Translate

venerdì 14 settembre 2012

Sicurezza/Scorte,'primato' a Roma,sono triplo di Parigi e Londra



Sicurezza/Scorte,'primato' a Roma,sono triplo di Parigi e Londra
Oltre mille uomini impegnati sono nella capitale

Roma, 14 set. (TMNews) - In epoca di crisi e di spending review
si riaccendono i fari sugli sprechi della pubblica
amministrazione e si ritorna a parlare anche di scorte e tutele
per la sicurezza di persone a rischio. Scorte che talvolta, però,
diventano un vero e proprio 'status' per vip e ex potenti a spese
dei contribuenti. A Roma ci sono più scorte che volanti per le
strade. Mille gli uomini impegnati in questo tipo di servizio,
solo nella capitale, da quanto riferisce il Sindacato autonomo di
polizia (Sap). Una indagine del sindacato Silp-Cgil - ripresa dal
Messaggero - fotografa però una situazione paradossale: Roma non
solo ha il 'primato' di uomini e mezzi destinata a compiti di
scorta rispetto altre capitali europee, ad esempio Londra e
Parigi. Ma è anche la città dove c'è un forte squilibrio tra le
risorse umane impiegate nei servizi di scorta e i mezzi e gli
uomini impegnati nel controllo del territorio.

A Roma, ogni giorno si muovono 120 scorte: vale a dire 120 auto e
altrettanti uomini delle forze dell'ordine impegnate in questo
servizio contro i 60 dispositivi operativi ogni giorno a Madrid,
i 43 di Londra e i 41 a Parigi. Ecco il paradosso. A fronte delle
ingenti risorse umane e di mezzi assorbiti da questi compiti, in
uno stesso giorno preso come riferimento nell'indagine del
Sil-Cgil, la polizia dispone di sole 40 auto (volanti) per ognuno
dei tre turni nell'arco dell 24 ore per il controllo del vasto
territorio della capitale.

Sui costi, il Silp-Cgil stima che una scorta di primo livello,
quelle predisposte per personalità ad alto rischio, composte da
più di auto e nove uomini, si spendono circa 95 mila euro l'anno
per le missioni in trasferta e 84 mila euro per gli straordinari.

Secondo il Sap, in tutta Italia sono 585 i servizi di scorta
con un enorme impiego di uomini delle forze dell'ordine impegnati
a garantire la sicurezza di pochi. Solo a Roma sono mille al
giorno. Finora sono state tagliate 70 scorte di quarto livello,
delle 174 assegnate a parlamentari e ex ministri.

La modulazione delle misure di tutela va da quelle di primo
livello, indicato come "rischio imminente ed elevato", che
impiega fino a tre auto blindate e sei agenti, fino al quarto
livello, di "basso rischio", che prevede un'auto non blindata e
un autista.

Nes

140952 set 12

Nessun commento:

Posta un commento