Translate

lunedì 30 aprile 2018

USA: TRUMP CONTRO CENA CORRISPONDENTI, STAMPA IN IMBARAZZO PER SHOW VOLGARE =



LUNEDÌ 30 APRILE 2018 12.49.35

USA: TRUMP CONTRO CENA CORRISPONDENTI, STAMPA IN IMBARAZZO PER SHOW VOLGARE =

Performance di Michelle Wolff non piace nemmeno a giornalisti Washington, 30 apr. (AdnKronos) - "La cena dei corrispondenti è stata imbarazzante. Eliminatela. O cambiatela del tutto". Donald Trump sfrutta l'assist per assestare una stoccata ai 'nemici' della stampa. Con un tweet, il presidente degli Stati Uniti prende posizione dopo la tradizionale cena dei corrispondenti della Casa Bianca che si è tenuta nella serata di sabato. Trump, così come l'anno scorso, ha disertato l'appuntamento. A rappresentare l'amministrazione ha provveduto la portavoce Sarah Sanders, che si è ritrovata nel mirino della performance di Michelle Wolf, "l'oscena 'attrice comica'", come ha scritto il presidente. Un intervento prevedibilmente sopra le righe e 'anti-amministrazione': nei 20 minuti al microfono, Wolf ha preso di mira Trump, il vice presidente Mike Pence, Ivanka Trump e Sanders, che ha assistito allo show senza apparente coinvolgimento. A provare imbarazzo, invece, sono stati gli organizzatori dell'evento. "Il programma della serata avrebbe dovuto proporre un messaggio improntato all'unità, relativo al comune impegno per una stampa forte e libera, mentre onoriamo la civiltà, il grande giornalismo e i vincitori di borse di studio". Non avrebbe dovuto essere un messaggio ''per dividere le persone", ha scritto Margaret Talev, presidentessa dell'associazione dei corrispondenti. (Whca). (segue) (Gro/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 30-APR-18 12:48 NNNN
LUNEDÌ 30 APRILE 2018 12.49.35

USA: TRUMP CONTRO CENA CORRISPONDENTI, STAMPA IN IMBARAZZO PER SHOW VOLGARE (2) =

(AdnKronos) - "Purtroppo -ha chiosato- il monologo dell'entertainer non ha seguito lo spirito di quella missione". Su Twitter è stato Peter Baker, firma del New York Times, a riassumere brillantemente la serata: "Purtroppo, non credo che abbiamo portato avanti la causa del giornalismo in questa serata". Il Washington Post, spesso indicato da Trump come alfiere per eccellenza delle celeberrime 'fake news', ha preso posizione in maniera inequivocabile con un lungo articolo di Hugh Hewitt: Michelle Wolf "è stata divertente per il 10% del tempo. Per il restante 90% è stata volgare e, ovviamente, anti-Trump in maniera schiacciante". "Wolf -si legge ancora- ha rivolto molti commenti inopportuni alla portavoce della Casa Bianca, Sarah Huckabee Sanders, che era a quattro posti di distanza e il cui sguardo sprezzante è stato davvero regale". "Per il principio della transitività -ha aggiunto- chi ha osservato l'astio e la volgarità di Wolf arriverà alla conclusione secondo cui lei rappresenta i giornalisti nel loro insieme. Non è così". (Gro/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 30-APR-18 12:48 NNNN

Nessun commento:

Posta un commento