente (Ros): "Eravamo certi dei responsabili, ma non del luogo"

Roma, 31 dic. (TMNews) - La conferma che Andrea Calevo era
nell'abitazione alla periferia di Sarzana, dove poi stamattina è
stato trovato da polizia e carabinieri, è arrivata
dall'intercettazione di una "recentissima" conversazione
telefonica nella quale il proprietario della casa (il 70enne
Pierluigi Destro, ritenuto l'ideatore del sequestro e uno dei tre
fermati) ordinava una pizza a domicilio. E' quanto ha spiegato il
comandante del ROS dei carabinieri Mario Parente, durante la
conferenza stampa alla Procura di Genova.

"Nelle ultime ore - ha detto Parente - abbiamo valutato più volte
la possibilità di intervenire perchè avevamo delle certezze
sull'identità dei responsabili, ma non altrettante sul luogo
della detenzione, che era fondamentale. Abbiamo più volte messo
sul piano della bilancia le varie opzioni, aspettare in questi
casi può essere pericoloso perchè possono crearsi delle
situazioni imprevedibili. Il rapporto carceriere-sequestrato può
suscitare situazioni che vanno oltre le intenzioni degli stessi
criminali ed eravamo in allarme per l'intercettazione di alcune
conversazioni".

Red/Cro

311659 dic 12
LIBERAZIONE CALEVO: CAPOBANDA E' PIERLUIGI DESTRI, 70 ANNI =
(AGI) - Genova 31 dic. - Il presunto capobanda dei
sequestratori e' Pieluigi Destri, 70 anni, di Ameglia, titolare
della villa dove Calevo era detenuto. Destri, piccolo
imprenditore edile, e' noto alle forze di polizia per reati
legati allo spaccio. Gli inquirenti lo considerano l'ideatore
della rapina da cui e' scaturito il sequestro. Il nipote di
Destri e' Davide Bandoni, 22 anni. (AGI)
Ge1/Sep
311557 DIC 12

NNNN
 

Nessun commento:

Posta un commento