Translate

venerdì 3 ottobre 2014

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE AVVISO Modifica al bando di concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento, per il 2014, di 2.229 volontari in ferma prefissata quadriennale (VFP 4) nell'Esercito, nella Marina Militare, compreso il Corpo delle Capitanerie di Porto, e nell'Aeronautica Militare. (GU n.77 del 3-10-2014)



 MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE
AVVISO

Modifica  al  bando  di  concorso,  per  titoli  ed  esami,  per   il
  reclutamento, per il 2014, di 2.229 volontari in  ferma  prefissata
  quadriennale (VFP 4) nell'Esercito, nella Marina Militare, compreso
  il Corpo delle Capitanerie di Porto, e nell'Aeronautica Militare.

(GU n.77 del 3-10-2014)



                     IL VICE DIRETTORE GENERALE


                           di concerto con


                IL VICE COMANDANTE GENERALE DEL CORPO
                     DELLE CAPITANERIE DI PORTO


    Visto il decreto legislativo 15 marzo 2010,  n.  66,  concernente
"codice  dell'ordinamento  militare"   e   successive   modifiche   e
integrazioni;
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15  marzo  2010,
n. 90, recante  "testo  unico  delle  disposizioni  regolamentari  in
materia  di  ordinamento   militare"   e   successive   modifiche   e
integrazioni;
    Visto il decreto interdirigenziale n. 273 del  28  novembre  2013
emanato dalla Direzione Generale per il Personale Militare (DGPM)  di
concerto con il Comando  Generale  del  Corpo  delle  Capitanerie  di
Porto, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - 4ª serie speciale  -  n.
95 del 3 dicembre 2013,  successivamente  modificato  con  i  decreti
interdirigenziali n. 66 del 18 marzo 2014 e n. 93 del 15 aprile 2014,
con il quale e' stato indetto, per il 2014, un concorso,  per  titoli
ed esami, per il reclutamento di 2.229 volontari in ferma  prefissata
quadriennale (VFP 4) nell'Esercito, nella Marina  Militare,  compreso
il Corpo delle Capitanerie di Porto, e nell'Aeronautica Militare;
    Visto il foglio n. M_D E0012000 0897463 del 13 agosto  2014,  con
il quale lo Stato Maggiore dell'Esercito  ha  chiesto  di  modificare
l'allegato A al bando di concorso  -in  alcune  parti  relative  agli
accertamenti fisio-psico-attitudinali e dell'efficienza  fisica-  nei
termini ivi indicati;
    Ritenute condivisibili le proposte  di  modifica  avanzate  dallo
Stato Maggiore dell'Esercito;
    Tenuto  conto  che  l'art.  1,  comma  12  del   citato   decreto
interdirigenziale n. 273 del 28 novembre 2013 prevede la possibilita'
di apportare modifiche al bando di concorso;
    Visto il decreto del Ministro della  difesa  16  gennaio  2013  -
registrato alla Corte dei conti il 1°  marzo  2013,  registro  n.  1,
foglio n. 390 - concernente,  tra  l'altro,  struttura  ordinativa  e
competenze della DGPM;
    Visto l'art. 1 del decreto dirigenziale n. 607 del 3 giugno  2013
emanato dal Comando Generale del Corpo delle  Capitanerie  di  Porto,
con cui all'Ammiraglio Ispettore (CP)  Vignani  Stefano,  quale  Vice
Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di  Porto,  e'  stata
conferita la delega all'adozione, di concerto con autorita'  di  pari
rango della DGPM e nei casi  previsti  dalla  normativa  vigente,  di
taluni atti di gestione amministrativa in materia di reclutamento del
personale militare del Corpo delle Capitanerie di Porto;
    Visti gli articoli 1 e 2 del decreto dirigenziale del  31  maggio
2013 emanato dalla  DGPM,  con  cui  al  dirigente  dr.  Berardinelli
Concezio,  quale  Vice  Direttore  Generale  della  DGPM,  e'   stata
conferita  la  delega  all'adozione  di  taluni  atti   di   gestione
amministrativa in materia di reclutamento del personale  delle  Forze
Armate e dell'Arma dei Carabinieri,

                              Decreta:

    I  Capi  B  e   C   dell'Allegato   A   (Esercito)   al   decreto
interdirigenziale n. 273 del 28 novembre 2013 sono cosi' sostituiti:
B. Accertamenti fisio-psico-attitudinali e dell'efficienza fisica
    1. Candidati in servizio nelle Forze Armate  che  concorrono  per
l'Esercito
a) Accertamenti psico-fisici
    I concorrenti in servizio sono sottoposti a visita medica a  cura
del Dirigente del Servizio Sanitario ovvero del Capo  dell'Infermeria
di Corpo ovvero dell'Ufficiale  medico  del  Servizio  Sanitario  del
Reparto ovvero di altro Ente/Reparto o di altra  struttura  sanitaria
delle Forze Armate.
    L'Ufficiale medico, sulla base della documentazione  fornita  dal
Comando di appartenenza del concorrente, dell'indagine anamnestica  e
della visita medica, rilascia un certificato, conforme all'allegato F
al bando, attestante sia il  profilo  sanitario  attribuito  all'atto
della selezione quale VFP 1 -ovvero, successivamente, da altro organo
medico-legale- sia l'assenza o l'eventuale  insorgenza  di  patologie
che possano incidere sull'idoneita' al servizio militare.
    I concorrenti risultati idonei alla prova di selezione  culturale
e sottoposti alla predetta verifica sanitaria sono  convocati,  sulla
base degli elenchi  predisposti  dalla  DGPM,  presso  il  Centro  di
Selezione e Reclutamento Nazionale dell'Esercito (CSRNE)  di  Foligno
(PG) per essere sottoposti ai successivi accertamenti psico-fisici, a
cura della commissione di cui all'art. 8, comma  1,  lettera  b)  del
bando.
    I concorrenti dovranno presentarsi muniti di:
      certificato rilasciato dal  Dirigente  del  Servizio  Sanitario
ovvero dal Capo dell'Infermeria di Corpo ovvero dall'Ufficiale medico
del Servizio Sanitario di  riferimento,  di  cui  all'allegato  F  al
bando, in data non anteriore a un mese dal giorno  previsto  per  gli
accertamenti sanitari;
      referto  rilasciato  da  struttura  sanitaria  pubblica,  anche
militare, o privata accreditata con il Servizio  Sanitario  Nazionale
(SSN) -con campione biologico prelevato in data non  anteriore  a  un
mese dal giorno previsto per gli  accertamenti  sanitari-  attestante
l'esito negativo del drug test, concernente la ricerca dei cataboliti
urinari  delle  seguenti  sostanze   psicotrope   e/o   stupefacenti:
amfetamina,  cocaina,  cannabinoidi  e  oppiacei.  La  raccolta   del
campione  urinario  dovra'   essere   effettuata   presso   struttura
sanitaria,  previa   identificazione   dell'interessato   e   secondo
procedure atte a garantire la sicura attribuzione al concorrente.
    Resta comunque impregiudicata  la  facolta'  dell'Amministrazione
della Difesa di sottoporre a drug test i vincitori di concorso.
    La commissione dispone per tutti  i  concorrenti  l'effettuazione
di:
      accertamenti volti alla  verifica  dell'abuso  di  alcool,  con
conferma  dell'eventuale  sospetto  mediante  ricerca  ematica  della
transferrina  carboidrato  carente  (CDT),  con  eventuale  test   di
conferma mediante  HPLC  in  caso  di  positivita',  con  rinvio  del
concorrente  a  data  utile  per  l'esecuzione  in  proprio  di  tali
accertamenti presso una struttura sanitaria pubblica, anche militare,
o privata accreditata con il SSN e consegna del relativo referto alla
commissione;
      ogni ulteriore indagine (compreso l'esame radiologico) ritenuta
utile per consentire un'adeguata valutazione clinica e  medico-legale
del concorrente.
    La commissione ha la facolta' di  interrompere  gli  accertamenti
psico-fisici  se,  a  seguito  di  accertamento   specialistico,   il
concorrente  risulta  affetto  da  una  patologia  che  e'  causa  di
inidoneita'. In tal caso, la commissione notifica all'interessato  il
conseguente giudizio.
    Al termine degli accertamenti la commissione emette  il  giudizio
di idoneita' o di inidoneita'  quale  VFP  4  e  delinea  il  profilo
sanitario, desumendolo dal certificato  del  Dirigente  del  Servizio
Sanitario  ovvero  del   Capo   dell'Infermeria   di   Corpo   ovvero
dell'Ufficiale  medico,  nonche'  dalle  condizioni  di  salute   del
concorrente, quali risultano dagli accertamenti eseguiti. In caso  di
inidoneita', la commissione ne notifica al concorrente il motivo, con
il profilo sanitario attribuito. Il giudizio e' definitivo e comporta
l'esclusione dalla procedura concorsuale.
    Sono dichiarati idonei al reclutamento quali VFP 4 i  concorrenti
riconosciuti esenti:
      dalle imperfezioni/infermita' di cui al decreto del  Presidente
della Repubblica 15 marzo  2010,  n.  90  e  alle  vigenti  direttive
tecniche emanate con il decreto del Ministro della  difesa  4  giugno
2014;
      da altre patologie ritenute  incompatibili  con  l'espletamento
del servizio quale VFP 4;
      da patologie  per  le  quali  e'  prevista  l'attribuzione  dei
coefficienti  3  o  4  nelle  caratteristiche  somato-funzionali  del
profilo sanitario, secondo le vigenti direttive sul profilo sanitario
di cui al decreto del Ministro della difesa 4 giugno 2014.
b) Accertamenti attitudinali
    I concorrenti saranno altresi'  sottoposti  presso  il  CSRNE  di
Foligno, a cura della commissione di cui all'art. 8, comma 1, lettera
c) del bando, a una  serie  di  accertamenti  attitudinali,  come  da
direttive tecniche vigenti.
    Tali accertamenti consistono in prove (test e  colloquio  con  lo
psicologo) volte a verificare il possesso delle qualita' attitudinali
e  caratteriologiche  che  assicurino  l'assolvimento   dei   compiti
previsti per i VFP 4 dell'Esercito.
    Al termine di detti accertamenti sara' espresso  un  giudizio  di
idoneita' ovvero di inidoneita'.  I  concorrenti  giudicati  inidonei
saranno esclusi dal concorso.
c) Accertamento dell'efficienza fisica
    I concorrenti saranno inoltre sottoposti alle prove di efficienza
fisica previste per il reclutamento quali VFP 4 -secondo i  parametri
riportati nell'allegato H al bando- presso il  CSRNE  di  Foligno,  a
cura della commissione di cui all'art. 8, comma  1,  lettera  d)  del
bando.
    I  concorrenti  di  sesso  femminile,  prima   dell'effettuazione
dell'accertamento dell'efficienza fisica,  dovranno  presentare  alla
commissione l'originale o copia conforme  del  referto  del  test  di
gravidanza, con esito negativo, eseguito presso  struttura  sanitaria
pubblica, anche militare, o  privata  accreditata  con  il  SSN,  con
campione biologico prelevato in data non anteriore  a  cinque  giorni
precedenti l'accertamento.
    La commissione sovrintendera' allo  svolgimento  delle  prove  di
efficienza fisica avvalendosi eventualmente di personale  qualificato
istruttore o aiuto istruttore militare di educazione  fisica  per  il
cronometraggio delle prove stesse e il conteggio a  voce  alta  degli
esercizi eseguiti correttamente dai concorrenti.
    Alle prove i concorrenti dovranno presentarsi muniti di  tuta  da
ginnastica e scarpe ginniche.
    Le modalita' di esecuzione  delle  prove  saranno  illustrate  ai
concorrenti,   prima   della   loro   effettuazione,   dalla   citata
commissione.
    Le prove consisteranno nell'esecuzione obbligatoria dei  seguenti
esercizi:
      corsa piana 2000 metri: la distanza dovra' essere  percorsa  su
una pista  di  atletica  o  in  terra  battuta  o  su  terreno  vario
sostanzialmente pianeggiante, entro il tempo  massimo  di  13  minuti
senza l'uso di scarpe chiodate e posizione di partenza a  scelta  del
concorrente;
      piegamenti sulle braccia: la prova deve essere effettuata senza
riposo tra una ripetizione e l'altra, nel tempo limite previsto, fino
al momento in cui si tocca terra con qualsiasi parte del corpo (unico
contatto  consentito  con  il  terreno  e'  con  mani  e  piedi);  il
concorrente dovra' iniziare la prova sdraiato in posizione prona, con
le mani a terra all'altezza delle  spalle  e  le  braccia  piegate  a
formare un angolo retto in corrispondenza dei gomiti, piedi  uniti  o
distanziati al massimo della larghezza delle spalle,  corpo  disteso.
Un  piegamento  e'  considerato  valido  quando  dalla  posizione  di
partenza si distendono completamente le braccia e si ripiegano fino a
portare le spalle sotto il  livello  dei  gomiti  (senza  toccare  il
terreno con il petto), il corpo rimane sempre disteso, non piegato al
bacino, durante l'intero movimento.
    Per essere giudicato idoneo  alla  prova,  il  concorrente  -alla
ricezione dell'apposito segnale, che coincidera'  con  lo  start  del
cronometro- dovra' eseguire, entro il tempo massimo  di  2  minuti  e
senza soluzione di continuita', un numero di piegamenti sulle braccia
maggiore o uguale a 12.
    Saranno  conteggiati  a  voce  alta  i  piegamenti  correttamente
eseguiti dal  concorrente,  mentre  non  saranno  conteggiati  quelli
eseguiti in maniera scorretta;
      addominali: la prova deve essere effettuata  senza  riposo  tra
una ripetizione e l'altra, nel tempo limite previsto; la posizione di
partenza e' supina, busto a  terra,  gambe  unite  e  piegate  a  90°
all'altezza  delle  ginocchia,  piedi  uniti  e  bloccati  da   altro
concorrente con le piante a terra, mani dietro la nuca  con  le  dita
incrociate. Una flessione e' considerata  valida  se  si  solleva  il
busto fino a superare la posizione verticale passante per il bacino e
si ritorna in posizione di partenza.
    Il concorrente dovra' eseguire,  entro  il  tempo  massimo  di  2
minuti, un numero di flessioni del tronco maggiore o uguale a 22.
    Saranno  conteggiati  a  voce  alta  gli  esercizi  correttamente
eseguiti dal  concorrente,  mentre  non  saranno  conteggiati  quelli
eseguiti in maniera scorretta.
    I concorrenti dovranno effettuare gli esercizi  sopraindicati  in
sequenza. Il superamento degli esercizi determinera' il  giudizio  di
idoneita', senza attribuzione di alcun punteggio incrementale.
    Il mancato superamento anche di uno solo degli esercizi  indicati
determinera' il giudizio di  inidoneita'  e,  quindi,  l'interruzione
delle prove con l'esclusione dal concorso.
    La commissione redigera' per ciascun concorrente un verbale  come
da modello in allegato I al bando.
    Non saranno ammessi alla  ripetizione  delle  prove  coloro  che,
durante l'effettuazione delle stesse, le interrompano  per  qualsiasi
causa.
d)     Durante     la      sottoposizione      agli      accertamenti
fisio-psico-attitudinali e dell'efficienza fisica, i  concorrenti  in
servizio potranno usufruire, se disponibili, di vitto  e  alloggio  a
carico del CSRNE.
    2. Candidati in congedo che concorrono per l'Esercito
a) Accertamenti psico-fisici
    I concorrenti in congedo risultati idonei alla prova di selezione
culturale sono convocati, sulla base degli elenchi predisposti  dalla
DGPM,  presso  il  CSRNE  di  Foligno  per   essere   sottoposti   ad
accertamenti psico-fisici -nonche' all'accertamento del requisito  di
cui all'art. 2, comma 1, lettera l) del bando  (esito  negativo  agli
accertamenti diagnostici per l'abuso di alcool  e  per  l'uso,  anche
saltuario  od  occasionale,  di  sostanze  stupefacenti  nonche'  per
l'utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non  terapeutico)-  a  cura
della commissione di cui all'art. 8, comma 1, lettera  b)  del  bando
stesso.
    Tutti i  concorrenti  dovranno  presentarsi  alla  visita  medica
generale muniti della seguente documentazione sanitaria:
      certificato rilasciato dal proprio medico di  fiducia  in  data
non anteriore a sei mesi dal giorno  previsto  per  gli  accertamenti
sanitari,  controfirmato   dai   candidati,   redatto   conformemente
all'allegato G1 al bando e attestante lo stato di  buona  salute,  la
presenza/assenza  di  pregresse  manifestazioni   emolitiche,   gravi
manifestazioni immunoallergiche, gravi intolleranze e idiosincrasie a
farmaci  o  alimenti,  nonche'  la  presenza/assenza   di   patologie
rilevanti ai fini del reclutamento;
      referto, rilasciato  da  struttura  sanitaria  pubblica,  anche
militare, o privata accreditata con il SSN  -con  campione  biologico
prelevato in data non anteriore a tre mesi dal  giorno  previsto  per
gli accertamenti sanitari- dei seguenti esami:
      markers virali: anti HAV, HbsAg, anti HBs, anti HBc e anti HCV;
      test per l'accertamento della  positivita'  per  anticorpi  per
HIV;
      test  intradermico  Mantoux  -ovvero  test   Quantiferon-   per
l'accertamento dell'eventuale  contatto  con  il  micobatterio  della
tubercolosi (in caso di positivita', e' necessario  presentare  anche
il referto dell'esame radiografico del torace  nelle  due  proiezioni
standard -anteriore/posteriore e latero/laterale- o il certificato di
eventuale, pregressa, avvenuta vaccinazione con BCG);
      certificato   medico,   con   validita'   annuale,   attestante
l'idoneita'  all'attivita'  sportiva  agonistica  per  le  discipline
sportive riportate nella tabella B del decreto  del  Ministero  della
sanita' del 18 febbraio 1982, in data non anteriore  a  un  anno  dal
giorno previsto per  gli  accertamenti  sanitari,  rilasciato  da  un
medico appartenente alla Federazione medico-sportiva italiana  ovvero
a struttura sanitaria pubblica o privata accreditata con il SSN e che
esercita in tali  ambiti  in  qualita'  di  medico  specializzato  in
medicina dello sport;
      referto  rilasciato  da  struttura  sanitaria  pubblica,  anche
militare, o privata accreditata con il SSN  -con  campione  biologico
prelevato in data non anteriore a un mese dal giorno previsto per gli
accertamenti sanitari- attestante l'esito  negativo  del  drug  test,
concernente la ricerca dei cataboliti urinari delle seguenti sostanze
psicotrope e/o  stupefacenti:  anfetamina,  cocaina,  cannabinoidi  e
oppiacei.
    La  mancata   o   tardiva   presentazione   della   sopraelencata
documentazione comportera' l'esclusione dal concorso.
    Le concorrenti  di  sesso  femminile  dovranno  presentarsi  alla
visita medica generale munite anche di:
      referto di ecografia pelvica rilasciato da struttura  sanitaria
pubblica, anche militare, o privata accreditata con il  SSN  in  data
non anteriore a tre mesi dal giorno  previsto  per  gli  accertamenti
sanitari.  La  sua  mancata  o  tardiva   presentazione   comportera'
l'esclusione dal concorso;
      referto del test di gravidanza, con esito negativo,  rilasciato
da  struttura  sanitaria  pubblica,   anche   militare,   o   privata
accreditata con il SSN, con campione biologico prelevato in data  non
anteriore a cinque giorni dal giorno previsto  per  gli  accertamenti
sanitari. Le concorrenti che  non  esibiranno  tale  referto  saranno
sottoposte a test di gravidanza, per escludere  l'esistenza  di  tale
stato,   al   solo   fine   della    effettuazione    in    sicurezza
dell'accertamento dell'efficienza fisica. L'eventuale positivita' del
test  sara'   comunicata   alle   interessate   in   via   riservata.
L'individuato stato  di  gravidanza  impedira'  alle  concorrenti  di
essere  sottoposte  all'accertamento   dell'efficienza   fisica.   Le
concorrenti  dovranno,   comunque,   rilasciare   una   dichiarazione
attestante l'assenza dello stato di gravidanza.
    Tutta la documentazione sopra indicata dovra' essere prodotta  in
originale o copia conforme; essa  sara'  acquisita  agli  atti  quale
parte integrante  della  cartella  degli  accertamenti  sanitari  del
concorrente e, pertanto, non sara' restituita.
    Qualora i referti siano stati rilasciati da  struttura  sanitaria
privata  accreditata  con  il  SSN,  dovra'  essere  prodotta   anche
l'attestazione, in originale, comprovante detto accreditamento.
    I concorrenti che abbiano subito interventi chirurgici o ricoveri
in  strutture  sanitarie  dovranno  produrre  altresi'  copia   delle
relative cartelle cliniche, che saranno acquisite  agli  atti,  quale
parte  integrante  della  cartella  degli  accertamenti  sanitari  e,
pertanto, non saranno restituite.
    I concorrenti saranno sottoposti, a cura della commissione di cui
all'art. 8, comma 1, lettera b) del bando, ad  accertamenti  sanitari
volti  alla  valutazione  dell'idoneita'  psico-fisica  al   servizio
militare quali VFP4 dell'Esercito.
    La  predetta  commissione  verifichera'  la  completezza   e   la
tempestiva presentazione della sopracitata documentazione  sanitaria,
prodotta in sede di visita medica generale da ciascun concorrente.
    L'accertamento dell'idoneita' psico-fisica  verra'  eseguito,  in
base alle condizioni di  salute  del  concorrente  al  momento  della
visita,  secondo  le  modalita'  previste  dalla  normativa  e  dalle
direttive vigenti.
    La commissione, prima di effettuare la  visita  medica  generale,
disporra' per tutti i candidati i seguenti accertamenti specialistici
e di laboratorio:
      visita cardiologica con elettrocardiogramma;
      visita oculistica;
      visita otorinolaringoiatrica comprensiva di esame audiometrico;
      visita psicologica ed, eventualmente, psichiatrica;
      analisi completa delle urine con esame del sedimento;
      analisi del sangue concernente:
      emocromo completo;
      glicemia;
      creatininemia;
      transaminasemia (ALT-AST);
      bilirubinemia totale e frazionata;
      trigliceridemia;
      colesterolemia;
      gamma GT.
    La commissione  procedera',  inoltre,  alla  verifica  dell'abuso
abituale di alcool in base all'anamnesi, alla visita medica diretta e
alla valutazione degli esami ematochimici (gamma GT, GOT, GPT e  MCV)
e conferma dell'eventuale sospetto  mediante  ricerca  ematica  della
transferrina  carboidrato  carente  (CDT),  con  eventuale  test   di
conferma mediante  HPLC  in  caso  di  positivita',  con  rinvio  del
concorrente  a  data  utile  per  l'esecuzione  in  proprio  di  tali
accertamenti presso una struttura sanitaria pubblica, anche militare,
o privata accreditata con il SSN e consegna del relativo referto alla
commissione.
    I concorrenti saranno pure sottoposti  ad  accertamenti  volti  a
verificare il possesso di una statura non inferiore a m. 1,65, se  di
sesso maschile, e a m. 1,61, se di sesso femminile.
    La commissione potra', comunque, disporre ogni ulteriore indagine
ritenuta utile  per  consentire  un'adeguata  valutazione  clinica  e
medico-legale e/o richiedere l'esibizione di documentazione sanitaria
(cartelle   cliniche,    risultati    di    pregressi    accertamenti
specialistici, strumentali o di laboratorio, ecc.). Nel caso  in  cui
si renda necessario sottoporre i concorrenti  a  esami  radiografici,
gli stessi dovranno sottoscrivere apposita dichiarazione di  consenso
informato.
    La commissione provvedera' a definire, per  ciascun  concorrente,
secondo  i  criteri  stabiliti  dalla  normativa  e  dalle  direttive
vigenti, il profilo sanitario posseduto, interrompendo  comunque  gli
accertamenti psico-fisici qualora riscontri una condizione di per se'
causa di inidoneita'.
    A ciascun candidato verra' comunicato l'esito degli  accertamenti
effettuati sottoponendogli il verbale a titolo di notifica contenente
uno dei seguenti giudizi:
      "idoneo  quale  VFP4  dell'Esercito",  con  l'indicazione   del
profilo sanitario;
      "inidoneo quale  VFP4  dell'Esercito",  con  l'indicazione  del
profilo sanitario accertato e la causa di inidoneita'.
    Saranno  giudicati  idonei  i  concorrenti  ai  quali  sia  stato
attribuito il coefficiente 1 o 2 in  ciascuna  delle  caratteristiche
somato-funzionali di  seguito  indicate:  psiche  (PS);  costituzione
(CO); apparato cardiocircolatorio (AC); apparato  respiratorio  (AR);
apparati vari  (AV);  apparato  osteoartromuscolare  superiore  (LS);
apparato osteoartromuscolare inferiore (LI); vista (VS); udito (AU).
    Saranno giudicati inidonei i concorrenti riconosciuti affetti da:
      imperfezioni e infermita' previste dalla vigente  normativa  in
materia di inabilita' al servizio militare;
      imperfezioni e infermita' per le quali le vigenti direttive per
delineare  il  profilo  sanitario  stabiliscono   l'attribuzione   di
coefficiente 3 o 4 nelle caratteristiche somato-funzionali;
      positivita' agli  accertamenti  diagnostici  per  l'uso,  anche
saltuario  od  occasionale,  di  sostanze  stupefacenti  nonche'  per
l'utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico;
      disturbi della parola anche  se  in  forma  lieve  (dislalia  o
disartria);
      imperfezioni  e  infermita'  che,  seppur  non   indicate   nei
precedenti alinea, siano comunque  incompatibili  con  il  successivo
impiego quali VFP4 dell'Esercito;
      malattie o lesioni acute per le quali non sono  previsti  tempi
contenuti per il recupero dello  stato  di  salute  e  dei  requisiti
richiesti.
    La commissione giudichera', altresi', inidonei i concorrenti  che
presentino tatuaggi quando, per  la  loro  sede,  siano  contrari  al
decoro dell'uniforme (e quindi visibili con  l'uniforme  di  servizio
estiva,  le  cui  caratteristiche  sono   visualizzabili   nel   sito
www.esercito.difesa.it/equipaggiamenti/militaria/uniformi) ovvero, se
posti nelle zone coperte dall'uniforme, risultino, per contenuto,  di
discredito  alle  istituzioni  o  possibile  indice  di  personalita'
abnorme (in tal caso da  accertare  con  visita  psichiatrica  e  con
appropriati test psicodiagnostici).
    Nei confronti dei concorrenti che, in  sede  di  visita,  saranno
riconosciuti  affetti  da  malattie  o  lesioni  acute   di   recente
insorgenza  e  presumibile  breve  durata,  per  le   quali   risulta
scientificamente probabile un'evoluzione migliorativa tale da lasciar
prevedere la possibile guarigione entro i successivi  trenta  giorni,
la commissione rinviera' il giudizio, fissando il  termine  entro  il
quale sottoporli ad  accertamento  definitivo  per  la  verifica  del
possesso  dell'idoneita'  psico-fisica.  Detti  concorrenti   saranno
ammessi con riserva a sostenere gli accertamenti attitudinali di  cui
alla successiva lettera b).
    I candidati in congedo, gia' giudicati idonei nello  stesso  anno
solare agli accertamenti sanitari previsti nel corso di una procedura
di reclutamento della Forza Armata, dovranno presentarsi alla  visita
medica  generale,  previa  esibizione  del  modulo  di  notifica   di
idoneita' comprensivo del profilo precedentemente  assegnato,  muniti
esclusivamente della seguente documentazione sanitaria:
      certificato rilasciato dal proprio medico di  fiducia  in  data
non anteriore a sei mesi dal giorno  previsto  per  gli  accertamenti
sanitari,  controfirmato   dai   candidati,   redatto   conformemente
all'allegato G1 al bando e attestante lo stato di  buona  salute,  la
presenza/assenza  di  pregresse  manifestazioni   emolitiche,   gravi
manifestazioni immunoallergiche, gravi intolleranze e idiosincrasie a
farmaci  o  alimenti,  nonche'  la  presenza/assenza   di   patologie
rilevanti ai fini del reclutamento;
      certificato   medico,   con   validita'   annuale,   attestante
l'idoneita'  all'attivita'  sportiva  agonistica  per  le  discipline
sportive riportate nella tabella B del decreto  del  Ministero  della
Sanita' del 18 febbraio 1982, in data non anteriore  a  un  anno  dal
giorno previsto per  gli  accertamenti  sanitari,  rilasciato  da  un
medico appartenente alla Federazione medico-sportiva italiana  ovvero
a struttura sanitaria pubblica o privata accreditata con il SSN e che
esercita in tali  ambiti  in  qualita'  di  medico  specializzato  in
medicina dello sport;
      referto  rilasciato  da  struttura  sanitaria  pubblica,  anche
militare, o privata accreditata con il SSN  -con  campione  biologico
prelevato in data non anteriore a un mese dal giorno previsto per gli
accertamenti sanitari- attestante l'esito  negativo  del  drug  test,
concernente la ricerca dei cataboliti urinari delle seguenti sostanze
psicotrope e/o  stupefacenti:  amfetamina,  cocaina,  cannabinoidi  e
oppiacei;
      referto  rilasciato  da  struttura  sanitaria  pubblica,  anche
militare, o privata accreditata con il SSN  -con  campione  biologico
prelevato in data non anteriore a sei mesi dal  giorno  previsto  per
gli accertamenti sanitari- dei seguenti esami ematochimici: gamma GT,
GOT, GPT e MCV;
      per le concorrenti di sesso  femminile,  referto  del  test  di
gravidanza, con esito negativo,  rilasciato  da  struttura  sanitaria
pubblica, anche militare, o  privata  accreditata  con  il  SSN,  con
campione biologico prelevato in data non anteriore  a  cinque  giorni
dal giorno previsto per gli accertamenti sanitari. Le concorrenti che
non esibiranno tale referto saranno sottoposte a test di  gravidanza,
per  escludere  l'esistenza  di  tale  stato,  al  solo  fine   della
effettuazione in sicurezza dell'accertamento dell'efficienza  fisica.
L'eventuale positivita' del test sara' comunicata alle interessate in
via riservata.  L'individuato  stato  di  gravidanza  impedira'  alle
concorrenti di  essere  sottoposte  all'accertamento  dell'efficienza
fisica.   Le   concorrenti   dovranno,   comunque,   rilasciare   una
dichiarazione attestante l'assenza dello stato di gravidanza.
    Tutta la documentazione sopra indicata dovra' essere prodotta  in
originale o copia conforme; essa  sara'  acquisita  agli  atti  quale
parte integrante  della  cartella  degli  accertamenti  sanitari  del
concorrente e, pertanto, non sara' restituita.
    Qualora i referti siano stati rilasciati da  struttura  sanitaria
privata  accreditata  con  il  SSN,  dovra'  essere  prodotta   anche
l'attestazione, in originale, comprovante detto accreditamento.
    La sopracitata  commissione,  controllata  la  completezza  e  la
tempestiva presentazione  della  suddetta  documentazione  sanitaria,
procedera' a sottoporre il candidato a visita medica generale e  alla
verifica dell'abuso abituale di alcool  in  base  all'anamnesi,  alla
visita medica diretta e alla  valutazione  degli  esami  ematochimici
(gamma GT,  GOT,  GPT  e  MCV)  e  conferma  dell'eventuale  sospetto
mediante  ricerca  ematica  della  transferrina  carboidrato  carente
(CDT), con eventuale test  di  conferma  mediante  HPLC  in  caso  di
positivita', con rinvio del concorrente a data utile per l'esecuzione
in proprio  di  tali  accertamenti  presso  una  struttura  sanitaria
pubblica, anche militare, o privata accreditata con il SSN e consegna
del relativo referto alla commissione.
b) Accertamenti attitudinali
    I  concorrenti  saranno  altresi'  sottoposti,   a   cura   della
commissione di cui all'art. 8, comma 1, lettera c) del bando,  a  una
serie  di  accertamenti  attitudinali  come  da  direttive   tecniche
vigenti, secondo le modalita' previste per i concorrenti in  servizio
al precedente paragrafo 1, lettera b).
c) Accertamento dell'efficienza fisica
    I concorrenti saranno inoltre sottoposti alle prove di efficienza
fisica previste per il reclutamento quali VFP 4 -secondo i  parametri
riportati nell'allegato H al bando- presso il  CSRNE  di  Foligno,  a
cura della commissione di cui all'art. 8, comma  1,  lettera  d)  del
bando, secondo le modalita' previste per i concorrenti in servizio al
precedente paragrafo 1, lettera c).
C.  Disposizioni  comuni  a  tutti  i   candidati   sottoposti   agli
accertamenti fisio-psico-attitudinali e dell'efficienza fisica.
    1.  In  caso  di  accertato  stato  di  gravidanza,  le  preposte
commissioni non potranno in nessun caso  procedere  all'effettuazione
degli accertamenti previsti e dovranno  astenersi  dal  giudizio,  ai
sensi dell'art. 580 del decreto del Presidente  della  Repubblica  15
marzo 2010, n. 90, secondo cui lo  stato  di  gravidanza  costituisce
temporaneo impedimento all'accertamento  dell'idoneita'  al  servizio
militare.  Pertanto,  si  procedera'  a  una  nuova  convocazione  ai
previsti accertamenti, in data  compatibile  con  la  formalizzazione
della graduatoria di merito riferita all'immissione in questione.  Se
in occasione della seconda  convocazione  il  temporaneo  impedimento
perdura, la commissione, con provvedimento  motivato,  escludera'  la
candidata  per  impossibilita'  di  procedere  all'accertamento   del
possesso dei requisiti previsti dal bando.
    2. Fatto salvo quanto previsto al precedente  paragrafo  1,  ogni
temporaneo impedimento ai citati accertamenti, derivante da  malattia
o lesione di recente insorgenza e di lieve entita',  attestato  dalla
competente commissione, comporta l'esclusione dal concorso  ove  tale
stato persista oltre il decimo giorno  successivo  alla  data  ultima
programmata per l'effettuazione degli accertamenti stessi. In sede di
notifica al concorrente del temporaneo  impedimento,  la  commissione
dovra' rendergli noto tale termine. Alla scadenza  del  medesimo,  la
commissione che ha  accertato  lo  stato  di  temporaneo  impedimento
potra' confermare  la  permanenza  dello  stesso  e  quindi  disporre
l'esclusione dal concorso; in caso contrario, il  concorrente  dovra'
essere  definitivamente  sottoposto  agli  accertamenti  non   ancora
effettuati.
    3.  Il  giudizio  riportato  nei  predetti   accertamenti   sara'
comunicato al concorrente mediante apposito foglio di notifica.
    4. La mancata presentazione  del  concorrente  a  ciascuno  degli
accertamenti previsti e'  considerata  rinuncia  al  concorso,  salvo
cause di forza maggiore adeguatamente documentate e riconosciute tali
dal Centro di Selezione.
    5. Al termine degli accertamenti previsti, il Centro di Selezione
dovra'  trasmettere  alla  DGPM  l'elenco  dei  concorrenti   idonei,
inidonei, rinunciatari e di quelli per i quali e' stato accertato  il
temporaneo impedimento; per questi  ultimi  il  Centro  di  Selezione
trasmettera' poi l'esito degli accertamenti effettuati alla  scadenza
del termine massimo di cui al precedente paragrafo 2.
    Il presente decreto sara' sottoposto al controllo ai sensi  della
normativa  vigente  e  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale   della
Repubblica italiana.

      Roma, 11 settembre 2014

                                     Dirig. dr. Concezio Berardinelli

Amm. Isp. (CP) Stefano Vignani


Nessun commento:

Posta un commento