Translate

venerdì 19 maggio 2017

Trump: Nyt,Comey gli intimo' di non chiamarlo per info Russiagate =


Trump: Nyt,Comey gli intimo' di non chiamarlo per info Russiagate =

(AGI) - Washington, 19 mag. - L'ex direttore dell'Fbi, James Comey,
aveva espressamente detto al presidente Donald Trump che non poteva
contattarlo personalmente per avere informazioni sul dossier
Rissiagate, ovvero l'indagine sui legami tra lo staff del miliardario
e il Cremlino durante le presidenziali. Lo sostiene il New York
Times, spiegando che Trump avrebbe chiamato Comey poche settimane
dopo il suo insediamento alla Casa Bianca per sapere se era indagato.
"Comey disse al presidente - scrive il Nyt - che se voleva
informazioni sull'indagine del Bureau doveva seguire le procedure
appropriate", lasciando che fosse il legale della Casa Bianca ad
inviare richieste al dipartimento di Giustizia, cui l'Fbi risponde.
Comey pensava cosi' di essere riuscito a fissare una linea di
separazione definitiva, dopo una serie di incontri con il presidente
che aveva percepito come una minaccia per l'indipendenza dell'Fbi.
(AGI)
Ril (Segue)
190701 MAG 17
NNNN
Trump: Nyt,Comey gli intimo' di non chiamarlo per info Russiagate (2) =
(AGI) - Washington, 19 mag. - Tra questi incontri, l'ormai famosa
cena dello scorso 27 gennaio, durante la quale Trump avrebbe chiesto
a Comey se poteva giurargli fedelta', e l'incontro nello Studio Ovale
durante il quale gli avrebbe proposto di "lasciar correre" sul suo ex
consigliere per la sicurezza nazionale, Michael Flynn, costretto alle
dimissioni dopo 24 giorni in carica perche' travolto dal Russiagate.
Il tutto sarebbe stato meticolosamente registrato in memorandum
stilati da Comey. L'ex capo dell'Fbi, licenziato da Trump lo scorso 9
maggio, si sarebbe lamentato delle pressioni della Casa Bianca anche
con alcuni amici. Tra questi, Benjamin Wittes, del think tank di
Washington Dc Brookings Institutions, come lui stesso ha raccontato
al quotidiano Usa. Wittes ha riferito che durante un pranzo, lo
scorso marzo, Comey si era lamentato di aver passato gli ultimi due
mesi a cercare di mantenere le distanze tra l'Fbi e la Casa Bianca,
spiegando loro come dovevano interagire con il Bureau e pensando di
esserci riuscito. Wittes ha deciso di intervenire pubblicamente a
difesa dell'amico Comey perche' ha trovato il comportamento di Trump
"minaccioso" dopo le rivelazioni del New York Times sulle pressioni
per insabbiare l'inchiesta sul Russiagate. (AGI)
Ril
190701 MAG 17
NNNN