Translate

martedì 20 febbraio 2018

Giochi: Sapar, siti online alimentano illegalita'


LUNEDÌ 19 FEBBRAIO 2018 13.47.54
SALUTE

Giochi: Sapar, siti online alimentano illegalita'

ZCZC3576/SXB OBA98988_SXB_QBXB R CRO S0B QBXB Giochi: Sapar, siti online alimentano illegalita' (ANSA) - BARI, 19 FEB - "E' grave ignorare quanto sta accadendo nell'ambito della incontrollata diffusione dei giochi online da siti illegali che sta radicalmente mutando il panorama del gioco, ma che non trova al momento una normativa adeguata". Cosi' il vice presidente vicario nazionale dell'Associazione nazionale servizi apparecchi per pubbliche attrazioni ricreative, Domenico Distante, che e' anche presidente della delegazione pugliese Sapar, intervenendo in merito alla campagna nazionale di sensibilizzazione "Mettiamoci in gioco", contro l'azzardo e le ludopatie, presentata di recente anche a Bari. "Il gioco online sui siti illegali, praticabile da qualsiasi smartphone o tablet - spiega - non e' vincolato a orari di apertura, a distanze prestabilite dai luoghi sensibili, a controlli fiscali. In barba alla moratoria e alla progressiva riduzione di un terzo delle slot machine, tale riduzione e' stata attuata per il 15 per cento entro il 31 dicembre dello scorso anno e il 19 per cento entro il 30 aprile prossimo". Una riduzione di circa 160 mila slot, mentre "paradossalmente vengono introdotti nuovi giochi a estrazione. La proliferazione di regolamenti regionali e comunali che colpiscono un solo settore, inducono aziende e locali pubblici, che operano nel pieno rispetto della legge, a chiudere i battenti e a licenziare il personale, alimentando i circuiti illegali. A cosa servono dunque regolamenti, distanze e orari quando vi e' una cosi' ampia varieta' di offerta di gioco sulle piattaforme online, quando e' possibile giocare da qualsiasi luogo e in qualsiasi orario senza alcuna limitazione?" "E' indifferibile - secondo Sapar - giungere nella prossima Legislatura ad una normativa univoca dell'industria del gioco, introducendo regole comuni per tutti. E' questo l'appello che Sapar rivolge a tutte le forze politiche, associazioni, enti e istituzioni ponendo l'accento sull'utilizzo dei fondi pubblici (50 milioni di euro) destinati alla cura delle dipendenze da gioco patologico". "L'Associazione - conclude Distante - vigilera' sulla erogazione dei contributi nel timore che una 'distribuzione a pioggia' vanifichi i reali obiettivi di tutela della salute, beneficiando esclusivamente enti e/o associazioni che nascono all'occorrenza".(ANSA). COM-AME 19-FEB-18 13:47 NNNN 

Nessun commento:

Posta un commento