Translate

martedì 30 luglio 2013

Ministero della salute Circ. 26-7-2013 n. DGPRE/17091-P Attivazione del numero di pubblica utilità "1500" - Estate 2013.


Ministero della salute
Circ. 26-7-2013 n. DGPRE/17091-P
Attivazione del numero di pubblica utilità "1500" - Estate 2013.
Emanata dal Ministero della salute, Dipartimento della sanità pubblica e dell'innovazione, Direzione generale della prevenzione.
Circ. 26 luglio 2013, n. DGPRE/17091-P (1).
Attivazione del numero di pubblica utilità "1500" - Estate 2013.
(1) Emanata dal Ministero della salute, Dipartimento della sanità pubblica e dell'innovazione, Direzione generale della prevenzione.


Agli
Assessorati alla sanità ed ai servizi sociali delle Regioni e Province Autonome
All'
ANCI
Alla
FIMMG
Alla
SNAMI
Alla
SMI
Alla
SIMG
Alla
FNOMCeO
Al
Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Loro sedi




Si comunica per gli aspetti di relativa competenza e opportuna diffusione, che, considerate le condizione meteorologiche presenti sul territorio nazionale caratterizzate da un progressivo rialzo termico, che darà luogo ad una ondata di calore con caratteristiche particolarmente accentuate sia dal punto di vista dell'intensità che della persistenza, il Ministro della Salute ha provveduto ad attivare, a partire da venerdì 26 luglio p.v. il numero gratuito nazionale "1500".
Il Servizio, analogamente agli anni passati, sarà operativo dalle ore 8.00 alle ore 18.00 di tutti i giorni (compresi il sabato e la domenica) e fornirà direttamente ai cittadini informazioni sui bollettini giornalieri dei sistemi di previsione e allarme meteo (attivi in 27 città), consigli su come difendersi dal caldo e indicazioni sui servizi e sui numeri verdi attivati durante l'estate dalle Regioni e dai Comuni, in particolare per fornire supporto alle persone anziane e agli altri soggetti più suscettibili agli effetti del caldo.
Al numero "1500" risponderà personale del Ministero altamente qualificato e appositamente formato, in grado di soddisfare le richieste di informazione di base, e anche dirigenti sanitari (medici, veterinari, farmacisti, chimici, biologi e psicologi) per soddisfare le richieste più complesse.


Il Direttore generale
Dr. G. Ruocco


Nessun commento:

Posta un commento