Translate

martedì 18 gennaio 2011

I.N.P.S. (Istituto nazionale della previdenza sociale) Msg. 14-1-2011 n. 871 Ricostituzione automatica delle pensioni. Nuova misura dell'assegno per l'assistenza personale e continuativa. Emanato dall'Istituto nazionale della previdenza sociale.

I.N.P.S. (Istituto nazionale della previdenza sociale)
Msg. 14-1-2011 n. 871
Ricostituzione automatica delle pensioni. Nuova misura dell'assegno per l'assistenza personale e continuativa.
Emanato dall'Istituto nazionale della previdenza sociale.
Ricostituzione automatica delle pensioni. Nuova misura dell'assegno per l'assistenza personale e continuativa.

 Emanato dall'Istituto nazionale della previdenza sociale.


Si fa seguito al messaggio n. 32735 del 28 dicembre 2010 e si comunica che si è provveduto a ricostituire le pensioni di inabilità per l'attribuzione della nuova misura dell'assegno per l'assistenza personale e continuativa, stabilita con D.M. 21 luglio 2010 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 257 del 3 novembre 2010.
L'elaborazione ha riguardato le pensioni a credito del pensionato.
I conguagli a credito del pensionato sono stati memorizzati sull'archivio conguagli:
- “validati” a condizione che per lo stesso soggetto non siano memorizzate, sull'archivio centrale degli indebiti, precedenti ricostituzioni con conguaglio a debito del pensionato;
- “da definire” se sono memorizzate, sull'archivio centrale degli indebiti, precedenti ricostituzioni con conguaglio a debito del pensionato. Le Sedi dovranno provvedere alla definizione, con la procedura ARTE, dei conguagli non validati, effettuando eventuali compensazioni con indebiti riferiti agli stessi periodi.
I conguagli “validati” saranno posti in pagamento con la rata di febbraio 2011.
Nella procedura “PENSIONI DA VERIFICARE”, collocata nella Intranet dell'Istituto, area “Assicurato Pensionato”, sezione “Servizi” di cui al messaggio n. 12649 del 10 maggio 2010, saranno disponibili:
- le pensioni con conguagli da validare a cura delle Sedi;
- le pensioni che non è stato possibile ricostituire in via automatica e che dovranno pertanto essere immediatamente ricostituite dalle Sedi.



1. Aggiornamento del Data Base delle pensioni
Il ricalcolo delle pensioni interessate è stato effettuato a partire dal 1° gennaio 2010, con conseguente aggiornamento dei dati mensili sui GP6 a partire da tale data.
La procedura di ricostituzione ha provveduto inoltre a memorizzare la “movimentazione” nel segmento GP1 del data base delle pensioni.
In particolare, sono stati memorizzati al campo:
- GP1CMPNTIP il valore DB;
- GP1FMPNTIP il valore 1;
- GP1DMPN la data di elaborazione;
- GP1NUTS l'anno di decorrenza di calcolo degli arretrati;
- GP1NRCHGRN il mese di decorrenza di calcolo degli arretrati;
- GP1CPRD il valore ACC.



2. Comunicazione ai pensionati
Ai pensionati interessati viene inviata apposita comunicazione, differenziata in relazione all'esito dell'elaborazione.
Al fine di agevolare le Sedi e per poter fornire ai pensionati eventuali chiarimenti necessari sul calcolo e sui conguagli effettuati, è stato predisposto anche il mod. TE08, disponibile in INTRANET in “Assicurato e Pensionato” - STAMPEWEB: stampa elaborati pensioni.



3. Procedura ARTE
I conguagli a credito possono essere visualizzati con la procedura ARTE.



4. Diario
L'elenco delle pensioni ricostituite può essere ottenuto con la procedura Diario, selezionando il codice azione “0409” (AUMENTO ASSEGNO PER L'ASSISTENZA PERSONALE E CONTINUATIVA) e le date del 20 al 21 dicembre 2010.

Nessun commento:

Posta un commento