Translate

lunedì 31 ottobre 2016

TERREMOTO, ADUC: SOLDI "NUVOLA' POTEVANO SERVIRE A MESSA IN SICUREZZA





9CO725333 4 CRO ITA R01
TERREMOTO, ADUC: SOLDI "NUVOLA' POTEVANO SERVIRE A MESSA IN SICUREZZA
(9Colonne) Roma, 31 ott - Inaugurato a Roma il nuovo centro congressi (la "Nuvola" degli architetti Massimiliano e Doriana Fuksas). "Una occasione per valutare tempi e costi in relazione agli altri eventi, drammatici, di questi giorni, i terremoti - sottolinea Primo Mastrantoni, segretario Aduc -. Da quando è stato lanciato il concorso internazionale, per la realizzazione della 'Nuvola', sono passati 18 anni; il costo iniziale era previsto in 272 milioni e, secondo il Ministero dell'Economia, è costato 467 milioni, cioè 195 milioni in piu', invece secondo l'ente Eur SpA (90% Stato e 10% comune Roma) è costato 353 milioni, cioè 81 milioni in più; alla valutazione dell'ente Eur, dobbiamo aggiungere il contenzioso in atto con l'impresa costruttrice che ha chiesto altri 200 milioni, che porterebbe il costo finale a 553 milioni di euro. Serviva un nuovo centro congressi? Abbiamo dei dubbi. Esiste un centro congressi degli anni Trenta, una Fiera, inaugurata 10 anni fa, tra Roma e Fiumicino, che puo' essere equiparata ad un centro congressi, collegata con autostrada e treni, e, in più, una miriade di piccoli centri congressi sparsi nella Capitale. Di terremoti se ne parla quando accadono, poi il silenzio. Dal 1968 al 2012 l'impatto economico dei terremoti è stato valutato in 121 miliardi di euro. Con quei soldi e con i 18 anni di tempo impiegati per costruire la 'Nuvola' si sarebbero messi in sicurezza buona parte degli edifici, ad iniziare dagli ospedali, dalle scuole, dalle sedi comunali e di prefettura, vale a dire i centri nevralgici in caso di calamità. Insomma, una alternativa alle 'grandi opere', costose e, a nostro parere, inutili".
(red)
311654 OTT 16