Translate

sabato 28 gennaio 2017

NEWS REGIONI. Toscana, campagna di comunicazione antiviolenza donne in 8 lingue





NEWS REGIONI. Toscana, campagna di comunicazione antiviolenza donne in 8 lingue
(DIRE-Notiziario settimanale Regioni) Firenze, 28 gen. - La
campagna di comunicazione della Regione Toscana contro la
violenza sulle donne parlera' anche inglese, francese, spagnolo,
portoghese, rumeno, russo, arabo, cinese. La traduzione in otto
lingue dello slogan e delle informazioni pensate per far
conoscere il numero gratuito di pubblica utilita' antiviolenza e
stalking 1522 permettera' di raggiungere anche le molte donne
immigrate che vivono in Toscana ma non parlano o non sanno
leggere l'italiano. I dati dell'VIII Rapporto sulla violenza di
Genere, presentato lo scorso novembre, indicano che tra le donne
che si rivolgono ai Centri antiviolenza almeno 3 su 10 sono
straniere. Le straniere sono, in proporzione, piu' spesso oggetto
di violenza fisica (74,2% vs. 58,9%), violenza economica (32,1%
vs. 25,9%, dato in significativo aumento rispetto al passato) e
violenza sessuale (11,2% vs. 7,3%).
Il partner si conferma il principale artefice delle violenze
(74% straniere vs. 54,8% italiane). La campagna di comunicazione
"La violenza sulle donne forse non si vede, ma si sente" e' stata
lanciata dalla vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni
lo scorso 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale
per l'eliminazione della violenza contro le donne. La sua
traduzione in piu' lingue e' avvenuta grazie al contributo
dell'Universita' per stranieri di Siena e della Commissione
regionale pari opportunita', rientrano nella piu' vasta azione
impostata dalla Regione contro la violenza. "Voglio ringraziare
l'Universita' per Stranieri di Siena e la Commissione regionale
pari opportunita' - dice la vicepresidente Barni - per il
prezioso aiuto fornito per la traduzione e diffusione della
campagna in altre otto lingue. Voglio estendere i ringraziamenti
a tutti i soggetti che hanno accolto il nostro invito a
diffondere la campagna. La societa' civile ha risposto molto
bene, e' una lista lunga e speriamo che si possa arricchire
ulteriormente con nuove adesioni, dato che la campagna
proseguira' anche nel 2017".
(Red/ Dire)
08:08 28-01-17
NNNN