Translate

sabato 1 agosto 2015

Atto Senato Interrogazione a risposta scritta 4-04382 presentata da ERIKA STEFANI martedì 28 luglio 2015, seduta n.493 STEFANI - Ai Ministri dell'interno e della salute - Premesso che: come risulta da notizie apparse su quotidiani locali e su diversi siti web, 7 agenti di Polizia e 4 militari dell'Arma dei Carabinieri che stavano effettuando un servizio di accompagnamento dei migranti che si erano dichiarati "profughi", dalla fine del mese di giugno 2015 sono in profilassi medica, poiché una delle persone accompagnate presentava chiari sintomi della Tubercolosi (TBC);


Atto Senato

 Interrogazione a risposta scritta 4-04382
 presentata da
 ERIKA STEFANI
 martedì 28 luglio 2015, seduta n.493

 STEFANI - Ai Ministri dell'interno e della salute - Premesso che:

 come risulta da notizie apparse su quotidiani locali e su diversi siti web, 7 agenti di Polizia e 4 militari dell'Arma dei Carabinieri che stavano effettuando un servizio di accompagnamento dei migranti che si erano dichiarati "profughi", dalla fine del mese di giugno 2015 sono in profilassi medica, poiché una delle persone accompagnate presentava chiari sintomi della Tubercolosi (TBC);

 le rappresentanze sindacali dei soggetti coinvolti, e nello specifico il sindacato autonomo di Polizia (SAP), attraverso il segretario provinciale vicentino, in una intervista giornalistica, ha sottolineato come "I migranti stanno continuando ad arrivare senza possedere alcun certificato medico. Al massimo quando va bene, mostrano a chi li prende in carico per il trasporto il 'certificato' di un'analisi 'visiva' che però non può avere alcuna rilevanza medica … La pericolosità di certi servizi è un fatto ormai acclarato e che stiamo denunciando ormai da diverso tempo. È il momento di intervenire una volta per tutte";

 la situazione, come è chiaramente descritta dai quotidiani e dalle interviste citate, appare grave, poiché la tutela della salute degli agenti di Polizia è in pericolo e fuori controllo, giacché non vi è alcuna seria barriera sanitaria a tutela della salute pubblica di tutti i cittadini;

 la firmataria del presente atto di sindacato ispettivo ha già evidenziato, nelle diverse sedi istituzionali, come l'attuale "sistema" di accoglienza non preveda alcun tipo di respingimento dei migranti clandestini, e ciò tenuto conto che a non più del 20 per cento degli istanti viene riconosciuto il diritto di asilo politico o del più generico permesso di protezione umanitaria;

 il sistema di accoglienza dei migranti, in gran parte clandestini, adottato dal Governo Renzi, sta esponendo a giudizio dell'interrogante a grave rischio sia l'incolumità della salute pubblica, sia la tutela sanitaria degli operatori di Polizia e sia la tenuta sociale del Paese,

 si chiede di sapere se i Ministri in indirizzo, ciascuno per quanto di competenza, intendano attuare rimedi anche di natura emergenziale, per il contenimento e il respingimento dell'incontrollato, e non governato, traffico di esseri umani, al fine di tutelare, per i motivi di cui in premessa, la salute degli agenti di Polizia e l'incolumità dei cittadini.

 (4-04382)

Nessun commento:

Posta un commento