Translate

venerdì 16 settembre 2016

Manovra:Anaao,se tagli confermati sara' fine sanità pubblica "..Troise, Governo vuole cambiare Costituzione ma non applicarla .."


Manovra:Anaao,se tagli confermati sara' fine sanità pubblica

ZCZC2106/SXA
XSP91606_SXA_QBXB
R ECO S0A QBXB
Manovra:Anaao,se tagli confermati sara' fine sanità pubblica
Troise, Governo vuole cambiare Costituzione ma non applicarla
(ANSA) - ROMA, 15 SET - Se la notizia del taglio di 1,5
miliardi di euro sulla sanità nella prossima legge di Bilancio
dovesse essere confermata, ''significherebbe la fine della
sanità pubblica e lasciare molti cittadini senza cure''. Questo
il commento di Costantino Troise, segretazione nazionale
dell'Anaao-Assomed, l'associazione dei medici dirigenti del
Servizio sanitario nazionale.
Un taglio del genere, ''se confermato, vorrebbe dire che si
vuole smantellare il Ssn - continua - e affossare la
considerazione che si ha sul lavoro del servizio sanitario. Mi
pare che il Governo voglia più cambiare la Costituzione, che
applicarla''. La sanità in questi anni ha già pagato un prezzo
pesante, rileva il segretario dell'Anaao, con i 34 miliardi di
euro tagliati, a partire dal 2010, e i 10 miliardi di risparmi
sul costo del personale pubblico. Forse, aggiunge Troise, ''è
solo un annuncio per vedere l'effetto che fa e preparare la
manfrina dello scorso anno, quello che non sono tagli ma mancato
aumento, se il fondo non cresce nemmeno diminuisce, tutti i
risparmi resteranno in sanità, alla faccia di 11 milioni di
cittadini che oggi rinunciano alle cure per difficoltà
economiche e degli altri che si indebitano per curarsi''.
Inoltre l'eventuale scelta di tagliare ''peserebbe sul
rinnovo dei contratti'' del personale, riflette Troise, oltre
che sui cittadini. ''Se procederanno con i tagli, lo faranno
senza e contro i medici e i cittadini - conclude - Noi siamo
contrari e non staremo con le mani in mano. La Direzione
dell'Anaao Assomed convocata per domani è chiamata alla massima
vigilanza e a proporre alle altre organizzazioni sindacali una
serie di iniziative unitarie di mobilitazione, a sostegno del
diritto alla salute dei cittadini e del diritto alla
contrattazione dei medici e dei dirigenti sanitari''. (ANSA).
Y85
15-SET-16 11:58 NNN