Translate

mercoledì 21 settembre 2016

L.ELETTORALE: M5S, ITALICUM? RENZI BUGIARDO E CIARLATANO =



L.ELETTORALE: M5S, ITALICUM? RENZI BUGIARDO E CIARLATANO =
Non puo' usare Parlamento per i suoi interessi personali
Roma, 21 set. (AdnKronos) - "E' chiaro a tutti il motivo per cui
l'Italia abbia perso di credibilità a livello internazionale e la
ragione per cui né la Merkel, né Hollande, invitano Renzi alle
conferenze stampa: il presidente del Consiglio è un ciarlatano che
dice una cosa e ne fa un'altra. Nessuno si fida più di lui in campo
internazionale. Infatti Renzi, mettendo nero su bianco, tramite la sua
maggioranza asservita, il fatto che sia disposto a ridiscutere
l'Italicum, certifica la sua incoerenza, inadeguatezza e le sue
bugie''. E' quanto afferma il capogruppo M5S alla Camera, Laura
Castelli, commentando la mozione della maggioranza sull'Italicum.
"Il Presidente del Consiglio è un bugiardo patentato - aggiunge
Castelli - perché, solo pochi mesi or sono, aveva affermato che
l'Italicum era la migliore legge del mondo, la più bella, che sarebbe
stata copiata da molti e che non aveva nessuna intenzione di
cambiarla. Ha voluto approvarla a tutti i costi, blindandola e
costringendo il Parlamento a colpi di fiducia, bissando il precedente
di Mussolini''.
''Il Parlamento non può essere usato da Renzi per i suoi interessi
personali e per sporchi giochi di potere in pieno stile patto del
Nazzareno - conclude Castelli - ma bisognerebbe lavorare solo
nell'esclusivo interesse dei cittadini. Renzi e i suoi accoliti hanno
gettato la maschera ed hanno dimostrato, una voltà di più, che
prendono in giro i cittadini e che pensano solo ai loro interessi''.
(Pol-Mon/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
21-SET-16 13:33

: MOZIONE UNITARIA FI-LEGA-FDI, MODIFICA L.ELETTORALE DOPO REFERENDUM




9CO716737 4 POL ITA R01
ITALICUM: MOZIONE UNITARIA FI-LEGA-FDI, MODIFICA L.ELETTORALE DOPO REFERENDUM
(9Colonne) Roma, 21 set - I gruppi parlamentari di Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d'Italia della Camera dei deputati, hanno presentato una mozione unitaria in merito alla legge elettorale, sottoscritta dai presidenti Renato Brunetta, Massimiliano Fedriga e Fabio Rampelli.
Ecco il testo della mozione:
"La Camera, premesso che: la legge 6 maggio 2015, n. 52, recante «Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati» (cosiddetto "Italicum") è stata imposta a viva forza dal Governo Renzi, a colpi di maggioranza e a colpi di fiducia, in assoluto disprezzo della volontà popolare; la legge presenta diverse criticità e profili di incostituzionalità, che richiamano in larga misura quelli già riscontrati dalla Corte costituzionale nella sentenza 13 gennaio 2014, n. 1; le disposizioni previste dalla legge n. 52 del 2015 si applicano dallo scorso 1° luglio 2016, nonostante per la vigenza della riforma costituzionale si sia ancora in attesa del referendum confermativo, e se si dovesse verificare una tornata elettorale per il rinnovo del Parlamento senza che sia entrata in vigore la riforma della parte seconda della Costituzione, si verrebbe a creare l'assurda situazione in cui i due rami del Parlamento, operanti ancora in un regime di bicameralismo perfetto, sarebbero eletti con modalità irragionevolmente differenti, dalle quali scaturirebbe con ogni probabilità una condizione di insanabile ingovernabilità;
considerato che: anziché impegnarsi in questa fase in un inutile ed estenuante dibattito su come modificare la legge elettorale, appare più utile, in attesa dell'esito del referendum, dedicare i lavori parlamentari ad affrontare i problemi che ci sottolineano i cittadini italiani, quali sicurezza, immigrazione, occupazione, risparmio e pressione fiscale;
impegna sé stessa ed i propri organi, ciascuno per le proprie competenze, a modificare la legge 6 maggio 2015, n. 52, in tempi ristrettissimi, immediatamente dopo il prossimo referendum costituzionale ex art. 138 Cost.".
(red)
211333 SET 16
ITALICUM. SQUERI (FI): MOZIONE MAGGIORANZA È GRANDE AMMUINA




ITALICUM. SQUERI (FI): MOZIONE MAGGIORANZA È GRANDE AMMUINA
(DIRE) Roma, 21 set. - "Mozione maggioranza su Italicum e'
scatola vuota: grande ammuina per confondere le acque e arrivare
al referendum sperando di sfangarla". Lo scrive su twitter il
deputato di Forza Italia Luca Squeri.
(Vid/ Dire)
13:11 21-09-16
NNNN
ITALICUM. SISTO (FI): MINORANZA PD SBUGIARDA RENZI 'IL TEMPOREGGIATORE'
(DIRE) Roma, 21 set. - "Renzi ci ha provato, ma stavolta sembra
che non gli sia andata bene. Stando alle reazioni della minoranza
Pd, la sua mozione di maggioranza sull'Italicum, fulgente esempio
di vaghezza e ambiguita', e' un colpo andato a vuoto. A quanto
pare, il baratto tra futuribili modifiche all'Italicum e un si'
compatto del suo partito al referendum, al momento 'non s'ha da
fare'". Lo dichiara il deputato di Forza Italia Francesco Paolo
Sisto.
"D'altra parte- prosegue- ci avrebbe stupiti il contrario.
Perche' il testo proposto da Renzi "il temporeggiatore" e' la
piu' evidente conferma che il premier-segretario non ha alcuna
intenzione di cambiare la legge elettorale. Parole, parole,
parole...", conclude.
(Vid/ Dire)
13:19 21-09-16
NNNN
Italicum:minoranza Pd verso no mozione a maggioranza ++




ZCZC2632/SXA
XPP60810_SXA_QBXB
B POL S0A QBXB
++ Italicum:minoranza Pd verso no mozione a maggioranza ++
Bersani, documento vuoto
(ANSA) - ROMA, 21 SET - La minoranza Pd è orientata a non
votare la mozione di maggioranza sull'Italicum. Lo si apprende
in ambienti della minoranza dem che criticano i contenuti del
documento definito da Pier Luigi Bersani come un documento
vuoto.(ANSA).
TG
21-SET-16 12:58 NNN
Italicum: Salvini, Cambiarlo? prima il no al referendum




ZCZC2217/SXA
XPP60303_SXA_QBXB
U POL S0A QBXB
Italicum: Salvini, Cambiarlo? prima il no al referendum
Non perdiamo tempo con legge elettorale,le emergenze sono altre
(ANSA) - ROMA, 21 SET - "La Lega denuncia l'ennesima truffa
di Renzi, del Pd e della maggioranza, che prima hanno occupato
il Parlamento con una legge elettorale per loro meravigliosa
passata a colpi di fiducia, poi hanno scoperto che invece fa
schifo e ora vogliono cambiarla. Non se ne parla nemmeno, prima
si vota no al referendum, poi si pensa a tutto il resto. Le
emergenze per l'Italia sono economia, pensioni, immigrazione.
Non perdiamo altro tempo con la legge elettorale". Lo dice a
Montecitorio il leader della Lega Matteo Salvini, commentando la
mozione di maggioranza che riapre il dibattito
sull'Italicum.(ANSA).
DU
21-SET-16 12:27 NNN
ITALICUM. BERSANI: MOZIONE DA 4 PAROLE, NON C'E' NULLA




--ITALICUM. BERSANI: MOZIONE DA 4 PAROLE, NON C'E' NULLA
(DIRE) Roma, 21 set. - "Quando l'ho letta, sono rimasto senza
parole...". Pier Luigi Bersani, interpellato alla Camera dalla
Dire, boccia la mozione di maggioranza sulla legge elettorale.
"Basta leggere per capire che li' non c'e' nulla- aggiunge
l'ex segretario dem- Io ho chiesto che il governo prendesse
un'iniziativa comparabile con quella che prese con l'italicum,
quando arrivo' fino al punto di mettere la fiducia, quando
arrivo' fino al punto di togliere dalla commissione chi non era
d'accordo. Se la risposta sono le quattro parole che si leggono
in quella mozione, a me sembra che ci sia l'idea di non farne
nulla".
(Rai/ Dire)
12:24 21-09-16
NNNN
L.ELETTORALE: D'ATTORRE, SVELATA MANFRINA RENZI =
Roma, 21 set. (AdnKronos) - "Il voto contrario annunciato dal Pd sulla
mozione di Sinistra italiana e la presentazione di una mozione di
imbarazzante vacuità, del tutto indefinita sui tempi e sui contenuti
di una nuova legge elettorale, svelano definitivamente la manfrina del
presidente del Consiglio sull'Italicum". Lo afferma Alfredo D'Attorre,
membro dell'esecutivo nazionale di Sinistra italiana.
"Renzi -aggiunge- non ha alcuna intenzione di mettere in discussione
il punto centrale del sistema elettorale su cui ha imposto la fiducia,
ovvero il meccanismo del ballottaggio e dell'abnorme premio di
maggioranza attraverso il quale si realizza il 'premierato assoluto' e
un cambiamento sostanziale della forma di governo parlamentare, come
esplicitamente riconosciuto dall'inventore dell'Italicum, il professor
D'Alimonte. A questo punto -conclude D'Attorre- è ancora più evidente
che solo il voto dei cittadini e la vittoria del No al referendum
potranno cancellare questa forma di di presidenzialismo mascherato e
squilibrato, che è la vera essenza dell'Italicum".
(Pol-Red/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
21-SET-16 12:24
NNNN
Referendum: Romani, di legge elettorale si parla dopo




ZCZC1887/SXA
XPP59813_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB
==Referendum: Romani, di legge elettorale si parla dopo
(ripetizione con correzione alla 13 riga)
(ANSA) - ROMA, 21 SET - "Renzi vuole una nostra proposta?
Aspettiamo il referendum". Così Paolo Romani, presidente dei
senatori di Forza Italia, in un'intervista all'Avvenire
interviene sul dibattito attorno al nodo riforma elettorale e
referendum. Romani boccia l'ipotesi della mozione di maggioranza
definendola "un pasticcio" che "crea solo confusione" e che
"serve solo a intorbidire le acque del dibattito referendario".
Tuttavia, avanza alcune proposte e fissa alcuni paletti circa le
modifiche da apportare all'Italicum: "Con un sistema tripolare,
con questa legge c'è la possibilità, o la iattura, che una
rappresentanza pari al 15% reale del Paese, vista l'alta
astensione, con uno spropositato premio di maggioranza ottenga
il 55% (rpt 55%) dei seggi". Romani propone un limite: "Chi
raggiunge il 40% potrà ottenere un premio che gli consenta di
ottenere la maggioranza assoluta, che è gia tanto". Il
capogruppo azzurro esclude una riedizione del Patto
Renzi-Berlusconi ("il Nazareno è morto e quella fase conclusa").
Ma aggiunge: "se vince il no ci sarà da fare subito una legge
elettorale e le regole dovranno essere condivise da tutti".
Infine apre all'ipotesi di una Grande Coalizione: "Non è una
bestemmia, in Europa ovunque ci sia un sistema tripolare come il
nostro, addirittura a 4 come in Spagna, avviene questo. Diciamo
che mi auguro di non vedere un governo Pd-Grillo". (ANSA).
CAP/
CAP


21-SET-16 11:54 NNN