Translate

domenica 15 settembre 2013

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Circ. 8-7-2013 n. 17638 Installazione sugli autoveicoli di sistemi idonei alla riduzione della massa di particolato emesso da motori ad accensione spontanea. Elenco dei costruttori con sistemi omologati.


Ministero delle infrastrutture e dei trasporti
Circ. 8-7-2013 n. 17638
Installazione sugli autoveicoli di sistemi idonei alla riduzione della massa di particolato emesso da motori ad accensione spontanea. Elenco dei costruttori con sistemi omologati.
Emanata dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici, Direzione generale per la motorizzazione, Divisione 3.
Circ. 8 luglio 2013, n. 17638 (1).
Installazione sugli autoveicoli di sistemi idonei alla riduzione della massa di particolato emesso da motori ad accensione spontanea. Elenco dei costruttori con sistemi omologati.
(1) Emanata dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici, Direzione generale per la motorizzazione, Divisione 3.

La materia inerente l'utilizzo sugli autoveicoli in circolazione, dotati di motore ad accensione spontanea, di sistemi idonei alla riduzione della massa di particolato è regolamentata, com'è noto, da tre decreti ministeriali, che ne disciplinano l'omologazione e la successiva installazione e che di seguito si richiamano:
- D.M. 25 gennaio 2008, n. 39. Regolamento recante disposizioni concernenti l'omologazione e l'installazione di sistemi idonei alla riduzione della massa di particolato emesso da motori ad accensione spontanea destinati alla propulsione di autoveicoli.
- D.M. 1 febbraio 2008, n. 42. Regolamento recante disposizioni concernenti l'omologazione e l'installazione di sistemi idonei alla riduzione della massa di particolato emesso da autoveicoli, dotati di motore ad accensione spontanea, appartenenti alle categorie M1 ed N1.
- D.M. 10 agosto 2009. Disposizioni concernenti il riconoscimento e l'installazione di convertitori catalitici di ricambio, quali sistemi idonei alla riduzione della massa di particolato emesso da autoveicoli, dotati di motore ad accensione spontanea, appartenenti alle categorie M1 ed N1.
Premesso ciò, si evidenzia che pervengono frequenti richieste, da parte di soggetti pubblici e privati, di informazioni e di chiarimenti circa la possibilità di aggiornare la carta di circolazione a seguito di installazione dei dispositivi di cui si tratta, e tra gli altri, di quelli costruiti dalla ditta BRAZZI TWS LIMITED e dalla ditta DUKIC DAY DREAM S.r.l. che tuttavia non risultano, al momento, omologati nel rispetto delle prescrizioni previste dai decreti prima richiamati.
Al riguardo, si informa che l'elenco completo dei "sistemi" omologati è pubblicamente riportato all'indirizzo internet del portale dell'automobilista seguendo il percorso: "Home" - "Utilità" -"Dispositivi di riduzione della massa di particolato". Dall'elenco si ricava che i sistemi fino ad oggi omologati sono stati accordati ai costruttori di seguito riportati:
- IVECO S.p.A.;
- PIRELLI & C. ECO TECNOLOGY S.p.A.;
- BAUMOT AG;
- CLEAN DIESEL TECHNOLOGIES Ltd;
- DINEX A/S;
- GAT KATALYSATOR GmbH;
- HJS GmbH;
- HUG ENGINEERING AG;
- OBERLAND MANGOLD GmbH;
- TWINTEC TECHNOLOGIE GmbH;
- VOLKSWAGEN AG.
Pertanto, nel richiamare quanto già comunicato con la Circ. 7 novembre 2008, n. 89823 con la quale la Direzione Generale per la Motorizzazione segnalava che la ditta BRAZZI TWS LIMITED non era in possesso di alcuna omologazione di sistema idoneo alla riduzione della massa di particolato nel rispetto dei citati decreti, e che pertanto eventuali richieste per l'installazione dei predetti dispositivi non avrebbero dovuto trovare accoglimento, si informa che sia la ditta BRAZZI TWS LIMITED che la ditta DUKIC DAY DREAM S.r.l. sono in possesso esclusivamente di omologazione come entità tecnica inerente la compatibilità elettromagnetica (esempio di numerazione: E3 10R-02 0000 ovvero e3*72/245*95/54*0000).
Come è ben noto, infatti, la compatibilità elettromagnetica verifica esclusivamente l'idoneità di un veicolo, di un componente o di un'entità tecnica di funzionare senza interferenza esterna nel proprio campo elettromagnetico e senza produrre a sua volta perturbazioni elettromagnetiche inaccettabili per tutto ciò che viene interessato da tale campo senza per ciò contribuire in alcun modo all'abbattimento della massa di particolato.


Si invitano pertanto gli uffici periferici dell'Amministrazione a prestare attenzione nei riguardi di richieste di aggiornamento della carta di circolazione per dispositivi non omologati ai sensi dei citati decreti concernenti i sistemi idonei alla riduzione della massa di particolato.


Il Direttore generale
Dott. Arch. Maurizio vitelli

D.M. 25 gennaio 2008, n. 39
D.M. 1 febbraio 2008, n. 42
D.M. 10 agosto 2009

Nessun commento:

Posta un commento