Translate

lunedì 30 aprile 2012

FISCO: ZACCARIOTTO (VENEZIA), DA EQUITALIA COMPORTAMENTO DISUMANO VERSO I CITTADINI




FISCO: ZACCARIOTTO (VENEZIA), DA EQUITALIA COMPORTAMENTO DISUMANO VERSO I CITTADINI =
'NOI AMMINISTRATORI POSSIAMO FARE MEGLIO DA SOLI'

Venezia, 30 apr. (Adnkronos) - ''Trovo disumano e iniquo il
comportamento dello Stato centrale nei confronti degli enti locali e
dei cittadini, soprattutto in un momento durissimo per l'economia
locale e per le imprese, il peggiore dal dopoguerra. Per questo plaudo
con forza all'iniziativa promossa dai due Comuni bellunesi di Santo
Stefano di Cadore e di Calalzo, che hanno proposto l'uscita da
Equitalia, l'agenzia governativa (posseduta al 51% dall'agenzia delle
entrate e per il 49% dall'Inps) e incaricata del recupero dei crediti
dovuti dal cittadino. E la proposta diventa attuabile da subito in
forza della legge 166 del 2011 - che dovrebbe rendere obbligatoria la
riscossione dei tributi da parte degli enti locali entro il 2013''. Lo
sottolinea, in una nota, la presidente della Provincia di Venezia,
Francesca Zaccariotto.

''Questa e' la strada che mi sento di percorrere, sia come
presidente della Provincia di Venezia, un territorio dove oltre il 60%
delle piccole e medie imprese e' in sofferenza, e che fa i conti con
l'area di crisi complessa di Porto Marghera, sia come sindaco di San
Dona' di Piave, il sesto nel Veneto per importanza e dimensioni -
spiega - Oltre che ad aumentare le tasse, lo Stato dovrebbe oggi
favorire soprattutto il rilancio dell'economia e la crescita, dando
fiducia e respiro ai nostri imprenditori, alle famiglie, favorendo il
lavoro e non mortificandolo, ma cosi' purtroppo non avviene: lo Stato
oggi si comporta come lo sceriffo cattivo di Nottingham, e spinge noi
amministratori a interpretare la parte di Robin Hood''.(segue)

(Red-Dac/Col/Adnkronos)
30-APR-12 14:23

NNNNFISCO: ZACCARIOTTO (VENEZIA), DA EQUITALIA COMPORTAMENTO DISUMANO VERSO I CITTADINI (2) =

(Adnkronos) - La presidente della Provincia di Venezia spiega
quindi ''Non voglio, non posso dimenticare i nostri nove imprenditori
suicidi che hanno affrontato il paradosso di non riuscire ad onorare i
propri debiti nei confronti dello Stato che agisce per mano di
Equitalia, e di non riuscire ad incassare i propri crediti dalla
pubblica amministrazione, che non paga''.

''Trovo ingiusta l'applicazione di una percentuale da parte di
Equitalia sul totale dei crediti recuperati, trovo scorretto
l'obiettivo previsto di aumento delle entrate di Equitalia del + 25
per cento, e trovo altresi' inaudita l'applicazione di more e sanzioni
non solo a chi non ha pagato il dovuto, ma anche a chi ha gia' pagato,
ma in ritardo, e si trova a non vedersi riconosciuto dallo Stato
quanto gia' versato- stigmatizza - Se questo comportamento vessatorio
fosse messo in atto da un privato cittadino, scatterebbe una denuncia
per usura, ma visto che e' lo Stato ad agire, a noi tocca assistere a
quella che considero un' ingiustizia sociale vera e propria''.(segue)

(Red-Dac/Col/Adnkronos)
30-APR-12 14:28

NNNNFISCO: ZACCARIOTTO (VENEZIA), DA EQUITALIA COMPORTAMENTO DISUMANO VERSO I CITTADINI (3) =

(Adnkronos) - Secondo la presidente della Provincia di Venezia
''Visto che l'assegnazione dell'incarico ad Equitalia da parte degli
enti locali avviene senza gara, propongo di aggiudicare l'incarico ad
altri concessionari attraverso una gara in cui sia l'amministratore
locale a stabilire i criteri e le condizioni economiche. O, in
alternativa, di esercitare da subito la riscossione direttamente
attraverso i nostri uffici, come gia' avveniva in passato: solo l'ente
locale conosce da vicino il proprio territorio, conosce le persone e
il dramma che stanno vivendo; solo i servizi sociali e le associazioni
di volontariato sanno quali famiglie e quali imprenditori si trovano
in una condizione limite di difficolta', e possono intervenire
preventivamente per evitare il peggio''.

''Non possiamo piu' permetterci di sostenere il costo della
crisi da soli, e pagando due volte: da un lato le commissioni versate
ad Equitalia per il servizio reso, dall'altra il sostegno dei servizi
sociali del Comune alle famiglie vessate da Equitalia. C'e' in gioco
l'immagine e il ruolo dell'ente locale, che non deve essere solo
quello del controllore e dell'esattore che punisce, ma anche quello di
supporto dei cittadini, tutti quanti, dal giovane al pensionato, nei
momenti di difficolta' vera - conclude - E non possiamo piu' assistere
passivamente ad un dramma che tutti i giorni porta al suicidio donne e
uomini veneti, che hanno creduto nei valori dell'impresa e del lavoro,
che hanno pagato le tasse, e rischiato con coraggio creando
occupazione, perdendo anche la loro stessa vita. A loro va il mio
pensiero e il mio rammarico, nella giornata del primo maggio che
celebra il valore del lavoro''.

(Red-Dac/Col/Adnkronos)
30-APR-12 14:30

NNNN

Nessun commento:

Posta un commento