Translate

lunedì 31 dicembre 2012

INDIA:STUPRO SHOCK;FRATELLO CHIEDE IMPICCAGIONE VIOLENTATORI


INDIA:STUPRO SHOCK;FRATELLO CHIEDE IMPICCAGIONE VIOLENTATORI

(ANSA) - NEW DELHI, 31 DIC - I familiari della ragazza di 23
anni violentata e uccisa a New Delhi chiedono l'impiccagione per
i sei stupratori che sono stati arrestati dalla polizia pochi
giorni dopo il brutale crimine. Lo riporta oggi il quotidiano
Indian Express citando una dichiarazione del fratello della
vittima. ''La nostra battaglia inizia adesso, vogliamo che gli
aggressori siano impiccati e lotteremo per questo fino alla
fine'' ha detto al giornale durante le esequie che si sono
svolte in segreto all'alba di domenica con un massiccio presidio
di polizia.
In India e' in vigore la pena di morte con impiccagione, ma
e' applicata solo raramente, come nel caso dell'unico terrorista
pachistano superstite delle stragi di Mumbai del 2008
giustiziato a novembre
Nonostante il clamore, l'identita' della vittima non e' mai
stata rivelata, ma dopo il funerale, a cui hanno partecipato
diversi politici, i media indiani hanno individuato l'abitazione
situata in quartiere nei pressi dell'aeroporto. Per fuggire al
clamore, nei prossimi giorni la famiglia si rechera' nel
villaggio di origine nello stato dell'Uttar Pradesh per
completare il rito funebre secondo quanto previsto dalla
religione induista.
Intanto, in segno di solidarieta', la scuola professionale
frequentata dalla studentessa di fisioterapia, che stava facendo
apprendistato in un ospedale pubblico della capitale, ha deciso
di restituire alla famiglia l'intera somma versata per quattro
anni di iscrizione. Il padre, ex contadino di una casta bassa,
aveva pagato la scuola grazie alla vendita della sua terra.
(ANSA).

YGC-RF
31-DIC-12 09:17 NNNN

Nessun commento:

Posta un commento