Translate

giovedì 27 dicembre 2012

DIRITTI. DONNE, E SU FACEBOOK SPUNTA GRUPPO PRO 'DON CORSI'



DIRITTI. DONNE, E SU FACEBOOK SPUNTA GRUPPO PRO 'DON CORSI'
SACERDOTE NON LASCIA TONACA, DOMANI CORTEO CONTRO IL PARROCO

(DIRE) Roma, 27 dic. - Il parroco di Lerici, della Parrocchia di
San Terenzo, Don Piero Corsi, non lascia la tonaca. Un altro
piccolo colpo di scena nella vicenda che in queste ore sta
provocando polemiche a non finire. Nei giorni scorsi aveva
affisso un volantino sulla bacheca della Parrocchia in cui si
parlava di femminicidio e provocazioni delle donne. Nelle scorse
ore era circolata una nota, attribuita a lui, in cui chiedeva
scusa e in cui annunciava l'addio all'abito talare. Tutto falso,
almeno a sentire lo stesso parroco che si e' affrettato a
smentire annunciando comunque un periodo di pausa.
Intanto, pero', sul web e' montata la rabbia (ma non solo)
della gente comune. Da una parte, infatti, e' nato il gruppo
'Chiediamo la scomunica' in cui gli autori chiedono "che il Papa
scomunichi Don Piero Corsi, il prete che ha accusato le donne di
'essere la causa delle provocazioni che portano gli uomini ad
ucciderle'". Forte il concetto espresso da un certo Giuseppe in
cui racconta: "Siamo un gruppo di fotoamatori di nudo. Abbiamo
fotografato tante modelle di nudo esplicito. Migliaia e migliaia
di foto. Nessuno di noi si e' mai sognato non soltanto di
toccarle appena, ma neppure di usare un linguaggio inadeguato
anche per quanto riguarda le definizione delle pose. E non siamo
assolutamente gay. Don Piero Corsi ha problemi in questo senso".
C'e' poi Laura che si definisce "non cattolica e quindi la
scomunica non mi interessa", ma chiede "che gli fosse
riconosciuto il reato che ha commesso, istigazione all'uccisione
delle donne" e spera "che la magistratura non stia a
guardare!!!".(SEGUE)

(Gas/ Dire)
13:30 27-12-12 
DIRITTI. DONNE, E SU FACEBOOK SPUNTA GRUPPO PRO 'DON CORSI' -2-


(DIRE) Roma, 27 dic. - Dall'altra parte, invece, un gruppo
formato da oltre 50 persone che lo appoggia: 'Sosteniamo Don
Piero Corsi', ovvero una "pagina che non incita in alcun modo
alla violenza, ma sostiene un'opinione che chissa' in quanti
condividono ma non hanno il coraggio di ammetterlo". Se Nicolo'
si chiede "E' un pagina satirica, vero?", Fabio addirittura
scrive: "Forza e Coraggio, Caro Don Piero. Oramai Satana ha
lavato il cervello a tutti con questa bufala che uomini e donne
sono uguali, sono la stessa cosa, sono...'interscambiabili'.
Bravo. Che il Signore Ti benedica e protegga sempre". Anche una
donna tra i sostenitori di Don Corsi: "Ha ragione", scrive
Romina, "questa societa' sta diventando un mondo di froci e di
puttane".
Altre donne, utilizzando invece twitter, hanno organizzato una
manifestazione per domani "alle 17.30" riservata alle "donne di
Lerici e tutte quelle che possono esserci scendono in piazza
contro il parroco".

(Gas/ Dire)
13:30 27-12-

 
 

Nessun commento:

Posta un commento