Translate

mercoledì 30 novembre 2016

REFERENDUM: CALDEROLI, VERGOGNOSO CHE PREMIER MOSTRI FALSA SCHEDA =





REFERENDUM: CALDEROLI, VERGOGNOSO CHE PREMIER MOSTRI FALSA SCHEDA =
Roma, 30 nov. (AdnKronos) - "E' indegno e vergognoso che un presidente
del Consiglio arrivi a mostrare pubblicamente una scheda elettorale
inesistente, quella per l'elezione diretta dei senatori da parte dei
cittadini, per delle elezioni che non ci saranno mai perché
incomputabili con la Costituzione. Un falso gravissimo, di cui Renzi
deve chiedere scusa ai cittadini". Lo dichiara Roberto Calderoli della
Lega.
"Perché domenica si voterà su una riforma costituzionale che prevede
testualmente l'elezione dei senatori non da parte del popolo ma da
parte dei consigli regionali, mentre ieri, invece, il presidente del
Consiglio ha vergognosamente mostrato una finta e inesistente scheda
elettorale c-argomenta- che permetterebbe ai cittadini di votare
direttamente il senatore: un falso clamoroso e un atto indegno di
propaganda da parte di chi ormai, essendo disperato, arriva a
falsificare la realtà".
"Ed altrettanto falso è il tentativo, da parte del Pd, di sostenere
che all'indomani del referendum, qualora vincessero i Si e passasse la
riforma, farebbero subito una legge elettorale ad hoc per il Senato
per consentire ai cittadini di eleggersi direttamente i senatori". (segue)
(Pol-Mon/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
30-NOV-16 14:56
NNNN
REFERENDUM: CALDEROLI, VERGOGNOSO CHE PREMIER MOSTRI FALSA SCHEDA (2) =
(AdnKronos) - "E'un falso anche questo, semplicemente perché -prosegue
Calderoli- impossibile per via dei parametri previsti dalla
Costituzione che prevedono per l'elezione dei senatori la promozione
dell'equilibrio fra uomo e donna, che prevedono che il numero degli
eletti sia proporzionale con la composizione dei rispettivi consigli
regionali, che invece vengono eletti con un sistema maggioritario
antitetico al proporzionale, e che prevedono la tutela delle minoranze
linguistiche. Ma come si può fare una legge elettorale compatibile con
questi parametri previsti dalla Costituzione se in dieci Regioni, per
fare un esempio, vengono eletti appena due senatori?".
"Per cui una nuova legge elettorale per il Senato risulterebbe
comunque incostituzionale perché non conforme a questi parametri.
Eppure nonostante questo -conclude- il premier fa propaganda
mistificando la realtà e prendendo in giro i cittadini, scambiandoli
per fessi che si possono abbindolare mostrano una scheda elettorale
inesistente".
(Pol-Mon/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
30-NOV-16 14:56
NNNN    

Nessun commento:

Posta un commento