Translate

lunedì 28 gennaio 2019

Brexit, vice Barnier: Gb rischia di uscire fuori da Ue per errore


LUNEDÌ 28 GENNAIO 2019 19.55.26

Brexit, vice Barnier: Gb rischia di uscire fuori da Ue per errore

Brexit, vice Barnier: Gb rischia di uscire fuori da Ue per errore Sabine Weyand: "Londra non può decidere quello che vuole" Berlino, 28 gen. (askanews) - La Gran Bretagna rischia di finire fuori dall'Unione Europea senza un accordo sulla Brexit "per errore", perchè Londra non può decidere quello che vuole. È il monito lanciato da Sabine Weyand, vice di Michel Barnier, che ha criticato la gestione del premier Theresa May dei negoziati per il divorzio. "C'è il rischio molto reale di uscita. Non per progetto, ma per errore", ha detto la vice del capo dei negoziatori europei sulla Brexit a una platea di europei, invitata dal think tank Centro di politica europea. Weyand si è lamentata perchè a suo giudizio May ha tenuto il suo stesso esecutivo e i parlamentari nell'ombra durante diciotto mesi di intensi negoziati. Di conseguenza, ha sottolineato, molti parlamentari di Westminster sono rimasti sorpresi dal contenuto dell'accordo di ritiro che il premier ha firmato a novembre con i leader Ue e lo hanno respinto. May sta ora puntando a modifiche all'accordo e a una parallela dichiarazione politica sulle future relazioni tra Ue e Gran Bretagna, nella speranza di ottenere - anche se in ritardo - sostegno in patria. (fonte AFP) (segue) Fco 20190128T195443Z  
LUNEDÌ 28 GENNAIO 2019 20.17.31

Brexit, vice Barnier: Gb rischia di uscire fuori da Ue per... -2-

Brexit, vice Barnier: Gb rischia di uscire fuori da Ue per... -2- Londra, 28 gen. (askanews) - La prospettiva che si arrivi al Brexit Day - il 29 marzo - senza un accordo sta diventando sempre più probabile. Domani i parlamentari britannici saranno chiamati a votare su una serie di emendamenti che potrebbero finire per costringere May o a cercare un rinvio della data sulla Brexit
o a correggere l'accordo sul ritiro. Weyand ha avvertito che i negoziati sono conclusi e che non sarebbe stata una sorpresa se May avesse tenuto il suo scettico esecutivo aggiornato sullo stato dei negoziati. "Adesso ci sono nuove idee che tornano a galla e sembra come un Giorno della Marmotta, a proposito di un limite temporale al backstop o a una clausola di uscita unilaterale", ha affermato, "Lasciate che vi rassicuri: Nessuna di questa è nuova". May dovrebbe tornare a Bruxelles per chiedere che il cosiddetto "backstop irlandese", finalizzato a garantire che non ritorni una frontiera in Irlanda, sia rimosso dall'accordo. Questo, ha ricordato Weyand, è stato respinto da tutti i Ventisette leader Ue: "Questo negoziato a Londra. Non c'è nessun negoziato tra Ue e Gran Bretagna. Questo negoziato è concluso. Non intendiamo riaprire l'accordo di ritiro". (fonte AFP) Fco 20190128T201649Z  

Nessun commento:

Posta un commento