Translate

venerdì 16 dicembre 2016

Etruria: circa 200 milioni i finanziamenti contestati


Etruria: circa 200 milioni i finanziamenti contestati


ZCZC4231/SXA
OFI35531_SXA_QBXB
R CRO S0A QBXB
Etruria: circa 200 milioni i finanziamenti contestati
Nessuna notifica di conclusione indagine a Pier Luigi Boschi
(ANSA) - AREZZO, 16 DIC - I finanziamenti contestati nell'
inchiesta su Banca Etruria, coordinata dal procuratore Roberto
Rossi, complessivamente sono di poco inferiori a 200 milioni di
euro, distribuiti anche a societa' che, secondo l'accusa, in
alcuni casi facevano riferimento a dei consiglieri. Per tutti i
22 l'accusa e' quindi di bancarotta fraudolenta in concorso ma
per alcuni e' aggravata anche dal conflitto di interessi.
Secondo quanto si ricostruito, la Procura aretina aveva
indagato su tutti i componenti del penultimo e del terzultimo
Consiglio di amministrazione di Banca Etruria, rispettivamente
presieduti da Elio Faralli e Giuseppe Fornasari, ma la notifica
di chiusura indagini interessa solo i consiglieri che avevano
deliberato i finanziamenti finiti, al momento, nell'inchiesta,
ed alcuni dirigenti. Questi finanziamenti, infatti, non sono mai
approvati da Pier Luigi Boschi, padre dell'attuale
sottosegretario alla presidenza del Consiglio Maria Elena, e
vicepresidente gia' con Fornasari di Banca Etruria. Boschi,
quindi non ha ricevuto alcuna notifica di conclusione indagine.
Lo stesso Lorenzo Rosi, che poi sara' l'ultimo presidente
dell'istituto aretino, e' indagato ma per il periodo in cui era
ancora consigliere.
(ANSA).
MU-YWS
16-DIC-16 14:40 NNNN