Translate

giovedì 20 dicembre 2018

ROMA: BUCHE SOTTO ACCUSA, BOOM DI MAL DI SCHIENA DA MICROTRAUMI =

GIOVEDÌ 20 DICEMBRE 2018 12.26.18
SALUTE

ROMA: BUCHE SOTTO ACCUSA, BOOM DI MAL DI SCHIENA DA MICROTRAUMI =

Roma, 20 dic. (AdnKronos Salute) - E' difficile trovare un adulto che non abbia fatto i conti con il mal di schiena. Ma "se la schiena degli italiani non è messa bene, quella dei romani ha un problema in più". A spiegarlo all'AdnKronos Salute è Alessandro Napoli, medico del Dipartimento di Scienze radiologiche, oncologiche e anatomopatologiche dell'Università Sapienza di Roma, che chiama in causa le buche. Tornate protagoniste sui giornali, dopo l'annunciato intervento dell'esercito per coprirle, le buche non sono legate solo agli incidenti stradali. "La vita sedentaria è un fattore predisponente all'ernia del disco, soprattutto in zona lombo sacrale, ma ultimamente la presenza delle buche nelle strade ha aumentato la sintomatologia e la fuoriuscita dell'ernia, con sciatalgia e dolore", dice Napoli. Insomma, gli spostamenti quotidiani e lo slalom tra 'crateri' e sanpietrini, ben noto agli abitanti della Capitale, alla lunga si fa sentire sulla schiena. Il problema sono proprio "le microsollecitazioni - precisa l'esperto - piccoli traumi ripetuti attraverso i quali si crea un danno fisico sul disco, che poi permette la fuoriuscita dell'ernia". Ma come proteggersi? "Un buon allenamento fisico", mirato a rinforzare la muscolatura, "aiuta. Insieme a un corretto stile di vita". Ma certo la vita in città presenta insidie, e per lo specialista evitare "la presenza di elementi estranei come le buche" contribuirebbe. (segue) (Mal/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 20-DIC-18 12:25 NNNN

GIOVEDÌ 20 DICEMBRE 2018 12.26.18
SALUTE

ROMA: BUCHE SOTTO ACCUSA, BOOM DI MAL DI SCHIENA DA MICROTRAUMI =
Roma, 20 dic. (AdnKronos Salute) - E' difficile trovare un adulto che non abbia fatto i conti con il mal di schiena. Ma "se la schiena degli italiani non è messa bene, quella dei romani ha un problema in più". A spiegarlo all'AdnKronos Salute è Alessandro Napoli, medico del Dipartimento di Scienze radiologiche, oncologiche e anatomopatologiche dell'Università Sapienza di Roma, che chiama in causa le buche. Tornate protagoniste sui giornali, dopo l'annunciato intervento dell'esercito per coprirle, le buche non sono legate solo agli incidenti stradali. "La vita sedentaria è un fattore predisponente all'ernia del disco, soprattutto in zona lombo sacrale, ma ultimamente la presenza delle buche nelle strade ha aumentato la sintomatologia e la fuoriuscita dell'ernia, con sciatalgia e dolore", dice Napoli. Insomma, gli spostamenti quotidiani e lo slalom tra 'crateri' e sanpietrini, ben noto agli abitanti della Capitale, alla lunga si fa sentire sulla schiena. Il problema sono proprio "le microsollecitazioni - precisa l'esperto - piccoli traumi ripetuti attraverso i quali si crea un danno fisico sul disco, che poi permette la fuoriuscita dell'ernia". Ma come proteggersi? "Un buon allenamento fisico", mirato a rinforzare la muscolatura, "aiuta. Insieme a un corretto stile di vita". Ma certo la vita in città presenta insidie, e per lo specialista evitare "la presenza di elementi estranei come le buche" contribuirebbe. (segue) (Mal/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 20-DIC-18 12:25 NNNN 

Nessun commento:

Posta un commento