Translate

mercoledì 4 febbraio 2015

(ER) VIGILI MODENA. AUTO CON TELECAMERE? STOPPATE DA NO SINDACALE


(ER) VIGILI MODENA. AUTO CON TELECAMERE? STOPPATE DA NO SINDACALE
COMUNE A LEGA: MA RISPETTO TOTALE PRIVACY OPERATORI A BORDO

(DIRE) Modena, 4 feb. - La proposta delle telecamere all'interno
dei veicoli della Polizia municipale di Modena? "Era stata
avanzata negli anni scorsi a tutela degli operatori, dopo che
alcuni erano stati accusati da persone arrestate di
maltrattamento durante il trasporto". Ma "il progetto e' stato
differito a causa di una forte contrapposizione sindacale". Lo
precisa il Comune di Modena, negando problemi di privacy per gli
operatori sollevati invece dal consigliere della Lega nord
Stefano Bargi, che ha interrogato la Regione in merito.
Quando l'ipotesi in questione venne definita, spiega
l'amministrazione, ne furono informati i rappresentanti sindacali
del tavolo tecnico e si predispose un progetto per
l'installazione, su due veicoli, di cellule trasparenti di
sicurezza per ospitare il trasportato al loro interno. Al tutto
si affiancava "un piccolo sistema di due telecamere funzionanti
in locale, rivolte verso l'interno della cellula". Questo "nel
totale rispetto della privacy dei poliziotti municipali presenti,
e a garanzia del loro corretto operato", rimarca il Comune.
(SEGUE)
(Lud/ Dire)
19:31 04-02-15

NNNN
ER) VIGILI MODENA. AUTO CON TELECAMERE? STOPPATE DA NO SINDACALE -2-


(DIRE) Modena, 4 feb. - Nel 2013, con la fornitura delle nuove
auto di servizio, venne realizzata una sola autovettura dotata di
cellula di sicurezza, rinviando l'allestimento della seconda a
tempi successivi, e vennero acquistati i due mini sistemi di
telecamere, per 3.751 euro, tuttora potenzialmente installabili.
Ma perche' l'installazione e' stata differita? C'e' stata "la
contrarieta' esplicita di una sigla sindacale", ma il Comune
aveva comunque avviato il percorso per definire l'accordo.
Accordo "previsto dallo statuto dei lavoratori, pur non
necessario vista la natura dello strumento che non rappresenta un
controllo a distanza del lavoro degli operatori bensi' una forma
di tutela nel caso di trasporto di fermati o di altri soggetti
potenzialmente pericolosi", chiosa l'amministrazione modenese.
Che in generale conclude: "In altre realta', le Polizia
municipali hanno adottato strumenti simili, addirittura anche
installando microcamere sulla divisa degli agenti. E questo con
l'accordo delle stesse sigle sindacali".
(Lud/ Dire)
19:31 04-02-15


Nessun commento:

Posta un commento