Translate

giovedì 2 agosto 2018

CARCERE REGGIO EMILIA. FORZA ITALIA: TASER AD AGENTI PENITENZIARI



GIOVEDÌ 02 AGOSTO 2018 13.57.02
POLIZIASICUREZZA

CARCERE REGGIO EMILIA. FORZA ITALIA: TASER AD AGENTI PENITENZIARI

CARCERE REGGIO EMILIA. FORZA ITALIA: TASER AD AGENTI PENITENZIARI FIORINI A MINISTRO: PERSONALE A RISCHIO, MANCANO 70 UNITÀ. (DIRE) Reggio Emilia, 2 ago. - Adeguare l'organico della polizia penitenziaria in servizio nella casa circondariale di Reggio Emilia, ma soprattutto dotare gli agenti di nuovi strumenti come "monitor di videosorveglianza, spray urticanti, unita' cinofile e, in particolare, taser". Lo chiedono i deputati di Forza Italia con un'interrogazione a prima firma di Benedetta Fiorini, parlamentare reggiana che lo scorso 6 luglio ha verificato di persona le condizione del sito di reclusione reggiano. Nell'atto ispettivo degli azzurri viene in primo luogo evidenziato che con il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari (Opg), l'intera struttura penitenziaria di Reggio Emilia e' stata trasformata in casa circondariale ed e' stata riorganizzata in 11 sezioni, tra cui quella che ospita i 12 detenuti imputati di 'ndrangheta del processo Aemilia (sorvegliati anche durante le udienze). Il reparto di Reggio Emilia pero', scrivono gli interroganti, "lamenta una carenza di risorse umane, meccaniche e tecnologiche per il supporto necessario a garantire maggiore sicurezza nella gestione di eventi pericolosi e per contrastare atti di aggressioni a cui si espone l'incolumita' fisica e professionale di ogni singola unita' di personale". Tra gli ultimi episodi che "hanno messo a dura prova gli agenti", quello di un tunisino che inneggiando all'Isis ha appiccato del fuoco nella cella e l'aggressione di un comandante da parte di un detenuto marocchino a rischio islamizzazione. (SEGUE) (Cai/Dire) 13:56 02-08-18 NNNN
GIOVEDÌ 02 AGOSTO 2018 13.57.02
POLIZIA

CARCERE REGGIO EMILIA. FORZA ITALIA: TASER AD AGENTI PENITENZIARI -2-

CARCERE REGGIO EMILIA. FORZA ITALIA: TASER AD AGENTI PENITENZIARI -2- (DIRE) Reggio Emilia, 2 ago. - Ad oggi, nella casa circondariale scontano la pena 370 detenuti- di cui il 68% stranieri- e operano circa 170 agenti, invece dei 240 previsti. Si stima quindi "una mancanza di 70 agenti necessari per fronteggiare adeguatamente le azioni di controllo e repressione necessari nella struttura, se non a costo di 12 ore di lavoro quotidiano e riposi saltati". Da qui le richieste di Forza Italia al ministero della Giustizia "di adeguare, nel piu' breve tempo possibile, gli organici della polizia penitenziaria del carcere di Reggio Emilia alle reali necessita' dell'istituto" e potenziare le dotazioni degli agenti. (Cai/Dire) 13:56 02-08-18 NNNN