Translate

giovedì 26 settembre 2013

SALUTE. ANSIA E STRESS: CONSIGLI PER GESTIRLI GIÀ A TAVOLA


SALUTE. ANSIA E STRESS: CONSIGLI PER GESTIRLI GIÀ A TAVOLA
WEBMEDICINE.IT: FRUTTA, CARNI MAGRE E PESCE, MEGLIO PICCOLI PASTI

(DIRE) Roma, 26 set. - Nervosismo, ansia, stress, calo
dell'attenzione, stanchezza, problemi gastrointestinali,
insonnia. Sara' perche' le vacanze non sono state ancora del
tutto archiviate, sara' perche' arrivano anche i primi freddi,
l'autunno e' la stagione piu' difficile da affrontare. "Il
rientro al lavoro, a scuola e alla routine quotidiana, sempre
piu' in un clima di incertezza economica e lavorativa, sono causa
di disturbi per un italiano su tre", afferma Brigida Stagno,
gastroenterologa e nutrizionista di Webmedicine.it, il primo
portale italiano che offre consulenze specialistiche on line. Ma
cosa fare per evitare questi disturbi? È possibile adottare pochi
e semplici accorgimenti, facendo attenzione a cosa si mette in
tavola.
"Sono da evitare i regimi squilibrati e troppo restrittivi,
mentre e' consigliabile seguire una dieta controllata ed
equilibrata", premette la dottoressa. Alcune regole: "Fare una
buona prima colazione, abolire gli alimenti troppo calorici, i
grassi animali, la carne rossa, gli alimenti raffinati e poveri
di fibre, le bevande zuccherate e quelle superalcoliche, ridurre
il sale, evitare alcuni metodi di cottura e di conservazione,
come l'affumicatura, la salatura, la cottura ad alte temperature
e a fuoco vivo (alla brace) che possono formare metaboliti
cancerogeni. L'ideale e' bere almeno un litro e mezzo di acqua
ogni giorno e puntare su alimenti semplici e freschi, come frutta
e verdura, ricchi di antiossidanti, in grado di migliorare le
capacita' cognitive, contrastare i radicali liberi e proteggere
dai tumori". La sensazione di stanchezza e la difficolta' di
concentrazione si superano con cereali, noci e legumi. "Come per
il pesce, che si consiglia di consumare almeno due volte a
settimana, questi sono alimenti ricchi di omega-3 e acidi grassi
essenziali in grado non solo di prevenire le malattie
cardiovascolari, ma anche di inibire la formazione dei radicali
liberi e di svolgere un'azione trofica sul sistema nervoso
centrale, migliorando la qualita' del sonno e dell'umore e
favorendo concentrazione e memoria", continua la specialista di
Webmedicine. (SEGUE)
(Com/Gas/ Dire)
11:28 26-09-13
SALUTE. ANSIA E STRESS: CONSIGLI PER GESTIRLI GIÀ A TAVOLA -2-


(DIRE) Roma, 26 set. - Del resto, "il legame tra depressione e
bassi livelli circolanti di omega-3 e' confermato da molti studi
scientifici e la supplementazione con i 'fish oil' sembra
migliorare l'umore in alcune persone depresse. Magnesio e
selenio, oligoelementi presenti nella frutta secca (noci) e nelle
verdure a foglia verde, possono favorire le funzioni cerebrali e
contrastare gli sbalzi di umore, cosi' come la vitamina B12 e
l'acido folico, contenuti soprattutto nel pollo, nel salmone, nei
broccoli, nei fagioli e nel manzo".
Carne e latte favoriscono il buonumore. "Contengono il
triptofano, un precursore della serotonina che e' utile per
alzare il tono dell'umore", dice la nutrizionista.
L'intestino e' particolarmente delicato. "Per combattere la
sindrome dell'intestino irritabile, il meteorismo o la
stitichezza e' preferibile fare piccoli pasti durante la
giornata, composti da piatti semplici, poco elaborati e ben
cotti, introducendo molta acqua naturale, frutta e verdura, carni
magre e pesce. Sono da limitare caffe', fritti, insaccati, alcol,
cibi molto piccanti e latte, consumando la frutta lontano dai
pasti". Aggiunge la dottoressa Stagno: "Utile e' assumere
probiotici, di cui e' ricco lo yogurt, anche sotto forma di
bustine o compresse, per limitare la produzione dei gas
intestinali e ripristinare l'equilibrio della flora batterica
intestinale".
Fino al 30 ottobre Webmedicine.it propone una consulenza
specialistica personalizzata per affrontare al meglio il periodo
autunnale. 30 minuti a diretto contatto con la nutrizionista e
comprendere quali scelte fare a tavola e quali stili di vita
intraprendere. "Esistono consigli generali, ma ogni situazione e'
a se stante e deve essere valutata in modo approfondito",
conclude la dottoressa.
(Com/Gas/ Dire)
11:28 26-09-13
SALUTE: ESPERTI, STRESS TOGLIE SONNO, RISCHI GIA' DOPO 24 ORE 'IN BIANCO' =
SOTTO 5 ORE A NOTTE SOS CUORE - PARRINO (AIMS), PERICOLI ANCHE
PER LAVORATORI TELECOM

Milano, 26 set. (Adnkronos Salute) - Fatica cronica ad
addormentarsi, microrisvegli notturni, occhi sbarrati prima dell'alba
senza poterli richiudere. Stress emotivo e buon sonno non vanno
d'accordo, e i rischi per la salute sono in agguato gia' dopo un
giorno trascorso completamente 'in bianco'. All'indomani dello sfogo
di Silvio Berlusconi, che ai parlamentari del Pdl avrebbe confidato di
non riuscire ad addormentarsi fino alle 5 del mattino da ormai 55
giorni, gli esperti di medicina del sonno interpellati dall'Adnkronos
Salute non hanno dubbi.

"Studi sugli animali indicano che gli effetti di una totale
deprivazione di sonno iniziano a farsi sentire gia' dopo 24-48 ore",
spiega Carolina Lombardi, responsabile del Centro sonno dell'Istituto
auxologico italiano di Milano. E a pagare il conto piu' alto sono
cuore e arterie, "le cui alterazioni hanno un ruolo chiave nella
prognosi del paziente insonne". Conferma Liborio Parrino, presidente
dell'Associazione italiana medicina del sonno (Aims): "Dormire a lungo
per meno di 5 ore a notte comporta un alto rischio di ipertensione e
malattie cardiovascolari".

"A tutti e' capitato di sperimentare l'impatto dello stress, di
una preoccupazione o di un pensiero negativo sulla qualita' del
sonno", osserva Lombardi. Pur puntualizzando che "non esiste forma di
stress in grado di togliere completamente il sonno per un periodo di
quasi 2 mesi", la specialista sottolinea come lo stress possa
"interferire anche con la percezione che abbiamo del nostro sonno. Se
siamo sotto pressione, sicuramente sentiamo che e' meno profondo, poco
rilassante, per nulla ristoratore". Problemi che, fa notare Parrino,
"in questi giorni credo stiano vivendo anche tanti lavoratori
spaventati dalla possibilita' di ritrovarsi senza un impiego. Penso ad
esempio ai dipendenti di Telecom", dopo la notizia della cessione del
controllo della compagnia alla spagnola Telefonica. (segue)

(Opa/Zn/Adnkronos)
26-SET-13 13:00

SALUTE: ESPERTI, STRESS TOGLIE SONNO, RISCHI GIA' DOPO 24 ORE 'IN BIANCO' (2) =
PARRINO, 'MEDICI BERLUSCONI GLI PRESCRIVANO DEI FARMACI'

(Adnkronos Salute) - "Alterazioni al sistema cardiovascolare e
ai meccanismi della termoregolazione, con aumento della frequenza
cardiaca; scompenso della secrezione di ormoni che seguono il ritmo
circadiano (dal cortisolo alla prolattina); ipereccitabilita' di tutti
gli apparati. L'organismo privato del sonno - esemplifica Lombardi -
e' un po' come un'automobile lanciata a 180 all'ora per 10 anni".

Il primo impatto di una notte difficile riguarda "le performance
durante la veglia, naturalmente compromesse. Il sonno - ricorda
infatti l'esperta - ha una funzione ristoratrice su diversi apparati,
e in particolare sul sistema nervoso centrale. Quindi, se il riposo
viene meno, ci si sente meno lucidi durante il giorno, con la
possibilita' di problemi di memoria o di disturbi dell'umore". Se e'
vero infatti che il 'mal di vivere' e' nella lista delle cause di
insonnia, puo' anche essere una sua conseguenza. "Studi sui turnisti
di notte - evidenzia inoltre la specialista dell'Auxologico - hanno
dimostrato possibili effetti del sonno insufficiente sul sistema
gastrointestinale, con ulcere e transito irregolare".

"Cosi' come il bisogno di sonno e' individuale, anche la
risposta a una sua deprivazione e' variabile da persona a persona",
precisa Lombardi. In passato, aggiunge Parrino, l'ex premier si e'
sempre vantato di essere un 'breve dormitore' e cioe' di avere bisogno
di poche ore di sonno per notte. Ma anche queste persone possono
rischiare danni importanti - avverte il presidente Aims, a capo del
Centro di medicina del sonno dell'azienda ospedaliero-universitaria di
Parma - se vanno al di sotto di un numero di ore di sonno sufficienti
per garantire un recupero". Insomma, "spero che i medici di fiducia di
Berlusconi lo stiano aiutando a dormire almeno con qualche farmaco a
breve emivita". (segue)

(Opa/Zn/Adnkronos)

SALUTE: ESPERTI, STRESS TOGLIE SONNO, RISCHI GIA' DOPO 24 ORE 'IN BIANCO' (3) =
IL CONSIGLIO, SPEGNERE L'INTERRUTTORE E PENSARE A SE STESSI

(Adnkronos Salute) - "Nella terapia - suggerisce Parrino - e'
molto importante ascoltare il paziente per capire di che tipo di
insonnia soffre: la forma in cui ci si sveglia prestissimo senza
potersi riaddormentare e' diversa, infatti, da quella in cui non ci si
addormenta fino al mattino". E la piu' insidiosa e' proprio
quest'ultima, quella di cui soffrirebbe l'ex presidente del Consiglio:
"E' importante soprattutto dormire bene la prima parte della notte.
Sono le prime 4 ore e mezza di sonno le piu' preziose", insegna
l'esperto.

Ma dormire bene dipende anche da noi: il modo migliore per
contrastare i fattori di stress nemici di Morfeo e' "imparare a
spegnere l'interruttore che ci collega al mondo esterno per dedicarci
a noi stessi", conclude Lombardi. "Certo non possiamo decidere quando
dormire, pero' possiamo decidere di staccare la spina e di curarci
della nostra salute, perche' il sonno e' un bisogno primario. Bisogna
imparare a lasciarsi andare, ad affidarsi. Senza pretendere di avere
tutto, sempre sotto controllo".

(Opa/Opr/Adnkronos)
26-SET-13 13:51
 

Nessun commento:

Posta un commento