Translate

mercoledì 15 febbraio 2017

USA: N.Y.TIMES, RIPETUTI CONTATTI CAMPAGNA TRUMP CON INTELLIGENCE RUSSA


=
USA: N.Y.TIMES, RIPETUTI CONTATTI CAMPAGNA TRUMP CON INTELLIGENCE RUSSA =
New York, 15 feb. (AdnKronos/Dpa) - "Registrazioni telefoniche ed
intercettazioni dimostrano che membri della campagna presidenziale di
Donald Trump ed altri suoi collaboratori ebbero ripetuti contatti con
alti funzionari russi dell'intelligence nel corso dell'anno precedente
le elezioni". Lo scrive il New York Times, citando quattro fonti,
funzionari americani precedentemente o ancora in servizio.
(Ses/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
15-FEB-17 07:20
NNNN
USA: N.Y.TIMES, RIPETUTI CONTATTI CAMPAGNA TRUMP CON INTELLIGENCE RUSSA (2) =
(AdnKronos) - Le intercettazioni, prosegue il quotidiano citando in
particolare tre delle fonti, risalgono più o meno al periodo in cui
sono emersi gli indizi relativi a tentativi della Russia di
interferire nella campagna per le presidenziali americane con attacchi
informatici al Comitato nazionale democratico. Le agenzie di
intelligence, si legge ancora, hanno quindi indagato su possibili
collusioni tra la campagna Trump e i russi nelle attività di pirateria
o in altri sforzi destinati ad influenzare le elezioni. I funzionari,
intervistati nelle scorse settimane, hanno detto che al momento non
sono state trovate prove di una simile cooperazione.
Ma le intercettazioni hanno allarmato l'intelligence, anche per la
quantità elevata di contatti rilevata in un momento in cui Trump
parlava con entusiasmo del presidente russo. Nel corso di un evento di
campagna, l'estate scorsa, il tycoon era persino arrivato ad auspicare
che i servizi di intelligence russa avessero rubato le email di
Clinton per renderle pubbliche.
(segue)
(Ses/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
15-FEB-17 10:32
NNNN
USA: N.Y.TIMES, RIPETUTI CONTATTI CAMPAGNA TRUMP CON INTELLIGENCE RUSSA (3) =
(AdnKronos) - Secondo quanto riferito dai funzionari citati dal
quotidiano statunitense, le comunicazioni intercettate coinvolgevano
anche personaggi esterni alla campagna Trump. E da parte russa,
esponenti del governo esterni ai servizi di intelligence. Uno dei
consiglieri pizzicati durante le telefonate era Paul Manafort, che è
stato a capo della campagna di Trump per diversi mesi lo scorso anno
ed aveva lavorato come consulente politico in Ucraina.
Ma Manafort - contattato per telefono - respinge le accuse: "E'
assurdo. Non ho idea di ciò a cui si riferiscono. Non ho mai parlato
consapevolmente con funzionari dell'intelligence russa e non sono mai
stato coinvolto in qualunque cosa abbia a che fare con il governo
russo o l'amministrazione Putin o qualunque altra cosa oggetto di
indagine al momento". "Non è che questa gente indossi badge con su
scritto 'Sono un agente dell'intelligence russa'", ha poi aggiunto.
(segue)
(Ses/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
15-FEB-17 10:32
NNNN
USA: N.Y.TIMES, RIPETUTI CONTATTI CAMPAGNA TRUMP CON INTELLIGENCE RUSSA (4) =
(AdnKronos) - Molti dei consiglieri vicini a Trump, osserva il
giornale, hanno svolto attività imprenditoriali in Russia. E non è
inusuale per gli imprenditori americani entrare in contatto con
funzionari dell'intelligence, a volte in modo inconsapevole, in paesi
quali la Russia o l'Ucraina. Di quelle conversazioni ad ogni modo non
sono stati divulgati i dettagli né il contenuto, o l'identità degli
agenti russi coinvolti. Né è stato comunicato il numero dei
consiglieri di Trump coinvolti o se le conversazioni intercettate
avessero a che fare o meno con lo stesso Trump.
Esse - rende poi noto il New York Times - sono diverse da quelle
intercorse tra l'ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael T.
Flynn, e l'ambasciatore russo negli Stati Uniti, Sergey I. Kislyak, in
cui si è fatto riferimento alle sanzioni alla Russia. Ma entrambe le
questioni sono finite sul tavolo dell'intelligence e delle forze di
sicurezza americane impegnate nei controlli di routine sulle
comunicazioni di funzionari esteri.
(Ses/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
15-FEB-17 10:32
NNNN