Translate

giovedì 16 marzo 2017

DL SICUREZZA. DI BATTISTA: CONTRO PARCHEGGIATORI ABUSIVI SANZIONI SERIE





DL SICUREZZA. DI BATTISTA: CONTRO PARCHEGGIATORI ABUSIVI SANZIONI SERIE
(DIRE) Roma, 16 mar. - "In questo momento in aula e' in corso un
dibattito surreale. Gli innumerevoli partitini di sinistra (non
si sa piu' quanti siano anche perche' cambiano nome ogni mese) si
stanno opponendo a proposte di buon senso sul contrasto del
fenomeno dei parcheggiatori abusivi". Lo scrive su facebook
Alessandro Di Battista, deputato M5s.
"Lo dico ancora una volta- aggiunge-: il M5S non e' di
sinistra se propone il reddito di cittadinanza o il taglio ai
finanziamenti alla scuola privata. E non e' di destra se propone
(come potete leggere) sanzioni penali (e non piu' soltanto multe
che non vengono mai pagate) a tutti coloro che impongono - di
fatto - il pagamento di 1 o 2 euro per il posteggio
dell'automobile. Si stratta di una vera propria estorsione alla
luce del sole. Perche' milioni di italiani hanno pagato un
parcheggiatore abusivo (da nord o sud) - magari anche legato ad
organizzazioni criminali - per paura di veder danneggiata la
propria auto o di essere aggrediti".
"Basta, non e' accettabile questa mancanza di legalita'.
Occorrono sanzioni penali serie. Il M5S le sta proponendo. E
chiediamo aumenti di pene ancor piu' consistenti per chi utilizza
minori o disabili in questo vero e proprio racket. Vogliamo
normalita', soltanto normalita'", conclude.
(Vid/ Dire)
12:55 16-03-17
NNNN    

Dl sicurezza: bocciati emendamenti Lega-Fi su parcheggiatori
ZCZC2766/SXA
XPP31926_SXA_QBXB
U POL S0A QBXB
Dl sicurezza: bocciati emendamenti Lega-Fi su parcheggiatori
(ANSA) - ROMA, 16 MAR - Sono stati bocciati gli emendamenti,
identici, di Lega e Fi che miravano a trasformare in reato
l'esercizio reiterato dell'attivita' di parcheggiatori abusivi. I
due emendamenti hanno ricevuto 130 si' e 255 no. La norma
prevedeva una sanzione amministrativa che andava da 771 a 3101
euro e, in caso di reiterate violazioni, la trasformazione del
fatto in reato penale con la reclusione da 1 a 3 anni e la
confisca delle somme percepite.(ANSA).
CP
16-MAR-17 12:31 NNNN