Translate

venerdì 7 luglio 2017

Corruzione: M5s, perche' Pd dice no a agente sotto copertura?


Corruzione: M5s, perche' Pd dice no a agente sotto copertura?


ZCZC1603/SXA
XPP31612_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB
Corruzione: M5s, perche' Pd dice no a agente sotto copertura?
(ANSA) - ROMA, 7 LUG - "Il PD ascolta il Procuratore
Nazionale Antimafia Franco Roberti solo quando gli fa comodo. Se
c'e' da depotenziare il testo di riforma al Codice Antimafia ecco
che, all'ultimo momento in Aula prima della votazione, presenta
un emendamento mediante il quale viene esclusa l'adozione delle
misure preventive (patrimoniali e personali) nei confronti degli
indiziati di reati di corruzione in assenza dell'associazione a
delinquere, dicendo che la modifica e' voluta dal Procuratore
Roberti. Poi quando il MoVimento 5 Stelle chiede l'approvazione
dell'agente sotto copertura caldeggiato sempre da Roberti per
far emergere e contrastare i reati contro la PA cosa fa il PD?
Vota contro!" lo dichiara il capogruppo del MoVimento 5 Stelle
Senato Enrico Cappelletti.
"L'agente sotto copertura viene invocato non solo da moltissimi
operatori del diritto, ma dallo stesso Procuratore Nazionale
Antimafia Roberti, il quale in piu' occasioni ha dichiarato come
"proprio non si capisce perche' uno strumento cosi' importante non
lo si voglia introdurre per contrastare la corruzione" continua
Cappelletti. "Dunque, questa e' la domanda che poniamo al PD di
Renzi: perche' non vuole introdurre nel nostro ordinamento lo
strumento dell'agente sotto copertura, che agevolerebbe le
indagini relative ai reati contro la pubblica amministrazione?
Perche' il PD da' ascolto al Procuratore Antimafia Roberti solo
quando gli fa comodo?" conclude il capogruppo del MoVimento 5
Stelle Senato.
(ANSA).
DEL
07-LUG-17 10:31 NNNN