Translate

sabato 15 luglio 2017

Rai:Anzaldi,ostaggio agenti star!contratto Fazio incomprensibile


Rai:Anzaldi,ostaggio agenti star!contratto Fazio incomprensibile =

(AGI) - Roma, 15 giu. - "La Rai e' piu' che ostaggio degli
agenti delle star e la Commissione di vigilanza ha preparato un
atto di indirizzo per mettere fine al conflitto di interessi
tra agenti e produttori". Lo annuncia il deputato Pd e
segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi,
che, intervistato dal settimanale 'Gente', torna sul contratto
a Fabio Fazio : "Non riesco a capire quale sia il metro che ha
portato a queste cifre. Perche', se Fazio guadagna 2,8 milioni
l'anno [2,2 + 600 mila. ndr], un recordman di ascolti come
Carlo Conti quanto dovrebbe ricevere? La Rai ha deciso che
l'appalto per produrre i programmi di Fazio, valore oltre 10
milioni, fosse assegnato a una societa' di Fazio, costituitasi
solo ora con il nome Officina, senza gara. E' regolare? Ora
scopriamo che tra i soci di questa societa' c'e' Magnolia, che
tra i suoi soci ha Vivendi, che al suo interno ha Mediaset.
Sembra la spartizione di una torta". E poi "In quel contratto
Fazio vende anche il format. Un format che ha 14 anni. E
comunque l'esempio di un format e' quello di Pechino Express,
mentre un'intervista faccia a faccia non e' un format e se
fosse un format, il proprietario si chiama Minoli, non certo
Fazio. La Commissione raccomanda che il format debba essere
verificato e la prova deve essere che possa essere vendibile
all'estero. Che tempo che fa non ha queste caratteristiche".
Inoltre proposito del ritorno pubblicitario dei programmi
di Fazio, il deputato dem aggiunge: "Il problema e' un altro:
se non ci fosse lui, quella pubblicita' ci sarebbe lo stesso?
Forse potrebbe essercene di piu'. E poi, siamo certi che su
Raiuno, dove il prossimo anno sara' trasmesso il programma, le
battute della Littizzetto siano gradite? E se calasse
l'ascolto? E se la serata fosse vinta da una Tv concorrente e
quindi la pubblicita' andasse dall'altra parte?".
Tornando agli agenti delle star tv,"Si chiede che i
personaggi della mia scuderia - spiega Anzaldi - siano ospiti
dello show condotto dal mio artista. Nella trasmissione di
Fazio ci siamo trovati di fronte a casi emblematici. Non puo'
succedere che Giovanni Floris lasci la Rai, faccia diventare
campione di ascolti una Tv concorrente e poi torni in Rai, a
presentare il suo libro. Detto questo, fa bene Floris e fa bene
il suo agente Beppe Caschetto, che guarda caso e' lo stesso di
Fazio. E ancora, questo inverno c'era molta attesa per due
fiction, una era The Young Pope trasmessa da Sky, l'altra I
Medici, della Rai. Ebbene, la settimana prima della messa in
onda di The Young Pope, Fazio ospito' nella sua trasmissione
Jude Law, Silvio Orlando e Paolo Sorrentino, attore e regista.
Un grande spot: Sky ha fatto lo stesso per il programma Rai? Ma
forse la ragione e' stata un'altra: Sky ha 'offerto' l'attore e
la produzione, una societa' esterna, ha risparmiato il cachet
di Jude Law".(AGI)
red/gim
151727 LUG 17
NNNN