Translate

giovedì 22 settembre 2016

FROSINONE: LIBERATI 88 CARDELLINI, 3 BRACCONIERI DENUNCIATI

ANIMALI: POLSTRADA SEQUESTRA SU A1 88 CARDELLINI DESTINATI A MERCATO ILLEGALE =
Auto fermata a Cassino, 3 denunce
Roma, 22 set. (AdnKronos) - Ottantotto cardellini, contenuti in cinque
gabbie di varie misure, sono stati sequestrati dalla Polizia Stradale
di Frosinone a bordo di un'auto sull'autostrada A1. La sottosezione
della Polstrada di Cassino, nel corso dei servizi di vigilanza, ha
sottoposto a controllo l'autovettura che percorreva l'A1 in direzione
Napoli. All'interno del bagagliaio sono state rinvenute le gabbie con
gli uccelli, verosimilmente destinati alla vendita nei mercati
illegali dell'hinterland partenopeo, ove ancora resiste la cultura di
acquistare e tenere in casa i cardellini.
Un business di portata considerevole, spiega una nota della Polizia
stradale, soprattutto se si considera che per gli esemplari dalle
migliori qualità canore e di riproduzione il prezzo cresce fino ad
oltre 3mila euro. Per i bracconieri questo è uno dei periodi migliori
per la cattura del cardellino: il casertano, il frusinate e in
generale il basso Lazio costituiscono i territori privilegiati per
questo tipo di pratica illegale.
Al termine degli accertamenti i tre occupanti dell'autovettura,
napoletani di età compresa tra i 55 e 65 anni, sono stati denunciati
alla competente Autorità Giudiziaria per aver catturato e detenuto
uccelli non cacciabili di specie protetta. I poliziotti hanno
sequestrato le gabbie e, in collaborazione con personale qualificato
della Polizia Provinciale, hanno liberato i cardellini.
(Red/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
22-SET-16 08:49
NNNN

9CO716923 4 CRO ITA R01
FROSINONE: LIBERATI 88 CARDELLINI, 3 BRACCONIERI DENUNCIATI
(9Colonne) Frosinone, 22 set - La Polizia Stradale di Frosinone ha rinvenuto all'interno di un veicolo 88 cardellini destinati al mercato illegale. I cardellini sono stati liberati nelle campagne del cassinate. I tre occupanti dell'autovettura, fermata e perquisita mentre percorreva la A1 in direzione Napoli, napoletani di età compresa tra i 55 e 65 anni, sono stati denunciati. I cardellini erano stipati in 5 gabbie di varie misure e verosimilmente destinati alla vendita nei mercati illegali dell'hinterland partenopeo, dove ancora resiste la cultura di acquistare e tenere in casa i cardellini, noti per il canto ed il piumaggio sgargiante. Il business che ruota attorno all'uccellagione è di portata considerevole, soprattutto se si considera che per gli esemplari dalle migliori qualità canore e di riproduzione il prezzo cresce fino ad oltre 3mila. Per i bracconieri questo è uno dei periodi migliori per la cattura del cardellino che migra verso i paesi caldi attraversando le pianure. Il casertano, il frusinate ed in generale il basso Lazio costituiscono i territori privilegiati per questo tipo di pratica illegale.
(red)
220834 SET 16