Translate

giovedì 18 gennaio 2018

INFLUENZA: SCIENZIATI USA VERSO 'SUPER VACCINO' IN SPRAY NASALE


GIOVEDÌ 18 GENNAIO 2018 11.38.39
SALUTE

INFLUENZA: SCIENZIATI USA VERSO 'SUPER VACCINO' IN SPRAY NASALE =

Alla Ucla messo a punto sistema che porta a forte risposta immunitaria Roma, 18 gen. (AdnKronos Salute) (EMBARGO ALLE 20) - Un 'super vaccino' contro i mali invernali, che si potrà assumere come uno spray nasale a casa, invece di sottoporsi alla classica iniezione dal medico. A metterlo a punto un team di ricercatori californiani. Anche Oltreoceano, infatti, si fanno i conti con l'influenza: secondo le stime federali, più di 700.000 americani sono stati ricoverati in ospedale a causa di malattie associate all'inflluenza durante la stagione 2014-15, una delle più violente anche in Italia, simile a quella attuale. Il nuovo approccio sviluppato dall'equipe dell'Università della California a Los Angeles (Ucla) potrebbe aiutare a ridurre di molto, in futuro, queste cifre: gli scienziati hanno utilizzato la genomica per identificare ed eliminare i meccanismi di difesa del virus, arrivando a sviluppare un candidato vaccino - che dunque deve ancora essere sottoposto a valutazione e approvazione da parte della Fda - sicuro e altamente efficace contro l'influenza, per ora su modello animale. Nel nuovo studio, pubblicato sulla rivista 'Science', il virus influenzale ingegnerizzato ha infatti indotto una forte risposta immunitaria negli animali. "Le mutazioni dei virus influenzali sono imprevedibili e per questo gli attuali vaccini possono non fornire una protezione efficace", ammette Ren Sun, professore di farmacologia molecolare alla David Geffen School of Medicine della Ucla, e autore senior dello studio. "Le precedenti pandemie e le recenti epidemie di influenza aviaria evidenziano la necessità di sviluppare vaccini che offrano una protezione più ampia e più efficace". (segue) (Bdc/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 18-GEN-18 11:37 NNNN
GIOVEDÌ 18 GENNAIO 2018 11.38.39
SALUTE

INFLUENZA: SCIENZIATI USA VERSO 'SUPER VACCINO' IN SPRAY NASALE (2) =

(AdnKronos Salute) - Punto di partenza per lo sviluppo del nuovo vaccino, lo studio delle interazioni tra il virus e gli interferoni, proteine ​​fondamentali per la risposta immunitaria del nostro organismo. Gli interferoni hanno due funzioni principali: una è la difesa di 'prima linea' messa in campo per uccidere rapidamente i virus invasori; la seconda è il coordinamento delle risposte immunitarie adattive, che forniscono una protezione duratura contro il virus. Quest'ultima è alla base della vaccinazione. "Se i virus non stimolano gli interferoni, non vengono uccisi dalla difesa di prima linea e, senza gli interferoni, anche la risposta immunitaria adattativa è limitata", spiega Sun. E i virus, molto intelligenti, "hanno sviluppato la loro strategia per eludere le proteine e limitare la produzione di interferoni da parte degli organismi ospiti". (segue) (Bdc/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 18-GEN-18 11:37 NNNN
GIOVEDÌ 18 GENNAIO 2018 11.38.39
SALUTE

INFLUENZA: SCIENZIATI USA VERSO 'SUPER VACCINO' IN SPRAY NASALE (3) =

(AdnKronos Salute) - Il team californiano ha trascorso gli ultimi quattro anni a cercare nel genoma del virus dell'influenza le sue proprietà anti-interferone. Dopo aver definito la funzione di ogni amminoacido nel genoma, sono riusciti a disattivare le sequenze che impedivano l'induzione di interferoni. "Disabilitando questa funzione di 'evasione' dagli interferoni, il virus ingegnerizzato si indebolisce una volta che si trova nel suo ospite -spiega Yushen Du, primo autore dello studio - E allo stesso tempo, proprio grazie alla stimolazione dell'interferone, il virus ingegnerizzato genera risposte immunitarie molto forti". Sebbene altri ricercatori siano già arrivati a disattivare sequenze genetiche che bloccano l'interferone, gli scienziati dell'Ucla sono stati i primi a identificare ed eliminare sistematicamente più siti di 'evasione'. Ora hanno pianificano di testare il vaccino negli animali contro due ceppi di influenza, prima di passare ai test sull'uomo. Ma una volta proseguita la sperimentazione, sono certi che questo sistema potrebbe essere applicato allo sviluppo di vaccini contro un'ampia gamma di virus. (Bdc/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 18-GEN-18 11:37 NNNN