Translate

martedì 22 maggio 2012

TRAPIANTI: INVENTORE MINI-CUORE ARTIFICIALE, CASO DIFFICILE E IMPEGNO TEAM ECCEZIONALE

TRAPIANTI: INVENTORE MINI-CUORE ARTIFICIALE, CASO DIFFICILE E IMPEGNO TEAM ECCEZIONALE =
LO SCIENZIATO USA, SALVATA UNA VITA E OTTENUTE INFORMAZIONI
PREZIOSE

Roma, 22 mag. (Adnkronos Salute) - Un "caso difficile", che ha
evidenziato "l'eccezionale impegno e la straordinaria esperienza
dell'e'quipe" dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesu' di Roma. Cosi' da
New York Robert Jarvik, inventore del dispositivo in titanio che ha
permesso di salvare un bambino di 16 mesi affetto da miocardiopatia
dilatativa, commenta lo straordinario intervento dell'e'quipe guidata
da Antonio Amodeo, illustrato ieri a Roma.

"Sono gratificato dal fatto che la straordinaria esperienza e
l'impegno eccezionale dell'e'quipe del dottor Amodeo abbiano salvato
questo bambino", afferma lo scienziato, patron della Jarvik Heart,
azienda distribuita in Italia dalla Artech di Cavezzo. "E' stato uno
dei piu' complessi e difficili casi mai trattati con un cuore
artificiale Jarvik 2000. Il primo caso clinico di utilizzo di questo
mini-cuore, sviluppato con il supporto del National Heart, Lung, and
Blood Institute dei National Institutes of Health, e' l'inizio di
un'importante ricerca clinica finalizzata a rendere disponibili
supporti cardiaci a lungo termine per molti bambini e neonati
gravemente ammalati. Questa esperienza ha raggiunto gli obiettivi
umanitari che si era prefissa, e cioe' di aiutare il bambino a
salvarsi nonostante la sua condizione inizialmente disperata, ed e'
stata altresi' occasione di arricchimento di conoscenza scientifica".

"Abbiamo infatti ottenuto informazioni importantissime a
proposito della collocazione e della funzionalita' di un dispositivo
cosi' piccolo a supporto di un cuore altrettanto piccolo - aggiunge -
Nelle due settimane in cui l'Infant Jarvik 2000 ha sostenuto il
paziente, abbiamo avuto conferma della capacita' della pompa di
supportare la funzionalita' cardiaca senza danneggiare il sangue o
altri tessuti del corpo. Inoltre, cio' che abbiamo appreso e' stato
gia' implementato per migliorare questo dispositivo. Sia
l'amministrazione sia lo staff dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesu'
hanno lavorato alacremente per affrontare ogni difficolta' e salvare
questa giovanissima vita. Il dottor Amodeo e il suo team non si sono
mai arresi fin quando c'e' stato un minimo di speranza e infine si e'
resto disponibile un cuore per procedure con il trapianto. Cio'
dimostra quanto queste persone siano dedite a salvare la vita".
(segue)

(Mal/Col/Adnkronos)
22-MAG-12 11:07

NNNN
TRAPIANTI: INVENTORE MINI-CUORE ARTIFICIALE, CASO DIFFICILE E IMPEGNO TEAM ECCEZIONALE (2) =

(Adnkronos Salute) - La Jarvik Heart sta completando lo sviluppo
della microturbina neonatale nell'ambito del programma di ricerca
NHLBI 'Pumpkin' dei National Institutes of Health. L'azienda
newyorkese sta contemporaneamente continuando a sperimentarne la
versione da bambino, che ha dimensioni intermedie tra il dispositivo
'infant' e quello da adulto.

Il cuore artificiale Jarvik2000 da adulto e' stato utilizzato
per trattare oltre 500 casi nel mondo, con una specifica esperienza
italiana: sono 74 i dispositivi impiantati in Italia, di cui tre al
Bambino Gesu' su ragazzi affetti da distrofia muscolare; mentre negli
Usa l'uso come device permanente e' attualmente in corso di
autorizzazione da parte della Food and Drug Administration, rileva
l'azienda in una nota.

Robert Jarvik, che circa 2 mesi fa ha assistito di persona
all'intervento, ha anche inventato il primo cuore totale artificiale
con tecnologia pneumatica, sviluppato a meta' degli anni '70 e
utilizzato per la prima volta nel 1982.

(Mal/Col/Adnkronos)
22-MAG-12 11:10

NNNN

Nessun commento:

Posta un commento