Translate

giovedì 26 gennaio 2017

ANSA/ Ragazzini imbrattano Basilica Palladio,multa a famiglie

ANSA/ Ragazzini imbrattano Basilica Palladio,multa a famiglie


ZCZC8464/SXB
OVE53616_SXB_QBXB
R CRO S0B QBXB
>>>ANSA/ Ragazzini imbrattano Basilica Palladio,multa a famiglie
Sanzioni 500 euro. Autori tra 11 e 14 anni, 6 femmine e 2 maschi
(ANSA) - VICENZA, 26 GEN - Sei ragazzine e due maschietti,
tra gli 11 e i 14 anni, scatenati con vernice e spray nel
tracciare scritte, ghirigori e cuoricini, sono gli autori degli
imbrattamenti comparsi a fine dicembre sui muri di un lato
posteriore della Basilica Palladiana, a Vicenza e alle famiglie,
a loro nome, arriveranno sanzioni pesanti.
L'atto aveva scatenato le ire del sindaco Achille Variati che
con gli 'imbratta-monumenti' ha da tempo lanciato una sfida
quasi personale. Ora che il gruppetto dei 'bocia' - cinque
italiani e tre originari dell'Europa dell'Est - e' stato
scoperto, il primo cittadino ha tirato un sospiro di sollievo.
All'individuazione dei vandali non era stato possibile
arrivare attraverso la visione delle immagini del sistema di
videosorveglianza (che nel frattempo erano state cancellate), ma
si e' giunti comunque alla "banda" grazie alle indagini della
Polizia locale. L'amministrazione municipale ha confermato la
linea dura: tutti gli autori dei danneggiamenti saranno
segnalati al Tribunale dei minori di Venezia, mentre ogni
famiglia dovra' pagare una sanzione di 500 euro. Una famiglia
dovra' sborsare mille euro in quanto il figlio si era reso
protagonista anche di un altro episodio di danneggiamento,
sempre in citta'.
"Avevamo detto che non stavamo scherzando e lo stiamo
dimostrando - ha aggiunto Variati - Chi imbratta i muri della
nostra citta' sappia che le forze dell'ordine hanno mandato di
smascherare i responsabili non solo con le telecamere, ma anche
con una specifica attivita' di intelligence". Mentre l'ufficio
muri puliti istituito dal Comune si e' attivato sia per procedere
alla pulizia dei muri della Basilica, che essendo un bene
vincolato necessita di un'autorizzazione della Soprintendenza,
al sindaco resta ancora un cruccio: quello legato al
danneggiamento dell'affresco di un anonimo giottesco del '300
della chiesa di San Lorenzo, avvenuto nell'agosto scorso.
Degli autori di quest'ultimo scempio, con vernice nera, non
c'e' traccia. Nel chiostro del Tempio San Lorenzo di Vicenza un
affresco di un anonimo giottesco, databile al 1320 circa, e'
stato imbrattato da una serie di scritte e simboli con vernice
spray di colore nero. "Chi deturpa la citta' con scritte e' un
vandalo e chi imbratta opere d'arte e' un delinquente" aveva
detto in quell'occasione Variati. (ANSA).
BEV
26-GEN-17 18:58 NNNN