Translate

giovedì 11 gennaio 2018

Pa, esternalizzare le attività costa di più - Ma esternalizzare le attività della Pa allo Stato costa di più



Messaggero di giovedì 11 gennaio 2018, pagina 1

Pa, esternalizzare le attività costa di più - Ma esternalizzare le attività della Pa allo Stato costa di più


di Boeri Tito


Tito Boeri* L'intervento Pa, esternalizzare le attività costa di più Inversione di rotta Ma esternalizzare le attività della Pa allo Stato costa di più "senza oneri aggiuntivi per la finanza pubblica": dall'uscita anticipata dal lavoro (Ape), al reddito di inserimento (Rei), fino al premio alla nascita. Al contempo aumenta la spesa per personale convenzionato (cresciuta del 15% nel 2017 per raggiungere 85 milioni) e per intermediari esterni chiamati ad assolvere funzioni che, almeno in parte, potrebbero essere svolte direttamente dall'istituto. Anche i Comuni delegano molte funzioni a enti esterni. Per esempio, a seguito dell'introduzione della prima misura nazionale di contrasto alla povertà, il Rei, lmnps si è sentito spesso chiedere dai Comuni di abilitare le cooperative sociali, che operano per conto di questi enti locali, alla trasmissione diretta delle domande. Ma l'Inps non pub aprire le proprie banche dati a soggetti esterni alle amministrazioni pubbliche interessate, quindi lo scambio di informazioni è più complesso e rischia di allungare i tempi delle istruttorie. In questi casi, peraltro, il coinvolgimento di operatori terzi non è affatto "senza oneri aggiuntivi". Dei 1700 milioni stanziati per il Rei, ben 300 saranno destinati a finanziare queste istruttorie decentrate, fondi che andranno in gran parte a soggetti privati. Nell'ultima legge di bilancio all'Inps, non è stato concesso di utilizzare, come preventivamente autorizzato dal Mef, risparmi nelle proprie spese di funzionamento per effettuare assunzioni di personale qualificato - aggiuntive rispetto a quelle previste dal concorso per 365 nuovi funzionari - che sarebbero servite per gestire il Rei e le complesse misure introdotte lo scorso anno per permettere uscite anticipate verso la pensione. La stessa legge ha, invece, destinato ulteriori 20 milioni ai Caf perle certificazioni Isee, che faranno salire a circa 150 milioni le risorse pubbliche destinate all'insieme dei centri di assistenza fiscale e poste a carico dell'Inps....SEGUE SULLA TESTATA

Nessun commento:

Posta un commento