Translate

giovedì 1 novembre 2018

IMMIGRAZIONE: LA CIRCOLARE AI QUESTORI PER DARE PRIORITÀ AI RIMPATRI

GIOVEDÌ 01 NOVEMBRE 2018 09.38.35
POLIZIASICUREZZA

IMMIGRAZIONE: LA CIRCOLARE AI QUESTORI PER DARE PRIORITÀ AI RIMPATRI (1)

IMMIGRAZIONE: LA CIRCOLARE AI QUESTORI PER DARE PRIORITÀ AI RIMPATRI (1) (9Colonne) Roma, 1 nov - Era attesa da qualche settimana la sollecitazione-richiamo ai Questori, da parte del Capo della Polizia, per "..un costante monitoraggio dei flussi regolari d'ingresso nel nostro Paese e anche negli altri Stati aderenti all'accordo di Schengen (…) anche mediante una (..) effettiva attività di rimpatrio degli stranieri che non hanno titolo all'ingresso o a fermarsi nel nostro Paese". E' arrivata, così, la circolare (n.400.B/1 Div/2018/9.1 del 26 ottobre scorso) della Direzione Centrale dell'Immigrazione e della Polizia delle Frontiere, a firma del Prefetto Gabrielli nella sua veste di Direttore Generale della Pubblica Sicurezza. Il ministro dell'interno Salvini ha dato l'input. La circolare in questione è "tecnica", ha come oggetto le "istruzioni operative " finalizzate alle "attività volte al rimpatrio degli stranieri" e ricorda come "il tema dei rimpatri costituisca una priorità istituzionale" per la quale "non a caso, si è provveduto all'introduzione di nuovi strumenti normativi (..) con il decreto legge 4 ottobre 2018 n.113" (che prevede tra l'altro l'aumento dei tempi di trattenimento nei Cpr da 90 a 180 giorni). (SEGUE) 010938 NOV 18
GIOVEDÌ 01 NOVEMBRE 2018 09.39.41
POLIZIASICUREZZA

IMMIGRAZIONE: LA CIRCOLARE AI QUESTORI PER DARE PRIORITÀ AI RIMPATRI (2)

IMMIGRAZIONE: LA CIRCOLARE AI QUESTORI PER DARE PRIORITÀ AI RIMPATRI (2) (9Colonne) Roma, 1 nov - Si tratta, come noto, del cosiddetto decreto Salvini che ha unificato in un unico provvedimento, attualmente all'esame del Parlamento, i due decreti sull'immigrazione e sulla sicurezza. Esplicito l'invito rivolto a tutti i Questori, dopo aver richiamato due precedenti circolari del dicembre 2016 e gennaio 2017 sulle attività di controllo delle forze di polizia per il rintraccio degli stranieri in posizione irregolare a "..valutare i risultati conseguiti nell'anno in corso in rapporto ai dati relativi del 2017..". Dati che se evidenziano, da un lato, un decremento dei provvedimenti di allontanamento degli stranieri (31.624 nel 2017, 19.205 al 25 ottobre del 2018, con dati davvero modesti in alcune Questure ), "connesso in parte alla diminuzione del flusso migratorio..", dall'altro vanno analizzati in profondità al fine di "migliorare i risultati conseguiti". (SEGUE) 010939 NOV 18
GIOVEDÌ 01 NOVEMBRE 2018 09.41.42
POLIZIASICUREZZA

IMMIGRAZIONE: LA CIRCOLARE AI QUESTORI PER DARE PRIORITÀ AI RIMPATRI (3)

IMMIGRAZIONE: LA CIRCOLARE AI QUESTORI PER DARE PRIORITÀ AI RIMPATRI (3) (9Colonne) Roma, 1 nov - Ed in questo senso vanno rivolte le dovute attenzioni alle "..attività svolte dagli Uffici immigrazione" che con il "necessario raccordo informativo-operativo e supporto logistico della Direzione Centrale competente" devono tendere a migliorare i risultati e cioè ad aumentare i rimpatri forzati. I rimpatri effettivi, come noto, si mantengono su livelli bassi rispetto al totale dei provvedimenti adottati (20,6% nel 2017, 25,8% nel 2018) sia per i pochi accordi politici di riammissione esistenti con i paesi di origine, sia per l'insufficienza dei posti disponibili nei Cpr, ma anche perché non sempre i Questori riescono, con le risorse umane disponibili e nel rispetto degli accordi sindacali vigenti, ad assicurare il servizio di accompagnamento, in sicurezza, in Cpr spesso molto lontani dalla sede. Anche su questo aspetto il Capo della Polizia rileva come "..l'annullamento per indisponibilità di personale vanifica l'azione di contrasto all'immigrazione irregolare svolta sul territorio". L'obiettivo, in ogni caso, è quello di aumentare il "numero delle decisioni di allontanamento emesse e la effettiva esecuzione". Nel frattempo il Capo della Polizia su questo specifico ambito chiede essere informato periodicamente. (Piero Innocenti) 010941 NOV 18

Nessun commento:

Posta un commento