Translate

sabato 23 dicembre 2017

Il n.2 dell'Arma: "Avvertii Del Sette delle accuse per la soffiata Consip" - "Dissi a Del Sette che lo accusavano" La soffiata del n.2



IL Fatto Quotidiano di sabato 23 dicembre 2017, pagina 4

Il n.2 dell'Arma: "Avvertii Del Sette delle accuse per la soffiata Consip" - "Dissi a Del Sette che lo accusavano" La soffiata del n.2


di Pacelli Valeria


IL VERBALE Maruccia, capo di Stato maggiore: "Attenti a indagare su Tiziano Renzi" II n.2 dell'Arma: "Avvertii Del Sette delle accuse per la soffiata Consip" • Era il 20 dicembre 2016: l'ex presidente della stazione pubblica per gli appalti Luigi Ferrara durante un interrogatorio sulla fuga di notizie che allertò i vertici della società, fa il nome del numero uno dei Carabinieri. Quel giorno il comandante del Corpo fu avvisato della circostanza quasi in tempo reale o PACELLI A PAG. 4 L'INCHIESTA Il verbale: "Su Renzi sr. raccomandai di essere attenti" "Dissi a Del Sette che lo accusavano" La soffiata del n. 2 11 20 dicembre quando il presidente Consip parlava ai pm, il capo di Stato maggiore Maruccia avverti il comandante 66 Davanti ai pm "Sessa mi disse che Ferrara aveva fatto il suo nome per la fuga di notizie" GAETANO MARUCCIA Verso la fine del 2016 mi dissero che stavano attenzionando il padre dell'ex premier. Non informai il mio superiore » VALERIA PACELLI ' allora Comandante generale dei Carabinieri, Tullio Del Set4 te, ha saputo subito dopo l'interrogatorio di Luigi Ferrara, ex presidente della Consip, che quest'ultimo lo aveva tirato in ballo per la fuga di notizie in suo favore. Lo avvertì il capo di Stato maggiore Comunicazioni L'ufficiale dice di aver saputo genericamente dell'inchiesta tra la primavera 2016 e il 2017 Gaetano Maruccia. Elo stesso numero due dei carabinieri lo racconta al procuratore capo di Roma Giuseppe Pignatone e ai pm Paolo Ielo e e Mario Palazzi, il 22 luglio scorso, sentito come testimone. La sua deposizione è fondamentale per ricostruire come le informazioni sull'inchiesta Consip, trasmesse legittimamente all'interno dei Carabinieri lungo la scalagerarchica siano poi uscite verso i vertici della Consip, intercettati in quel momento dal Noe dei Carabinieri su delega dei pm di Napoli. Per la fuga di notizie sono indagati per rivelazione di segreto il comandante Tullio Del Sette, il ministro dello Sport Luca Lotti e l'ex comandante della Legione Toscana Emanuele Saltalamacchia....SEGUE SULLA TESTATA

Nessun commento:

Posta un commento