Translate

mercoledì 3 maggio 2017

Arresti Terni: per gip condotte "non si sono arrestate"



Arresti Terni: per gip condotte "non si sono arrestate"





 ZCZC2002/SXA
 OPG66705_SXA_QBXB
 R CRO S0A QBXB
 Arresti Terni: per gip condotte "non si sono arrestate"
 Gip desume "ulteriori occasioni favorevoli per nuovi reati"
 (ANSA) - TERNI, 3 MAG - Le condotte contestate nell'indagine
 sugli appalti pubblici al Comune di Terni "non si sono
 arrestate" nemmeno in seguito agli accertamenti svolti dalla
polizia giudiziaria: lo sostiene il gip di Terni, nell'ordinanza
 con la quale ha applicato gli arresti domiciliari al sindaco
 Leopoldo di Girolamo e all'assessore Stefano Bucari.
 Secondo il giudice, si puo' infatti dedurre "un vivo e
 presente pericolo, ovvero la concreta e probabile esistenza di
 ulteriori occasioni favorevoli alla commissione di nuovi reati
 della stessa specie attraverso la perpetuazione delle denunciate
 condotte che non si sono arrestate, come emerge dagli atti,
 neppure a seguito dell'attenzionamento da patte della polizia
 giudiziaria delle modalita' di aggiudicazione di una numerosa
 serie di appalti pubblici".
 Nell'ordinanza si fa riferimento anche "all'esistenza di un
 procedimento per fatti del tutto analoghi relativi
 all'aggiudicazione dei contratti per la raccolta ed il trasporto
 del percolato relativo all'ex discarica R.S.U. di vocabolo
 Valle" e di "ulteriori indagini ancora in corso in materia di
 appalto per il servizio di produzione pasti presso le scuole
 dell'infanzia, primarie e secondarie di primo grado del Comune
 di Terni".
 Il giudice ribadisce poi che le condotte degli indagati "sono
 non solo risultate costanti nel tempo e ravvicinate" rispetto
 all'adozione della misura degli arresti, ma hanno consentito di
 far emergere "un radicato e costante sistema illecito di
 affidamento di tutti i contratti pubblici del Comune". "Dal che
 - e' la conclusione del provvedimento - e' legittimo desumere che
 ove non venga adottata nei confronti dei predetti una misura
 cautelare idonea ad interrompere ed impedire di fatto questa
 costante e consolidata prassi di 'mala gestio' della cosa
 pubblica adottata da anni nel Governo del Comune di Terni, i
 sodali continueranno a tenere tali condotte criminali". (ANSA).
 YQ9-SEB/ND
 03-MAG-17 11:55 NNNN